Diario del CapitanoDiario del Capitano 

Diario del Capitano

Oggi, con una finale che stando ai gironi di qualificazione degli ultimi due anni nessuno si sarebbe mai immaginato, si concludono quelli che non faccio fatica a definire i Mondiali più deludenti degli ultimi vent'anni. Recriminazioni arbitrali a parte, il gioco espresso dalla nostra Nazionale, escludendo i primi venti minuti giocati contro l'Ecuador (gli unici nei quali si è davvero vista l'Italia che tutti si aspettavano), non è stato certo di buon livello; così come quello delle maggior parti delle Nazionali, d'altra parte. Schemi europei del tutto simili, squadre asiatiche sorrette da maggiore velocità ma da carente supporto tecnico, designazioni arbitrali al limite del ridicolo: tutto questo ha contribuito a regalarci uno spettacolo decisamente al di sotto delle aspettative.
Ma oggi, Brasile da una parte e Germania dall'altra si contendono la coppa del nuovo millennio, e la nostra unica speranza, da appassionati di calcio, è di poter assistere ad una finale appassionante che possa premiare il più meritevole. In campo scendono due calciatori ai quali sono particolarmente legato: Bierhoff, da milanista, e Ronaldo, da sportivo. Per questo motivo, e per il rimpianto di non poter vedere i giocatori azzurri scendere in campo questo pomeriggio, mi accontenterò di vedere uno tra loro due alzare il trofeo al cielo, massimo risultato raggiungibile per qualunque giocatore di calcio.
E se mi rimarrà un pò di delusione per il cammino dell'Italia, beh, potrò sempre consolarmi con uno dei tanti giochi in flash dedicati all'arbitro dei nostri incubi, Moreno, apparsi ultimamente per la rete: il mio preferito è quello nel quale il suo viso fa da sfondo ad una gara di freccette.
E il vostro?

TI POTREBBE INTERESSARE