E3 2002Digital Bridges illustra il wireless gaming 

Multiplayer.it ha avuto l'opportunità di fare una chiacchierata con Paul Maglione, Ssenior Vice President di Digital Bridges, leader nella distribuzione di giochi per telefoni cellulari : se avete sempre desiderato dare uno sguardo al mondo del Wireless Gaming , seguite Valter prette in questa esclusiva intervista e tenete libera la linea...

Digital Bridges illustra il wireless gaming Digital Bridges illustra il wireless gaming

Abbiamo avuto l'occasione di incontrare Paul Maglione, una delle più importanti figure del settore, e non ci siamo lasciati sfuggire l'opportunità di scambiare due chiaccere sulleprospettive del mercato attuale del wireless gaming. Ecco a voi la nostra intervista

Valter Prette:
Ci parli delle sue visioni del mercato mondiale in questo ambito ancora poco conosciuto.
Paul Maglione
Il mercato del wireless gaming sta per vivere un momento di grande espansione, grazie soprattutto alla diffusione delle Java virtual machines sui cellulari americani.
Il serbatoio di utenza è enorme in usa, e noi siamo pronti con un portfolio di licenze a supportare i fornitori di servizio affinché possano proporre agli abbonati giochi interessanti.

Valter Prette:
Intendete anche supportare il dialetto Brew, brevettato da Qualcomm e già supportato da Verizon in San Diego?
Paul Maglione
Per ora no, perché deve prima diffondere a più operatori, ma siamo aperti a ogni soluzione

Valter Prette:
Come va il mercato europeo?
Paul Maglione
Piuttosto bene in UK, dove uno dei nostri titoli basato sugli SMS ha già servito 7 milioni di richieste.
In Europa per ora il java è maggiormente in ritardo, ma lavoriamo molto con giochi basati sugli SMS, e supportiamo anche il WAP, che però è davvero un mercato di nicchia.

Valter Prette:
Ci parli di alcuni titoli principali
Paul Maglione
Abbiamo le licenze di Scooby Doo, Star Trek che supporta il multiplayer, Man in Black e la licenza di Fifa per i mondiali, con cui faremo un manageriale e una simulazione di giocatore singolo.

Valter Prette:
Cosa pensa del multiplayer gaming basato sul positioning, che permette di usare la posizione dell’utente per influire sul gioco? La tecnologia è imminente.
Paul Maglione
Noi ci crediamo, le applicazioni sono interessanti, e in particolare crediamo molto sul dating game, dove gli utenti si danno appuntamenti virtuali, e sul war game strategico.
Abbiamo pronto un titolo strategico, di nome Sorcery Combat.

Per ora è tutto, ma seguiremo ancora come promesso questo affascinante mercato nei mesi a venire.

TI POTREBBE INTERESSARE