The MoviesE3 2003 - The Movies 

Abbiamo visto da vicino l'ennesimo titolo innovativo scaturito dalla mente di Peter Molyneux. Ecco tutti i dettagli!

E3 2003 - The Movies E3 2003 - The Movies

Nel corso delle riprese sui set a seconda della tipologia della scena in corso (d’amore, d’azione, umoristica, drammatica e quant’altro) potremo decidere l’intensità delle stessa. Durante una scazzottata ad esempio, tramite l’impostazione di una comoda slide bar, potremo impostare il livello di violenza esercitato dai due attori: da semplici “buffetti” inutili ed alquanto effeminati fino ad una vera e propria “carneficina” virtuale con tanto di spezzaggio di ossa e calpestaggi vari. In caso di una scena d’amore invece si dovrà decidere il livello di romanticismo tra i due attori: da semplici bacini adolescenziali a veri e propri baci di Eliana memoria (“… tre metri di lingua. La lingua dell’amore”).
La grafica di gioco ed il feeling dell’interfaccia grafica ricordano molto quanto visto in “The Sims” e, soprattutto per la parte grafica, in “The Sims 2”. Durante i vari tempi morti tra una ripresa e l’altra potremo andare a zonzo per i nostri Studios e seguire da vicino le febbrile attività di preparazione. Non sarà difficile vedere, ad esempio, il Tom Cruise di turno uscire di corsa dalla propria rulotte- camerino per catapultarsi il prima possibile davanti alle cineprese.
Al momento non si conosce ancora molto riguardo la preponderanza della sezione finanziaria, tuttavia a detta degli sviluppatori stessi “The Movies” - al di là del suo concept di gioco abbastanza innovativo - è un titolo Gestionale a tutti gli effetti, proprio per questo tutti i Simulomani più puristi e tradizionali non dovrebbero comunque rimanere delusi.
L’uscita è prevista per i primi mesi del prossimo anno.

E3 2003 - The Movies E3 2003 - The Movies

Durante questo E3 2003 negli stand della Electronic Arts ci è stato possibile verificare, in una presentazione a porte chiuse, lo stato d'avanzamento del nuovo titolo gestionale sviluppato dalla Lionhead.
In pochi forse ci credevano, eppure “The Movies”, lo stravagante progetto ideato dalla mente di Peter Molyneux, sembra promettere decisamente bene, quantomeno per gli appassionati di Strategici/Gestionali.
In qualità di produttore di una famosa (si spera) e potente (si ri-spera) casa cinematografica (si partirà agli inizi degli anni ’20) il giocatore dovrà dapprima gestire finanziariamente le casse della propria Major e poi dovrà anche produrre personalmente i film delle varie stagione cinematografica.
Con produzione di un film s’intende dapprima il reclutamento dello staff (dal reperimento del regista fino a quello dei vari attori), la definizione dello script (la storia del film insomma) e quindi, in un certo qual modo, la regia e la direzione delle scene più importanti della pellicola. Alla fine delle riprese verremo premiati da un breve teaser cinematografico sulla pellicola appena girata – che potrà essere salvato su disco e condiviso con i propri amici - e dopo poco tempo saremmo anche messi al corrente riguardo il successo o l’insucesso della nostra opera cinematografica. A seconda delle scelte prese in fase di regia avremo dato una certa impronta all’opera, impronta che a seconda dell’epoca in cui ci troviamo e di altri diversi fattori sancirà il gradimento del pubblico. Se negli anni ’90 produrre un film con forti scene di sesso e molta violenza potrebbe avere successo, altrettanto non è detto – anzi – se lo stesso film fosse girato durante gli anni ’60. La bravura del giocatore dovrà anche stare, quindi, nella scelta dei film giusti da fare uscire nel momento giusto.