E3 2009 - Conferenza Microsoft: Natal  77

L'E3 2009 inizia col botto alla conferenza Microsoft: tra Facebook, Twitter, le esclusive di fine anno e l'arrivo di Natal

I videogiochi cambiano ogni anno di più. Siamo appena usciti dalla conferenza Microsoft dell'E3 2009 e sul palco del Galen Center, un palazzetto dello sport universitario vicino alla down town di Los Angeles,

abbiamo visto salire personalità che facevano pensare alla notte degli oscar più che ad una conferenza legata a questo mondo: Ringo Star e Paul Mc Cartney - ovvero quel che resta dei Beatles - per lanciare il primo trailer dell'edizione di Rockband legata al gruppo più leggendario della musica Pop e, addirittura, Steven Spielberg, chiamato a celebrare quella che è stata presentata come una vera e propria rivoluzione, Natal.

A morte il JoyPad: Natal

Il rumor circola da mesi, quello relativo allo studio di Microsoft per realizzare una telecamera in grado di riconoscere i movimenti del corpo del giocatore davanti ad essa, non solo in linea orizzontale e verticale come accade con le attuali camere, ma anche in profondità, senza bisogno di telecomandi o altre periferiche. Spielberg è sembrato entusiasta, il Joypad è l'ultimo grande ostacolo che separa la gente "normale" dai videogiochi e ora ci sarà la possibilità di rimuovere del tutto questo ostacolo, facendo riferimento al miglior controller mai inventato, il corpo umano. Questa la sintesi dei proclami d'oggi, che però hanno avuto il supporto di una serie di demo in tempo reale, per certi versi sbalorditive.

Ricochet, una versione 3d di giochi come Arkanoid, con cui respingere delle palle semplicemente calciandole e colpendole con le mani, e un'applicazione chiamata Body Painting in cui un personaggio virtuale colorava una tela a colpi di secchiate di vernice, semplicemente col movimento delle braccia del giocatore. Una tecnologia già esistente, quindi, integrata dal riconoscimento di comandi vocali che permetteranno di giocare ad eventuali versioni virtuali di quiz televisivi, semplicemente proponendo la propria risposta, perché la periferica individuerà la voce del giocatore che l'avrà fornita. Così come sarà in grado di riconoscerne la corporatura adattando le proporzioni dell'avatar a quelle di chi gioca, oltre che a rilevarne qualsiasi movimento in tempo reale. Un vero e proprio punto di svolta, soprattutto perché questa è la punta dell'iceberg, con un video che mostrava giochi di guida in cui una macchina veniva pilotata semplicemente muovendo le mani come impugnando un volante, che però non esisteva, o un gioco di skateboard in cui lo skateboard non era necessario perché Natal intercettava i movimenti del novello skateboarder come se questa tavola fosse presente per davvero. E la cosa ha fatto sorridere più di un presente, visto che poco prima sul palco c'era stato Tony Hawk che aveva presentato la super tavola che accompagnerà l'uscita in tutti i negozi di Ride, nuovo capitolo del più venduto gioco di questo tipo, che promette una svolta per la serie, oltre che per il genere. Qui però si tratta proprio di un altro paio di maniche. Anche perché, a supporto, è arrivato anche Molyneux che da 30 anni ha detto di sognare una cosa del genere e che, coi suoi Lionhead Studios, ha presentato un progetto quasi inquietante, ovvero Milo, la vita di un ragazzino virtuale con cui interagire a suon di gesti, disegni su carta ed espressioni vocali. Il video mostrava una ragazza intenta a parlargli, a suscitarne reazioni, e a stimolarlo a giocare con i pesci di uno stagno, in un rimando di emozioni e di oggetti, da e verso lo schermo. Sembra incredibile, ma è presente alla fiera a porte chiuse e non tarderanno ad arrivare i primi resoconti.

Facebook, Last.FM e Twitter

L'altro tema è stato poi quello di Xbox 360 come sola protagonista dei salotti delle case d'America, con le integrazioni di social network come Twitter e, soprattutto, Facebook che verranno inseriti direttamente nella dashboard della console, attraverso la quale si potrà controllare tutta la propria lista amici e vedere quali dei propri contatti su Facebook hanno anche Xbox Live e viceversa, in modo da potersi aggiungere e comunicare in qualsiasi momento. Questa novità avrà anche risvolti "giocosi" con titoli come il nuovo PGA Tour Golf di Electronic arts che permetterà di pubblicare direttamente su Facebook le immagini scattate dal giocatore durante i replay delle partite.

Grande spinta poi al discorso video, con l'avvento del servizio Zune Video, una nuova opzione nella dashboard, già annunciata anche per l'Italia, che consentirà di scaricare e visualizzare in streaming film e serial televisivi in vera alta risoluzione, ovvero fino a 1080p, senza bisogno di alcun supporto fisico e senza aspettare di aver scaricato il contenuto sul proprio hard disk (anche se bisognerà verificare questa possibilità con la lentezza delle linee nostrane). E Microsoft non si ferma qui, introducendo anche l'accordo con Last.fm che sarà a disposizione gratuitamente per tutti gli utenti Xbox Live Gold e che permetterà di ascoltare milioni di canzoni direttamente sulla console. Un'evoluzione, quindi, verso qualsiasi forma di intrattenimento esperibile nel salotto di casa propria.

I giochi della conferenza

Ovviamente, e per fortuna, s'è parlato anche di giochi, con l'attesissimo Halo 3 ODST, mostrato con demo in game, che fa luce su una struttura rinnovata e che racconterà degli avvenimenti precedenti di qualche settimana alle vicende di Halo 3, con una serie di rimandi tra la vita di una giovane recluta e la battaglia condotta da un altro personaggio, chiamato Dutch, in una serie di flashback che aiuteranno a capire i retroscena di una delle saghe più amate dai giocatori Xbox. Senza contare che Halo 3 ODST avrà un bel bonus nella confezione, visto che conterrà l'invito alla beta multiplayer di Halo Reach, nuovo capitolo della serie, mostrato per la prima volta con un trailer, al quale Bungie sta lavorando da qualche anno in completa segretezza, e che vedrà la luce nel 2010.
E' apparso finalmente anche Forza Motorsport 3, che avrà l'editor ancora più potente e flessibile e che permetterà ancora di più di condividere carrozzerie ed esperienze, anche grazie al motore poligonale riscritto da zero e che, per quanto appena accennato alla conferenza, ha mostrato un impatto grafico davvero impressionante.
E' apparso anche Alan Wake con una lunga sequenza in game che ne ha chiarito la natura di Survival Horror in un ambiente molto più libero di quelli a cui questo genere ci ha abituato e che si candida di diritto come uno dei titoli più interessanti del prossimo anno, visto che vedrà la luce non prima della primavera del 2010.
Tra i giochi in esclusiva sono spuntati anche l'atteso Crackdown 2, Left 4 Dead 2 che come il precedente vedrà la luce solo su PC e Xbox 360, e un nuovo gioco di EPIC, questa volta per Xbox Live, Shadow Complex, un action in 3d con visuale di lato, che ricorda da vicino classici come Castlevania. Grande risalto è stato dato all'annuncio del primo demo in game di Splinter Cell Conviction che ha veramente colpito la platea con un'atmosfera tesa e scura, e mettendo in scena nuove meccaniche e un impatto grafico di primissimo piano, andando a formare, insieme a Forza e ad Halo 3 ODST, il trittico di giochi in esclusiva più attesi della line up invernale della console Microsoft.

Dopo la demo di Final Fantasy XIII, finalmente in mostra su Xbox dopo la demo rilasciata per PlayStation 3 distribuita qualche tempo fa, le dimostrazioni del nuovo Call of Duty Modern Warfare 2 (e relativo annuncio di due pacchetti di mappe che verranno rilasciati prima su Xbox Live, rispetto alle altre versioni), il già citato Tony Hawk Ride e l'esplosione sonora di RockBand The Beatles, con un catalogo iniziale di 45 canzoni tratte dal repertorio della band, è stato il turno di Hideo Kojima. Dopo anni di speculazioni e di inviti da parte di Microsoft, il game designer ha ceduto alle lusinghe, annunciando un nuovo capitolo della serie per Xbox 360, Metal Gear Solid Rising, con protagonista Raiden.
Ancora non è chiaro se si tratti di esclusiva Xbox o se sarà multipiattaforma, visto che le voci che girano su internet continuano a inseguirsi e a smentirsi, quello che conta per l'utenza è che è caduto un tabù che durava da anni e che ha coronato quella che ci è parsa una delle migliori conferenze tenutesi all'E3 degli ultimi cinque anni.
Da domani il palcoscenico toccherà a Nintendo e Sony, e, se la qualità resterà quella mostrata da Microsoft, l'E3 del 2009 verrà ricordato come uno dei migliori in assoluto.

Tenete d'occhio questo spazio, perchè non appena avremo finito di lavorarlo, pubblicheremo qui il video integrale della conferenza Microsoft, completamente doppiato in italiano!

Il video della conferenza in italiano!