[Egn 2004] Prova su strada di Paper Mario 2  0

Il Mario di carta ritorna in un action/rpg pieno di humor e azione!

Al Game Stars Live era presente una nuova versione di Paper Mario 2, diversa da quella mostrata all'E3 di Los Angeles. Nel frattempo infatti è uscito in Giappone, e quindi il gioco è pronto mentre va ultimata la traduzione in Inglese. Questa volta a disposizione dei giocatori c'erano 4 livelli (Rogueport, Hooktail Castle, Petal Meadows e Booggly Woods) e tre comprimari che Mario incontrerà durante la sua avventura, vale a dire Goombella, Flurrie e Koops. Come molti già sapranno, Paper Mario 2 è un action Rpg che fuoriesce abbastanza dai canoni classici del genere. Pur essendo a turni, i combattimenti richiedono infatti una partecipazione molto più attiva, con azioni da eseguire in tempo reale sia in attacco che in difesa, per aumentare e diminuire rispettivamente i danni fatti e subiti. Già dando un'occhio alla demo presente si evince come queste azioni siano presenti in gran numero e varino anche in relazione al comprimario attualmente selezionato ed al tipo di attacco. Solo per fare qualche esempio, in alcune situazioni dovremo premere il tasto A al momento giusto, in altre muovere lo stick analogico verso una direzione e ciccare il tasto quando indicato su schermo, in altre ancora dovremo premere i bottoni del pad secondo una precisa cadenza. Il sistema di combattimento ricorda quindi da vicino quello presente in Mario e Lugi: Superstar Saga, apparso qualche mese fa su Game Boy Advance; in Paper Mario 2 però si rivela essere ancora più completo e profondo, sempre nell'ottica di rendere i combattimenti il meno noiosi possibile.

Il ruolo differente dei compagni di Mario (potremo selezionarne sempre uno per volta, in qualsiasi momento) non sarà limitato solo alle fasi di combattimento, ma anche a quelle di esplorazione ed interazione con gli altri personaggi. Goombella ad esempio potrà fornirci utili indicazioni sul luogo dove ci troviamo e sui suoi ostacoli, Flurrie metterà a nostra disposizione un potente getto d'aria e Koops infine potrà esibirsi in un potente attacco frontale, grazie al suo guscio. Come non citare poi il notevole humor presente in tutte le situazioni di gioco? Pur non potendo giocare oltre 10 minuti per ognuno dei livelli presenti, non sono mancate le situazioni che ci hanno strappato più di un sorriso, come ad esempio quando Mario, appena giunto a Rogueport, si trova ad essere ricercato per aver aiutato, senza nemmeno accorgersene, Goombella, oppure quando poco dopo si trova in mezzo alla piazza principale a discutere con un passante, quando a pochi metri di distanza le guardie stanno setacciando la città ed urlando per trovarlo. La tecnica 2D (che ricalca anche l'appellativo del gioco, Paper Mario) utilizzata si integra alla perfezione con il tipo di gioco, supportata dalla possibilità di muovere il personaggio anche in profondità, oltre che in orizzontale. La realizzazione degli ambienti segue questa falsariga, denotando colori sempre vividi ed un'ottima scelta nella realizzazione dei background. Con tutte queste promesse Paper Mario si candida quindi ad essere, al pari del prequel, l'ennesimo spinoff di grande spessore sviluppato da Nintendo.