Gba Protector e Stick Boy  0

Xtecnologies, popolare sviluppatore di periferiche per console e Pc, ci propone Gba Protector e Stick Boy, 2 nuovi add on per il Game Boy Advance. Vediamo insime se vale la pena o meno accoppiarli con la nostra fidata console portatile!

Gba Protector

Siete pasticcioni? Vostro fratello piccolino fa cadere sempre la vostra amata console portatile a terra ed i graffi non si contano più? Questo Gba Protector è decisamente un toccasana per voi. Una volta scartata la confezione e tolto il cartone dall’interno di questo guscio bianco, vi basterà infilare la vostra console al suo interno e magicamente avrete finito di rispedire continuamente il Game Boy Advance al detestato centro assistenza; completa la confezione (di plastica e quindi da gettare appena lo si tira fuori per la prima volta), un laccetto in modo da poter portare il GBA a tracolla. Per quanto riguarda la prova su strada dei giochi, nessun problema per Mario, la protezione non dà troppo fastidio al posizionamento delle dita sui tasti, lo stesso dicasi per il picchiaduro a scorrimento di Capcom. Per quanto riguarda il meraviglioso Street Fighter 2 invece, all’inizio è facile che qualche Hadou Ken non venga effettuato, super mosse soprattutto, ma con un po’ di pratica non ci dovrebbero essere particolari problemi. 7 Pollice alto quindi per Gba Protector, se lo trovate a prezzo conveniente (purtroppo ignoriamo quale sia quello consigliato dal produttore), fatelo vostro.

Stick Boy

Dal design accattivante, Stick Boy è una periferica di dubbio valore per motivi che adesso andremo ad elencare: dopo averla agganciata alla console (mediante i due fori in alto su Game Boy Advance), potrete usare lo sportellino mobile per coprire lo schermo per poi riaprirlo quando dovete giocare, peccato però che la pessima croce direzionale (che a prima vista potrebbe ricordare quella di Neo Geo Pocket o addirittura una leva analogica) spazzi via quella sensazione di “figo” che fino a qualche secondo fa aveva Stick Boy: se giocare Mario Advance e Final Fight One porta qualche problema nei movimenti, Street Fighter 2 regala gesti inconsulti quali salti non calcolati o immobilità, anche se le mosse speciali vengono effettuate con la medesima grazia del pad digitale di serie della macchina. 9 Un occasione sprecata.

Conclusioni

Pollice alto per il comodo Gba Protector, di indubbia utilità se temete per l’incolumità della console portatile per eccellenza e che inficia poco e nulla sulla comodità di gioco.
Spiace tanto purtroppo dire il contrario per Stick Boy, vero e proprio “ammazzagiocabilità”.

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Introduzione

Che oramai Game Boy Advance sia un pezzo di hardware destinato ad un colossale successo lo avevamo immaginato un po’ tutti, visto che tra Game Boy, versione Pocket ed il buon Game Boy Color, sono stati venduti oltre 70 milioni di pezzi in tutto il mondo, a cui si somma una decina di milioni di esemplari di Gioco Ragazzo Avanzato.
Com’è consuetudine, le terze parti non hanno esitato un attimo nel buttarsi a testa china nello sviluppo di periferiche più o meno utili (luci, porta console e cavi link), Xtecnologies in primis ed infatti i due prodotti che andremo ad analizzare appartengono proprio a questo produttore. Ladies and gentleman, vi presentiamo oggi Gba Protector e Stick Boy.
I giochi scelti per testare le due periferiche appartengono a 3 generi diversi per vedere quanto possano inlfluire, positivamente o meno, sulla comodità del giocatore: Mario Advance di Nintendo, Final Fight One e Street Fighter 2 Revival (import) di Capcom, rispettivamente un platform, un picchiaduro a scorrimento ed un classico beatem’up uno contro uno.