8.0

Redazione

8.2

Lettori (7)


  • 6
  • 0
  • 18
  • 1
  • Data di uscita: 20 maggio 2002
  • Piattaforme: pc
  • Tipologia di gioco: Adventure

Martin Mystére: Operazione Dorian GrayMartin Mystere - Operazione Dorian Gray 0

Uno dei fumetti italiani più famosi ed amati vivrà nel nostro computer grazie ad Artematica. Martin Mystère: operazione Dorian Gray ci porta fra le pagine avventurose di questo affascinante personaggio della scuderia Bonelli

Martin Mystere - Operazione Dorian Gray Martin Mystere - Operazione Dorian Gray

Alfredo Castelli, cenni brevi.

Nasce a Milano il 26 giugno 1947, studente di architettura affascinato dal mondo del fumetto, si cimenta nella pubblicazione della sua prima fantine già nel 1965. Da qui inizieranno, sempre più frequenti le collaborazioni con svariate case editrici che lo impiegheranno come sceneggiatore oppure soggettista.
Entra a contatto col mondo della pubblicità, che lo porterà a scrivere spot per “Carosello” ed ad abbandonare definitivamente gli studi di Architettura, per seguire la sua carriera di sceneggiatore-scrittore.
La sua prima impresa editoriale risale al 1968, anno di pubblicazione di “Tilt”, periodico umoristico creato su stampo dell’americano “Mad”, dal quale però non erediterà lo stesso successo, chiudendo dopo appena due numeri. Nel 1970 Castelli riceve il primo riconoscimento ufficiale del suo lavoro al Salone di Lucca, vincendo lo “Yellow Kid” come miglior sceneggiatore dell’anno. All’inizio degli anni settanta inizia anche la sua collaborazione con Sergio Bonelli, sceneggiando storie per “Zagor”, “Mister No” e “Ken Parker”.
Successivamente approdato al “Giornalino” delle Edizioni Paoline, incontra Giancarlo Alessandrini (futuro disegnatore di Martin Mystere) e nel 1975 ritorna al “Giornalino”, dal quale si era temporaneamente allontanato per lavorare al “Corriere dei Ragazzi”, proponendo la serie di “Allan Quatermain” dal cui rifiuto degli editori inizierà la lunga gestazione e trasformazione che si concluderà appena sette anni più tardi, quando si apriranno le porte del numero 3/a di Washington Mews.

Archeologia e computer

Oltre alla formula vincente di “cultura-avventura” Martin Mystere (o Buon Vecchio Zio Marty, come si autodefinisce lui, ironicamente, scherzando a malincuore sulla propria età) possedette fin dal primo episodio una serie di caratterizzazioni che lo resero subito ineguagliabile alla schiera di personaggi già presenti in casa Bonelli, per non parlare della concorrenza. Fu il primo personaggio a fumetti a possedere ed utilizzare regolarmente un computer (e si parla del 1982), nel caso specifico uno storico Mac Classic, ancora oggi è l’unico personaggio che possieda una data di nascita e che quindi invecchi realmente col passare degli anni (nasce a New York nel 1942 infatti) e la sua spalla di sempre è un uomo di Neanderthal vecchio di diecimila anni circa.
Le premesse per creare un adventure intrigante, lo potete constatare voi stessi, sono molte, soprattutto se tenente conto che non vi che rivelato un decimo di quello che è il mondo all’interno del quale vive Mystere.
Artematica ha colto la palla al balzo, già autori della buona trasposizione digitale del personaggio fumettistico di Druuna e operanti in Italia da ormai otto anni come una delle più importanti realtà multimediali del nostro paese, hanno deciso di creare un titolo d’avventura basato su un episodio molto particolare delle storie del “detective dell’impossibile”.

Martin Mystere - Operazione Dorian Gray Martin Mystere - Operazione Dorian Gray
Martin Mystere - Operazione Dorian Gray Martin Mystere - Operazione Dorian Gray
Martin Mystere - Operazione Dorian Gray Martin Mystere - Operazione Dorian Gray

Mister Jinx

Compare più d’una volta nella serie di avventure di Martin Mystere, dalla fisionomia vagamente demoniaca, estremamente astuto e pericoloso è il prototipo di super criminale alla “Lex Luthor” (per tutti i fan di Superman). Una sorta di perverso scienziato che cerca ad ogni episodio di creare apparecchiature in grado di soddisfare di volta in volta, le aspirazioni più segrete dell’uomo. Odia profondamente Martin Mystere e spesso medita i suoi piani di vendetta fumadosi un sigaro che accende… con le dita.

Operazione Dorian Gray

“Operation Dorian Gray” è il titolo dell’episodio raccontanto in uno degli albi più vecchi della serie, in cui un ricercatore del M.I.T. (Massachussetts Institute of Technology) scopre il modo per poter “travasare” l’intera mente di un essere umano da un corpo all’altro, al fine di poter trasferire la propria personalità su un corpo sempre giovane e potere quindi vivere per sempre. Ovviamente non tutto fila liscio come dovrebbe e in mezzo alla faccenda si inserirà uno dei più bizzarri nemici storici di Martin Mystere: Mister Jinx (vedi box).
E’ stato possibile visionare un breve trailer del gioco, in cui veniva presentata la storia e dal quale si potevano cogliere alcune immagini prese dal gameplay. Una lacrima ha solcato la mia guancia quando mi sono reso conto di trovarmi davanti alla più classica delle avventure “punta e clicca”, quel genere che molti danno ormai per morto e sepolto, i cari vecchi “adventure”, rivive sul suolo patrio in una veste all’apparenza di tutto rispetto.
Come da copione sembra che i personaggi tridimensionali, realizzati in maniera convincente, si muovano in ambientazioni altrettanto tridimensionali e ricche di dettagli, ottenute grazie ad un nuovo motore grafico impiegato da Artematica per la prima volta in questo gioco. Purtroppo solamente un paio di scene sono distinguibili dal materiale pervenuto in redazione, ma tanto è bastato a colpire il mio animo da vecchio fan della serie a fumetti, quando ho visto l’appartamento di Mystere ricreato con tanta dovizia di particolari da risultare assolutamente simile a quello disegnato da Giancarlo Alessandrini e soci, mi sono commosso nuovamente. L’interfaccia di gioco purtroppo risulta quasi sconosciuta, dal materiale disponibile non se ne deduce il funzionamento, anche se apparentemente sembrerebbe che tutti i comandi siano stati raggruppati sul cursore, come d’altra parte, in tutti gli ultimi titoli del genere, come Lucas Arts insegna. Operazione Dorian Gray è comunque un titolo che strizza l'occhio alle avventure vecchio stampo, nel dichiarato tentativo di unire un feeling più "vecchia scuola" alle soluzioni grafiche e tecnologiche più attuali.
Da alcune delle indiscrezioni che abbiamo avuto dagli sviluppatori, possiamo dire che il titolo sarà prevalentemente un adventure, anche se saranno presenti alcuni brevi momenti action (sui quali per il momento si mantiene il riserbo). Nel completo rispetto di una filosofia retrò, i dialoghi avranno una parte fondamentale (e chi conosce la proverbiale dialettica del BVZM sa cosa può significare). Molto spesso usare le parole giuste al momento giusto potrebbe essere di fondamentale importanza, ma per il momento non possiamo rivelare di più.

Martin Mystere - Operazione Dorian Gray Martin Mystere - Operazione Dorian Gray

Se proprio devo esprimermi… Diavoli dell’inferno!

Tanto per citare l’espressione preferita dal BVZM (che fa concorrenza a “Giuda Ballerino” del quasi collega londinese). E’ decisamente troppo prematuro qualsiasi tipo di giudizio sul lavoro dei nostri ragazzi di Artematica, se non i complimenti per la scelta del soggetto e dell’episodio in particolare. Hanno potuto prendere spunto da uno sceneggiatore d’eccezione come Alfredo Castelli, speriamo ne abbiamo tratto le giuste nozioni per realizzare un’opera quantomeno all’altezza del personaggio che hanno deciso di rappresentare. In ogni caso, lo scopriremo presto sul nostro Pc, o sul nostro XBOX.
Un'ultima nota interessante riguarda proprio le piattaforme: Artematica ha infatti indetto presso il suo sito un sondaggio per gli utenti Macintosh interessati al gioco. Raggiungendo un certo quorum non è detto che anche il BVZM possa giocare al suo gioco sul suo fido Mac...

Martin Mystere - Operazione Dorian Gray

Martin Mystere - Operazione Dorian Gray

Artematica: il videogame secondo L'Italia

Come abbiamo già accennato, Artematica è stata fondata nel 1996 da Riccardo Cangini, e si distingue, oltre che per un background storico notevole, per la sua notevole versatilità nella creazione di videogiochi e prodotti multimediali.
Al momento Artematica sviluppa pratticamente per tutte le più importanti piattaforme, realizzando sia videogame veri e propri che produzioni promozionali e commerciali per importanti aziende. Artematica si è particolarmente distinta con uno dei suoi ultimi progetti, Druuna: Morbus Gravis, che ha ricevuto il premio come miglior opera multimediale all'edizione 2001 di Lucca Comics.
Artematica ha una lunga lista di partner e collaborazioni prestigiose, fra le quali citiamo Microsoft, Nintendo, Ferrero, Hobby & Work e molte altre; i sui videogame sono distribuiti e localizzati in più di dieci paesi. La dimostrazione vivente che il Made in Italy può esistere anche in ambito videoludico.

Martin Mystere - Operazione Dorian Gray Martin Mystere - Operazione Dorian Gray

Il mio nome è Mystere

Se mai un giorno doveste trovarvi a gironzolare per New York, visitate il Greenwich Village. Dovreste trovare una piccola strada privata delimitata da due cancellate, se dovesse esserci parcheggiata una vecchia Ferrari Mundial sapreste per certo di trovarvi in Washington Mews al numero 3/a, davanti all’abitazione di Martin Mystere.
Comparso in Italia ventun anni fa, partorito dalla capace penna di Alfredo Castelli è uno dei protagonisti più particolari e sofisticati della letteratura a fumetti del nostro paese. Martin Mystere è l’evoluzione moderna di Allain Quatermain, personaggio avventuroso molto simile al dottor Indiana Jones, che Alfredo Castelli creò ispirandosi al personaggio letterario omonimo di H.R. Haggard. (nda “Le miniere di re Salomone”) poi comparso anche in un film di serie b dove veniva interpretato dal signor Richard “uccelli di rovo” Chamberlain.
Fortunatamente Castelli, per svariate esigenze, decise di cambiare al suo personaggio nome e aspetto creando così Martin Mystere: Newyorkese, laureato in svariate discipline sia artistiche quanto scientifiche, con un bagaglio culturale umanistico elevatissimo e di matrice prevalentemente europea, dotato di una conoscenza quasi enciclopedica alimentata da una grande curiosità per tutta la cultura “non convenzionale”, che lo trascina inevitabilmente in giro per il mondo per indagare sui casi più straordinarii e sui misteri più antichi della storia del nostro pianeta