Population Growing, Parte Sesta: Trainspotting  0

I viaggi nelle città degli amici, le chiacchiere con gli animali delle altre città…

Quel Dolce Visino...

"Piacere, mi chiamo Blanca e... Oh, che sbadata! Stamattina lavandomi ho cancellato la mia faccia... Mi daresti una mano a disegnarne una nuova?"
Un annuncio di certo shockante, che sembra provenire da un film dell'orrore o perlomeno da un racconto di paura, eppure è la realtà. La triste realtà di questa povera gattina senza volto e che ogni tanto, incontrandola sul treno che ci porta nella città vicina, dovremo aiutare, non sempre con i migliori risultati.
Ma a parte questa curiosa parentesi, è l'arrivo vero e proprio in una nuova città che apre un mondo totalmente nuovo ai nostri occhi: tutti i villaggi - con gli annessi fiumi, laghi e dislivelli - infatti sono generati casualmente dal programma, e il senso di spaesamento iniziale sarà notevole. Ben presto però si inizierà a familiarizzare con il luogo, abitanti compresi. Già, perché anche i cittadini saranno pronti a fare quattro chiacchiere con noi, e non mancheranno di raccontarci pettegolezzi riguardo all'amico che ci ha ospitato nella sua città: tireranno fuori per l'occasione le lettere da lui scritte e le commenteranno sotto i nostri occhi, mostrandoci i lati più nascosti della loro personalità. Anche se estranei in città, sarà importante stringere amicizie con la gente che vi abita, e la maggior parte delle volte verremo premiati: alcuni personaggi, se ci troveranno particolarmente simpatici, preferiranno lasciare la città e seguirci nel viaggio di ritorno per metter su casa da noi, con nostra grande soddisfazione e la disperazione dell'amico per aver perso un concittadino. Cattiveria allo stato puro, niente da dire.

Quel Dolce Visino...

Saremo liberi di entrare nella casa del nostro amico, e di vedere come è stata più o meno elegantemente arredata. Non sarà possibile muovere i suoi mobili secondo il nostro gusto, ma di sicuro non mancheranno i commenti su quel quadro poco intonato alla tappezzeria o il divano messo in una posizione poco comoda, sempre per non mancare in cattiveria. E potremo sfruttare tutto quanto ci offre il nuovo ed inesplorato territorio: portare via un po' di pesci, rovistare nella discarica, scavare buche alla ricerca di fossili sarà assolutamente legittimo, a patto di portarsi da casa gli attrezzi del mestiere oppure comprandoli da Tom Nook.
Già, Tom Nook... Perché anche il negozio del procione sarà ben diverso da quello che avete lasciato poco prima nella vostra città natale, con altri oggetti da comprare, per non parlare della frutta che cresce sugli alberi, dell'ufficio oggetti smarriti presso la Stazione di Polizia e dei vestiti differenti all'atelier delle Able Sisters. Insomma, come raddoppiare il divertimento con un semplice swap di memory card.

Sì, Viaggiare...

Anche in questo aspetto quindi Animal Crossing si conferma come un vero community game: le possibilità offerte dai viaggi in altre cittadine non fanno altro che aumentare in modo esponenziale il divertimento, e la costante scoperta di nuovi oggetti e nuovi personaggi da portare nel nostro villaggio suggerisce di prendere il treno ogni volta che è possibile.
Inoltre questo stesso metodo si rivela molto utile per creare, oltre ad una comunità su vasta scala e coordinata attraverso il web, una più ristretta ma fatta di contatti reali tra utenti vicini tra loro per area geografica. La particolarità poi di poter interagire praticamente con ogni aspetto della città e cambiarne a piacimento alcuni parametri, è sicuramente una ulteriore spinta a cercare un altro crossista vicino a casa propria.
Cosa desiderare di più quindi da un community game? Non penso che il Lucano sia uno dei desideri di Tom Nook, ergo...


Population: Growing! - Speciale Animal Crossing

Prima Parte: First Impact
Seconda Parte: Animal House
Terza Parte: Vivere!
Quarta Parte: Online, ma Offline!
Quinta Parte: Ce l'ho, ce l'ho, mi Manca...
Sesta Parte: Trainspotting
Settima Parte: Saturday NES Fever
Ottava Parte: GBA Tuttofare
Nona Parte: O si Odia, o si Ama
Decima Parte: Il Futuro è Vicino!

Animal Crossing è un gioco enorme, complesso, una vera e propria vita virtuale, e adesso che anche i giocatori PAL, grazie al FreeLoader, possono usufruire di un tale pezzo di software, ci è sembrato giusto dedicare al Communication Game di Miyamoto uno speciale.

Dieci capitoli in cui il nostro Filippo Ferrari sviscererà per bene i dieci aspetti più salienti del gioco, una guida per i turisti di Animal Crossing, perché la vita è dura ed avere un po' d'aiuto non fa mai male!


Capitolo 6: Trainspotting
Oltre all'interazione a distanza tra gli utenti mediante la corrispondenza epistolare e lo scambio di oggetti, c'è una possibilità in più per chi ha un altro amico crossista vicino a casa. E in ogni visita alla città del vicino non mancano certo le sorprese, a cominciare dal viaggio in treno per raggiungerla.