Resident Evil: OutbreakResident Evil Outbreak 

Abbiamo messo le mani sul nuovo Resident Evil online. Le nostre primissime impressioni.

Resident Evil Outbreak Resident Evil Outbreak

Il gioco era presente sia allo stand Sony che in quello Capcom, e offriva quattro postazioni ovviamente collegate in modo da permettere ai giocatori di partecipare alla stessa sessione di gioco. I personaggi selezionabili sono otto, e l’avventura comincia al Jack’s Bar, dove improvvisamente ci sarà un attacco di zombie che provocherà il panico tra i presenti. A questo punto sarà possibile controllare il giocatore selezionato e seguire le vicende dal proprio punto di vista. Il movimento dei personaggi è finalmente relativo alla croce direzionale, anche se i cambi di direzione sono abbastanza lenti, probabilmente per scelta dei programmatori. A seconda del personaggio selezionato avremo un differente equipaggiamento iniziale, che ad ogni modo sarà a dir poco essenziale e porterà il giocatore a rimanere privo di difese entro poco tempo, con un’ultima possibilità di allontanare gli zombie mediante un’energica spallata. Ad ogni modo sarà possibile raccogliere una gran quantità di oggetti sparsi per lo scenario di gioco e utilizzarli contro gli zombie. Non necessariamente dovremo interagire con gli altri utenti collegati, ma potremo comunque scambiare oggetti e armi mediante contatto ravvicinato e magari muoverci in squadra in modo da affrontare al meglio i minacciosi non morti. Anche se non l’abbiamo potuto verificare di persona, c’è stato confermato che nella versione finale del gioco sarà presente la possibilità di giocare anche dalla parte degli Zombie, ed inoltre ogni civile che verrà morso da una di queste creature sarà dotata di una barra energetica che se raggiungerà il 100% porterà il proprio personaggio a trasformarsi in non-morto. Una volta provato il gioco in prima persona l’azione purtroppo non sembra ingranare, i movimenti dei personaggi sono goffi e lenti, e il sistema di gioco sembra un po’ troppo macchinoso. Probabilmente Resident Evil Outbreak non è un gioco che si presta ad essere giocato dieci minuti in una fiera caotica come l’E3, rimandiamo quindi ogni giudizio in futuro e ad una prova più approfondita.

Resident Evil Outbreak Resident Evil Outbreak
Resident Evil Outbreak Resident Evil Outbreak

i

Resident Evil? Online? Ebbene sì, anche Capcom sta per fare il grande passo ed una delle saghe più apprezzate e sequelizzate della storia dei videogames sta per approdare nel mondo dell’online. Resident Evil è un gioco che se da un lato può prestarsi ad un’implementazione del genere, dall’altro è ben difficile adattarlo per una schiera folta di giocatori, a causa dell’enorme quantità di personaggi da gestire e dalla loro interazione.

TI POTREBBE INTERESSARE