Sonic BattleSonic Battle 

Stavolta niente anelli da recuperare, ma il porcospino blu è sempre pronto a combattere sugli schermi del portatile Nintendo!

No Chao? No Party!

Se avete giocato ad uno dei Sonic Advance, ricorderete sicuramente il Chao Garden: utilizzabile di fatto solo da chi possedeva anche un Sonic Adventure per Gamecube e di un cavo per connettere le due console Nintendo, permetteva di allevare un cucciolo di Chao riempiendolo di cibo o di carezze.
Purtroppo in Sonic Battle è stato tolto questo piccolo extra, quindi non vi resta che ripescare uno dei vecchi titoli del Sonic Team per far crescere il vostro piccolo Chao.

Andavo a cento all'ora per veder la bimba mia...

Mettetevi nei panni di Sonic, quando sulla spiaggia di Emerald Beach trova uno strano oggetto: all'apparenza un robot arrugginito, ma che dopo qualche ricerca si rivelerà una potente arma risvegliata dal perfido dr. Eggman (o Ivo Robotnik se preferite). Per fortuna che il malvagio in questione non è riuscito a scoprire come attivarla, ed ora è più che altro un innocuo robottino che ubbidisce solo agli ordini del porcospino, ma che in molti desiderano possedere per gli scopi più disparati. Va detto anche che, in quanto macchina da guerra intelligente, il piccolo Emerl (così viene fantasiosamente chiamato dal suo irsuto pardone) è in grado di apprendere le tecniche di combattimento degli avversari che affronta, e il fatto di essere alimentato direttamente dai Chaos Emeralds gli dona una potenza notevole.
Diversamente da tutti i precedenti giochi a piattaforme che avevano come protagonista la mascotte Sega, stavolta ci troviamo quindi di fronte ad un titolo piuttosto particolare, che si colloca a metà strada tra un RPG e un picchiaduro in arene tra due o più giocatori. Lo story mode infatti prevede molte locazioni da visitare, nelle quali quasi sempre troveremo un combattimento, ma anche un ingegnoso sistema di potenziamento di Emerl per proseguire nell'avventura.
Ogni incontro vinto, solitamente dopo un certo numero di KO inflitti agli avversari, farà crescere i punti esperienza del robot, che potranno essere "spesi" per attivare le mosse che vengono via via acquisite sotto forma di schede di memoria: maggiore il punteggio richiesto, più efficace il miglioramento. Queste mosse poi possono, in sede di battaglia, essere assegnate ad attacchi di terra, aerei o come contromossa difensiva, adeguando le proprie strategie per contrastare ogni avversario nel migliore dei modi.

Sonic Battle Sonic Battle

Se non temi questa potenza, combatti!

Anche dal punto di vista grafico Sonic Battle è uno strano ibrido: la parte esplorativa è rigorosamente bidimensionale, con i dialoghi tra i protagonisti pieni di artwork ben disegnati e con qualche piccola animazione. Non che le locazioni siano poi disegnate con grande maestria, con una strana prospettiva isometrica ed assolutamente statici, piuttosto bruttine in verità.
Ma la vera commistione di stili si ha nelle arene di combattimento, fatte di poligoni nei quali si muovono i personaggi disegnati in due dimensioni. Pochi gli stage, e molto limitati anche nel numero di poligoni così come per la qualità delle texture, a parte quelli ambientati nelle rovine Chao. Tutto sommato il risultato si lascia apprezzare, ma non si può che rimanere un po' delusi dal poco sforzo svolto dai programmatori.
E se invece i personaggi invece si muovono bene e sono ricchi di animazioni e mosse speciali, resta un accostamento che non convince molto, proprio perché continuano a muoversi come se fossero su uno schermo piatto. Decisamente inguardabile il fatto che in tutti i movimenti in profondità, Sonic e compagni restano sempre di profilo, pur lanciando attacchi in tutte le direzioni dello spazio.
Il sonoro rimane un altro punto dolente del gioco, fatto di pochi motivetti non molto ispirati e di effetti sonori divertenti ma solo nelle prime partite; presto il volume del GBA verrà settato al minimo, se non addirittura disattivato.
Se non altro i combattimenti nelle arene sono divertenti, frenetici e caotici quanto basta per divertirsi a lungo, sperimentando tutti i possibili potenziamenti di Emerl progredendo nel gioco. Se poi avete a disposizione qualche amico da sfidare, sarà quasi come avere una versione portatile di Super Smash Bros Melee, anche se dalle potenzialità molto più limitate.

Sonic Battle Sonic Battle
Sonic Battle Sonic Battle

Commento

Se l'idea di portare il porcospino al di fuori del solito gioco "salta-corri-raccogli gli anelli" è sicuramente da premiare, il risultato non convince completamente.
Tecnicamente l'ibrido 2D/3D può dirsi riuscito solo in parte, in grado di dare molta più profondità all'azione ma che a molti potrebbe non piacere.
Positiva invece la possibilità di far progredire il nostro personaggio, insegnandogli nuove abilità, e il continuo intreccio di storie fra i personaggi che compaiono nell'avventura anche se di fatto si tratta quasi sempre di spostarsi da una arena all'altra.
Un gioco che nel single player non offre molto, con uno story mode dal ritmo blando e dalla meccanica poco interessante, ma che nelle sfide fra più giocatori (a patto di avere altre tre copie del gioco) guadagna molti punti, tra arene e mini-giochi vari.

Pro: personaggio in continua evoluzione story mode affrontabile con più personaggi sfide a quattro molto divertenti ottima dotazione di extras... Contro: ...ma quasi tutti per il multiplayer grafica 2D/3D non del tutto riuscita single player ripetitivo

Abituati a vedere Sonic in tre dimensioni solo sui 128-bit? Costretti ad accontentarci di un porcospino bidimensionale sul portatile Nintendo?
Ma le cose sono cambiate finalmente! Anzi, no... O meglio, non proprio...

TI POTREBBE INTERESSARE