Super Mario 64 DSSpeciale Nintendo DS: l'uscita italiana 

Sbarca finalmente anche in Italia, ed in tutto il vecchio continente, l'ultima console Nintendo: il tanto chiacchierato e desiderato DS è tra noi!

Data di lancio e prezzo: 11 Marzo 2005 in Italia (Euro 159.99)

Dimensioni (da chiuso): 148.7 millimetri (larghezza), 84.7 millimetri (lunghezza), 28.9 millimetri (altezza)

Schermo superiore: display da 3 pollici, semitrasparente TFT color LCD con risoluzione pixel di 256 x 192 e .24 mm dot pitch, capace di mostrare 260,000 colori

Touch Screen: le stesse feature dello schermo superiore, ma con in più caratteristiche Touch Screen

Wireless: IEEE 802.11 ed un formato proprietario Nintendo; wireless range da 10 a 30 metri; più giocatori potranno giocare in multiplayer mediante l'utilizzo di una sola Card

Controlli: Touch screen, microfono incorporato per riconoscimento vocale, bottoni A/B/X/Y, control pad, tasti dorsali L/R, Start and Select

Input/Output: slot per le Cards Nintendo DS e Game Boy® Advance, uscita per cuffie stereo e microfono

Altre caratteristiche: Software PictoChat incluso che permette la comunicazione in real time fino a 16 persone, orologio, data, tempo e allarme, software di calibrazione del Touch Screen

CPUs: un processore ARM9 ed un processore ARM7

Audio: Speakers stereo capaci di suono virtual surround

Batteria: Ioni di litio, da 6 a 20 ore di gioco con una ricarica da 4 ore; power-saving sleep mode; alimentatore AC

Lingue: Inglese, Giapponese, Spagnolo, Francese, Tedesco, Italiano

Colori disponibili al lancio: Argento. Altri colori saranno commercializzati successivamente (Pink, nero, bianco)

Speciale Nintendo DS: l'uscita italiana Questo è uno dei colori che saranno commercializzati in futuro Speciale Nintendo DS: l'uscita italiana ..la versione Nera Speciale Nintendo DS: l'uscita italiana ..e quella Bianca

Speciale Nintendo DS: l'uscita italiana
Speciale Nintendo DS: l'uscita italiana

1) Lo schermo del Nintendo DS
2) Speaker con sonoro stereo
3) Pulsante d'accensione
4) Pulsanti di controllo (A, B, X, Y, L, R, Start e Select)
5) Microfono per l'input audio (voce, battito delle mani, ecc)
6) Controllo del volume
7) Slot per cartucce GBA (I giochi di Game Boy e Game Boy Color non funzioneranno)
8) Luce che indica la ricarica
9) Luce che indica lo stato della batteria
10) Jack per cuffie
11) Ingresso per alimentazione
12) Slot per le cards DS
13) Aggancio per il laccio
14) Spazio di alloggiamento per il pennino


Questo è il laccetto per portare Nintendo DS con sé, battezzato negli USA come "Thumb Strap". E va ovviamente attaccato all'apposito foro posto sul retro della Console. Alla fine dello strap c'è un pezzetto di plastica nera, circolare, da applicare al pollice per toccare lo schermo di Nintendo DS col dito in alternativa al pennino.

Speciale Nintendo DS: l'uscita italiana

Il dettaglio del pennino che servirà ad utilizzare al meglio il Touch Screen dello schermo inferiore di Nintendo DS. Molto simile a quello dei comuni computer palmari o dei telefonini di nuova generazione.

Speciale Nintendo DS: l'uscita italiana

Ecco l'immagine di una card per i giochi del DS. Conterrà più di un gigabit di informazioni ed è fabbricata con nuove tecnologie di miniaturizzazione made in Nintendo.

Speciale Nintendo DS: l'uscita italiana

Di seguito, il pack ufficiale di debutto. Molto accattivante la confezione, sul quale si nota chiaramente un artwork di Metroid Hunters, del quale sarà presente una Demo in omaggio insieme alla Console.

Speciale Nintendo DS: l'uscita italiana

Finalmente è arrivato!

Guardandosi alle spalle, sembra quasi ieri quando filtravano poche le informazioni riguardanti una nuova, fantomatica console rivoluzionaria di Nintendo. Prime voci, primi "rumors" ed ecco le prima foto online. Quanti hanno storto la bocca? Quanti si sono meravigliati? Di sicuro in tanti l'abbiamo desiderata già molto prima di conoscere ancora il suo vero nome, fiduciosi del fatto che su ogni macchina Nintendo, esce del software Nintendo. Ridendo e scherzando, oggi troviamo Nintendo DS proprio sugli scaffali del nostro negoziante di fiducia, a portata di mano. Un po' meno di portafogli, visto che solo in Italia, a differenza del resto del mondo, Nintendo DS costa qualche euro in più. In ogni caso Nintendo DS porta con sè una tale quantità di innovazioni da far impallidire qualsiasi altra console mai messa in commercio. E' proprio il caso di dire che stavolta la grande N ha voluto mostrare con potenza tutta la sua "Difference".

E' proprio il caso di dire che stavolta la grande N ha voluto mostrare con potenza tutta la sua Difference

Finalmente è arrivato!

Certamente una scelta controcorrente, che invoglia, stuzzica ed incuriosisce le persone, cercando di offrire modalità di gioco totalmente nuove, e per questo divertenti, buffe, interattive. L'interattività è il cardine di Nintendo DS. Perché non poter controllare il proprio personaggio direttamente con le mani?, avranno pensato a Kyoto. In un mercato videoludico dove la crescita tecnica è costante e velocissima, sicuramente c'era la necessità di guardarsi un po' attorno e cercare di fare qualcosa alla quale gli altri non avevano nemmeno pensato. Il videogame oggi è come una strada, e sapete esattamente dove porta. Vorreste percorrerla sempre più comodamente, magari con quattro corsie, velocissimi, oppure vi incuriosiscono tutte quelle stradine che vedete passare ai lati, e nessuno sa ancora dove possano portare?

Speciale Nintendo DS: l'uscita italiana

Tutti i titoli di lancio


Super Mario 64 DS
Mario debutta su Nintendo DS con il suo capitolo più massiccio: lo storico e rivoluzionario Mario64. Il sistema di controllo utilizza lo schermo inferiore con touch. Questo approccio, pur inizialmente ostico da imparare, diventerà ben presto "il sistema" di controllo, e passata qualche partita diventerà piuttosto facile manovrare Mario tramite la pressione delle dita. Graficamente pare decisamente migliorato rispetto alla controparte a 64bit: sparita ogni nebbia, le texture del gioco appaiono adesso molto più nitide e pulite. La profondità di visuale ne guadagna ulteriormente, e la sensazione di tridimensionalità è aumentata. Da giocare, per tutti, da rigiocare per chi ha già posseduto la versione casalinga. Nintendo ha infatti inserito numerose novità in questo Mario 64 DS: prima tra tutte, la modalità multiplayer wireless fino a 4 giocatori. Fino a quattro giocatori possono scaricare il software e quindi giocare a Super Mario 64 utilizzando una sola cartuccia del gioco. A differenza del vecchio Mario 64, inoltre, stavolta è possibile selezionare come personaggi giocanti anche Yoshi, Wario e Luigi, andando ad incidere pesantemente nel gameplay. Le stelle sono salite a 150 e sono stati inclusi ben 36 minigiochi che utilizzano al massimo le caratteristiche tecniche di Nintendo DS.
La nostra recensione completa è raggiungibile cliccando qua.

Speciale Nintendo DS: l'uscita italiana Speciale Nintendo DS: l'uscita italiana

Wario Ware Touched!

Nintendo DS sembra una macchina pensata e studiata per far girare un gioco come Wario Ware. La follia dei minigiochi che compongono Wario Ware trova la propria massima espressione proprio sfruttando il touch screen, il doppio schermo ed il microfono. Gli sviluppatori di Nintendo si erano già sbizzarriti abbastanza creando i vari Wario Ware per Game Boy Advance e GameCube, ma con la versione DS hanno trovato ancora pane per i loro denti e libero sfogo a tutta la fantasiosa creatività dei loro minigiochi. La meccanica rimane la stessa: brevissimi giochi dalla durata di pochissimi secondi vanno affrontati con una prontezza di riflessi da far spavento. In pochissimi millisecondi bisogna capire cosa fare, e come farlo. L'immediatezza di Wario Ware è accentuata dall'uso diretto del pennino sullo schermo: il vecchio pad, che faceva da intermediario tra il nostro pensiero e il videogioco, è così tagliato fuori, si agisce direttamente sullo schermo. Se cercate un software che sfrutti appieno tutte le caratteristiche del vostro nuovo Nintendo DS, l'avete trovato!

Speciale Nintendo DS: l'uscita italiana Speciale Nintendo DS: l'uscita italiana

Pokémon Dash!

Prima apparizione della popolarissima mascotte Nintendo su DS, Pokémon Dash! è, proprio come Mario Kart Double Dash!! col quale condivide parte del nome, un gioco di corse, dove tutti i personaggi della serie andranno ad affrontarsi in un totale di 5 coppe, per 5 circuiti ognuna. Un totale di 25 circuiti subito utilizzabili quindi, ma in Pokémon Dash! sarà anche possibile sbloccare nuovi contenuti inserendo nello slot per le cartucce GBA quella di Pokémon Rosso Fuoco o Pokémon Verde Foglia. Primo caso in assoluto di intercompatibilità tra giochi DS e giochi GBA. Il multiplayer è fino a 6 giocatori contemporaneamente su schermo. Le vetture si manovrano con il touch screen, e la direzione di guida va data semplicemente indicando la direzione con le dita, o con il pennino volendo. In attesa di Mario Kart, può essere un valido antipasto per quanto riguarda giochi di guida. Per tutti gli appassionati di Pokémon, e non.

Speciale Nintendo DS: l'uscita italiana Speciale Nintendo DS: l'uscita italiana

Polarium

Chokkan Hitofude, questo è il titolo originale di questo gioco, è un intrigantissimo rompicapo che ben si adatta al touch screen del Nintendo DS. Il giocatore sarà chiamato ad usare il pennino per unire gli oggetti su schermo, per dividerli o per cambiargli semplicemente il colore. Mostrato per la prima volta al CES di Las Vegas, rappresentò per la stampa una piacevole sorpresa. Tre modalità di gioco, tra cui una in multiplayer per sfide a due giocatori, e tre livelli di difficoltà per un titolo dalla meccanica di gioco intuitiva, semplice e intelligentemente implementato con l'uso del pennino ed il touch screen.
In ogni caso, per un quadro completo della situazione, la nostra anteprima.

Speciale Nintendo DS: l'uscita italiana Speciale Nintendo DS: l'uscita italiana

Project Rub

Il titolo SEGA, già conosciuto come "Feel the Magic", rappresenta uno dei giochi più innovativi e appetibili della nuova softeca in uscita per Nintendo DS. Project Rub è un simulatore di corteggiamento. Attraverso più di 30 missioni amorose, saremo chiamati a dover conquistare la nostra bella. Anche questa volta le caratteristiche della console saranno interamente usate, ad esempio quando dovrete soffiare sulle candeline della torta per festeggiare il compleanno della ragazza, oppure quando dovrete "massaggiare" direttamente sullo schermo la procace figura della vostra bella. Persino l'uso della voce sarà fondamentale al fine di conquistarla. L'interfaccia di gioco è molto stilosa e moderna, così come tutto il comparto tecnico di Project Rub, tendente all'Art Deco anni '60. Le animazioni sono egregie e la storia si dipana attraverso esse e molti dialoghi. Attraverso il microfono è possibile registrare un secondo e mezzo della nostra voce per poterla inserire in loop in una canzone da dedicare alla ragazza. Utilizzata anche la compatibiltà con i "vecchi" giochi per GBA: inserendo un gioco SEGA per GBA nell'apposito slot ed avviando Project Rub, compariranno alcune feature speciali. Chu Chu Rocket, Sonic Advance 1-3, Sonic Pinball Party, Sonic Battle, Astro Boy e Space Channel 5 sono tra i giochi supportati. Project Rub, con il suo concept innovativo, è sicuramente uno dei titoli da tenere sott'occhio all'uscita di Nintendo DS.
La recensione completa è raggiungibile cliccando qua.

Speciale Nintendo DS: l'uscita italiana Speciale Nintendo DS: l'uscita italiana

The Urbz: Sims in the City

Gli sviluppatori di Sims Fuori Tutti! per GBA tornano su una console portatile Nintendo, riproponendo praticamente lo stesso Urbz che già si era fatto apprezzare proprio su GBA. Si tratta di un porting quasi diretto, ben poco è cambiato "dall'altra" versione. Grafica, sonoro e giocabilità sono rimaste immutate, ma era lecito aspettarsi qualcosa di più, da Nintendo DS e le sue caratteristiche. Qualche virgola è stata cambiata, si tratta dell'aggiunta di qualche decina di minigiochi che sfruttano l'ausilio del pennino sul touch screen. Le interfacce grafiche sono state adattate per consentire al giocatore di poter districarsi nei menu premendo direttamente con le dita sullo schermo, difatti ogni tasto o bottone risulta veramente grosso e largo. D'altro canto, durante il gioco i menu a finestra sono veramente piccolissimi, e non è difficile premere per errore il pulsante sbagliato. La visuale è isometrica, con vista dall'alto, in un solido 2D. Ovviamente Nintendo DS è capace di ben altro, e dispiace che le sue caratteristiche tecniche non siano state supportate per migliorare ancora quello che di fatto è già un buonissimo gioco.

Speciale Nintendo DS: l'uscita italiana Speciale Nintendo DS: l'uscita italiana

Tiger Woods PGA Tour

Il simulatore di golf più famoso e venduto al mondo arriva anche su Nintendo DS, grazie ovviamente ad Electronic Arts. Il nuovissimo sistema di controllo promette scintille, così come tutto il comparto tecnico. E' possibile creare il proprio giocatore e farlo partecipare al Golf Premier Tour attraverso ben otto tracciati. Oltre a Tiger Woods sarà possibile selezionare altri nomi leggendari di questo sport come Jack Nicklaus e Vijay Singh. Il Touch screen è doppiamente usato: prima per scegliere le opzioni di tiro, il tipo di mazza da usare e per dare la direzione, poi anche durante il tiro per "controllare" il colpo ed indirizzarlo bene. Oltre alla modalità torneo, la modalità "free" e l'allenamento, è presente una bella opzione per giocare in multiplayer via wireless fino a quattro giocatori. In alternativa è possibile giocare in quattro a turni, sullo stesso Nintendo DS. C'è da dire che il nuovo sistema di controllo studiato dal team canadese si rivela sì alternativo ed innovativo, ma anche di difficile utilizzo. Ci vorrà sicuramente molto tempo prima di riuscire a padroneggiare egregiamente il pennino come una vera mazza da golf, e altrettanto tempo per ottenere dei buoni risultati.

Speciale Nintendo DS: l'uscita italiana Speciale Nintendo DS: l'uscita italiana

Mr. Driller: Drill Spirits

Quando uscì per la prima volta in Giappone, su Sega Dreamcast, questo gioco ottenne dalle riviste specializzate più importanti del mondo voti altissimi, che rasentavano quasi la perfezione. Di cosa si tratta? Di un geniale puzzle game, di quelli che fanno impazzire i nostri amici Giapponesi, ma che piacciono tanto anche a noi; Nintendo DS sembra la macchina ideale per questo tipo di gioco. Scopo di Mr.Driller è quello di "scavare" i blocchi dello schermo per arrivare al traguardo. Sotto terra mancherà l'aria, quindi durante la discesa sarà necessario conquistare dei blocchi di aria per poter sopravvivere, e contemporaneamente si formeranno dei blocchi in caduta libera assolutamente da evitare per non rimanere schiacciati! L'azione di gioco è furiosa, veloce e sembra non lasciarre spazio al ragionamento, ma è a quel punto che la vostra bravura di videogiocatori dovrebbe farsi sentire... Di contro il comparto grafico è ridotto all'osso: molto colorato, simpatico, rotondo, ma assolutamente semplice. Fino a quattro giocatori possono competere in un'appassionante gara wireless, sia in una modalità che necessita che ognuno possegga la cartuccia di gioco, sia in un'altra modalità "sharing" nella quale basta che anche solo un giocatore abbia la cartuccia.

Speciale Nintendo DS: l'uscita italiana Speciale Nintendo DS: l'uscita italiana

Spider-Man 2

Prodotto e sviluppato da Activision, Spider-Man 2 è il tie-in dell'omonimo film uscito nelle sale ed in dvd poco tempo fa e del fumetto edito da Marvel. Appena presentato questo gioco si impose al pubblico come uno dei più belli da vedere su Nintendo DS. Il gioco è in stile platform 2D ma il comparto tecnico è completamente tridimensionale, ed offre un colpo d'occhio di tutto rispetto, unito ad una velocità di scrolling da invidiare. Il framerate è piantato a 60fps e le animazioni dei personaggi sono veramente fluide e ottime. Le presentazioni dei livelli sono tutte in FMV, bellissimi, ed ogni cutscene è realizzata con cura, l'effetto generale sul piccolo schermo del DS è impressionante. L'uso del touch screen, poi, è stato implementato benissimo. Anche se il sistema di controllo non è rivoluzionario, risulta sicuramente comodissimo. La storia di Spider-Man 2 si dipana attraverso 16 livelli, anche se inserendo la cartuccia della versione GBA sarà possibile sbloccare alcuni segreti ed allungare la longevità totale.

Speciale Nintendo DS: l'uscita italiana Speciale Nintendo DS: l'uscita italiana

Rayman DS

Poteva mancare all'appello la simpaticissima mascotte di Ubisoft? Ovviamente no. Come da buona tradizione, Rayman è un platform-adventure completamente in 3D. Anche in questa versione per DS ogni livello realizzato è ben costruito e ispirato, dai colori vivi e "fiabeschi". Rayman DS si basa sul campione d'incassi Rayman 2, proponendo però una meccanica di gioco che implementa l'uso del touch screen. Attraverso 45 livelli il nostro eroe Rayman sarà chiamato a recuperare tutti i Lums dispersi nel mondo. Vascelli pirata, cascate d'acqua e caverne sottomarine sono solo alcune delle locazioni che ci attendono in Rayman DS. Come ogni buon capitolo di questa longevissima saga, le azioni effettuabili dal nostro personaggio sono svariate, e comprendono il volo, il nuoto, lo sci e la corsa. L'uso dei numerosi item sparsi per i livelli è assolutamente necessario, inoltre. Durante l'azione il giocatore può tenere d'occhio ogni statistica sullo schermo inferiore, dal numero dei Lums collezionati, alla barra della vita di Rayman. Graficamente ottimo, risulta molto piacevole da guardare grazie ai suoi livelli ben strutturati, realizzati con un discreto numero di poligoni e sopratutto con uno stile impeccabile. Con Mario 64 DS, Rayman rappresenta una valida alternativa nel genere platform su Nintendo DS.

Speciale Nintendo DS: l'uscita italiana Speciale Nintendo DS: l'uscita italiana

Asphalt Urban GT

Dai creatori di Asphalt Urban GT per Nokia N-Gage e cellulari, ecco arrivare la versione per Nintendo DS. Asphalt Urban GT sfrutta alcune licenze come quella di Lamborghini, Jaguar, Hummer e VW, e le locazioni di gara sono riprese da città vere. Il titolo trae diretta ispirazione da mostri sacri come Burnout e Ridge Racer; proprio come nel primo, il giocatore dalla guida spericolata sarà ricompensato da una barra di nitro per far correre ancora di più il proprio bolide: quindi guidare contromano, stare in coda sfruttando la scia e azzardare sorpassi a grande velocità. Il punto di forza di Asphalt Urban GT è sicuramente il gran senso di velocità che propone: il framerate è inchiodato a 60fps, anche se per ottenere questo gli sviluppatori hanno dovuto sacrificare qualcosa. Molti elementi a bordo pista sono infatti texture in 2D, e le macchine avversarie sono composte da pochissimi poligoni su schermo. E' anche vero che, gareggiando, tutto ciò non si nota affatto. Grazie al wireless è possibile gareggiare fino a cinque giocatori su schermo, ognuno con la propria cartuccia di gioco. Lo sfruttamento delle capacità multiplayer di Nintendo DS va a controbilanciare quello del touch screen che una volta tanto non è affatto utilizzato. Nello schermo inferiore comparirà costantemente una mappa del percorso ed i vari dati di gara, posizione, tempi e tachimetro.

Speciale Nintendo DS: l'uscita italiana Speciale Nintendo DS: l'uscita italiana

Zoo Keeper

Ancora puzzle game su Nintendo DS! Zoo Keeper pare appartenere a quella fortunata schiera di giochi facilissimi da prendere e da giocare, e difficilissimi da posare. Le caratteristiche di Zoo Keeper lo adattano a meraviglia al Nintendo DS: doppio schermo e touch screen sembrano essere nati proprio per questo. Per chi non avesse mai giocato a Zoo Keeper, possiamo dire che si tratta di un adattamento del gameplay famosissimo di Bejeweled, apparso su PC e cellulari: obiettivo del gioco è "scambiare" i piccoli animaletti colorati su schermo in modo da farli scomparire proprio come un Tetris. L'interfaccia di gioco è chiara e semplice, ed il pennino funziona egregiamente. Esiste anche una modalità a due giocatori, anche se sicuramente il punto di forza di Zoo Keeper rimane nel gioco singolo. Giocando in coppia è possibile osservare la situazione dell'avversario nello schermo superiore, e mediante alcune particolari combo sarà possibile togliere del tempo al nostro nemico, causandone pian piano la morte. La realizzazione di queste combo è però spesso frutto di fortuna, e capitano semplicemente a caso. Per questo Zoo Keeper risulta molto più divertente da giocare da soli, dove un tipo di gioco più ragionato e lento si adatta meglio alla strategia di vittoria.

Speciale Nintendo DS: l'uscita italiana Speciale Nintendo DS: l'uscita italiana

Robots

Robots altro non è che l'adattamento per il mercato videoludico dell'omonimo film creato dallo stesso team responsabile de "L'Era Glaciale". La versione DS di Robots è a sua volta un adattamento di quella per GBA. I due titoli risultano pressoché identici, non a caso la software house che ha curato questo porting è la stessa di "Urbz" della EA, altrettanto famoso per essere niente più niente meno che lo stesso gioco per GBA. Robots è un'avventura platform con visuale laterale; le animazioni sono buone, e questo perché derivano da un motion capture renderizzato. Il resto del comparto tecnico è assolutamente sotto la media, però. Un comparto audio anonimo chiude il sipario su Robots, e nemmeno le innovative caratteristiche di Nintendo DS riescono a risollevare le sorti di questo titolo. Infatti nessuna è sfruttata a dovere, o almeno quanto ci si aspetterebbe da ogni titolo che giri su questa piattaforma. Assolutamente noioso.

Speciale Nintendo DS: l'uscita italiana Speciale Nintendo DS: l'uscita italiana

Ping Pals

Mai provato a vendere ghiacchio al Polo Nord? E' più o meno quello che THQ si è messa in mente di fare programmando e provando a vendere questo Ping Pals. Che altro non è che un software di comunicazione via wireless. Ma non esisteva già il PictoChat incluso nel Nintendo DS? Per l'appunto, ghiaccio al Polo Nord. Ping Pals offre, rispetto a PictoChat, l'utilizzo di un Avatar personalizzabile, una serie di sfondi da scegliere per chattare e la possibilità di scambiare con gli amici qualche item per il proprio personaggio. Esiste anche qualche minigioco da fare in compagnia, ma per inciso, di ben poca cosa si tratta. Inoltre lo spazio dedicato alle scritte è molto più piccolo di quello offerto da PictoChat, e la conseguenza è che leggere risulterà più difficile e complicato.

Speciale Nintendo DS: l'uscita italiana Speciale Nintendo DS: l'uscita italiana

Il lancio Europeo

Nintendo ha ufficialmente comunicato di avere disponibili 650.000 macchine pronte al lancio. Una cifra che da sola basta a far capire quanto la compagnia faccia sul serio con Nintendo DS. Ben 2.5 milioni di giochi accompagneranno il lancio della console: stando alle comunicazioni della casa madre, le fabbriche Nintendo sono in grado di sfornare ben 144.000 giochi al giorno. Secondo queste comunicazioni, non dovrebbero proprio esistere problemi di tipo distributivo, e la grande quantità di prodotti immessi sul mercato assicurerà la completa copertura di tutta Europa.

Speciale Nintendo DS: l'uscita italiana Speciale Nintendo DS: l'uscita italiana

Il lancio Europeo

Ma se da una parte il settore produttivo Nintendo è già a pieno regime, stessa cosa si può dire anche del reparto Marketing della grande N. Proprio in questi giorni Nintendo ha girato e distribuito sui maggiori canali televisivi nazionali una serie di spot che stanno andando in onda nel pre-lancio. Gli spot sono incentrati sulle funzionalità touch screen tipiche della console, e mostrano al grande pubblico come può essere veramente "diverso" e potente avere il controllo della situazione mediante il tocco delle proprie mani.

Gli spot sono incentrati sulle funzionalità touch screen tipiche della console

Il lancio Europeo

Dalle pubblicità si evince anche che il target preferenziale della macchina è quella fascia d'età che va dai 14 ai 24 anni, per lo più ragazzi. Sicuramente Nintendo DS avrà il suo maggiore appeal proprio tra i ragazzi non giovanissimi, a differenza di Game Boy Advance che da sempre è stata proposta maggiormente ad un pubblico di bambini e adolescenti. Download: Nintendo DS - Pubblicità italiana (QuickTime, 5 MB)

Speciale Nintendo DS: l'uscita italiana

Retro Atari Classics

Non sarà la solita ritrita compilation di vecchie glorie, quella che Atari si appresta a pubblicare in tempo per il lancio europeo del Nintendo DS: Pong, Missile Command, Asteroids, Breakout, Centipede, Tempest, Warlords, Gravitar, Lunar Lander e Sprint ritorneranno infatti sia nelle versioni "normali", niente di più e niente di meno che conversioni dei vecchissimi rispettivi coin op, sia in nuove versioni remixate, e dal punto di vista grafico (Atari si è rivolta addirittura a dei famosi "graffitari" americani per lo scopo), e soprattutto da quello ludico. I "remix" sfrutteranno infatti sia le possibilità offerte dalla presenza di due schermi, sia le proprietà touch dello schermo inferiore; se pensiamo a quanto erano semplici e coinvolgenti i gameplay di questi capolavori del passato, abbiamo tra le mani un titolo veramente ideale per la nuova console Nintendo. Completa il quadro un'immancabile, devastante modalità multiplayer.

Speciale Nintendo DS: l'uscita italiana Speciale Nintendo DS: l'uscita italiana

Doppio schermo: due schermi LCD offrono una delle maggiori possibilità agli sviluppatori di videogiochi: l'esperienza di gioco vissuta da due diverse prospettive contemporaneamente. Immaginate le possibilità: in un gioco di corse il giocatore potrà ad esempio visualizzare sullo schermo superiore l'inquadratura principale con il cockpit della vettura, e nello schermo inferiore la mappa del tracciato, oppure lo specchietto retrovisore. In un gioco di ruolo sarà possibile avere costantemente sotto controllo le caratteristiche del proprio personaggio e dei nemici. Oppure avere sempre l'inventario a portata di mano (anzi, di pennino). Anche il gameplay potrebbe usufruire del doppio schermo, per esempio offrendo Boss di fine livello molto più grandi di quelli visti finora. Sarà possibile anche giocare con lo schermo superiore mentre altri giocatori comunicheranno con noi sullo schermo inferiore. Ognuno dei due schermi da tre pollici è in grado di riprodurre una grafica in 3D di primo livello, e sono ambedue retroilluminati per giocare in ogni condizione di luminosità.

Touch Screen: lo schermo inferiore offrirà caratteristiche mai viste su console portatili: un Touch Screen stile palmare, da controllare sia con le dita che col pennino accluso. Questo consentirà di comandare il proprio personaggio direttamente con le dita, oppure cambiare al volo prospettiva e visuale. Oppure ancora sarà possibile puntare automaticamente in uno sparatutto, senza l'uso del direzionale. Inoltre ogni navigazione all'interno dei menu o degli inventari avverrà automaticamente senza l'uso dei controlli. Durante l'uso del software di chat, nello schermo inferiore sarà visualizzata una tastiera virtuale che consentirà di comporre testo in modo veloce, allo stesso modo di come accade già su telefonini come Motorola Accompli o P800. E' facile capire subito come le possibilità di utilizzo di questo schermo multiuso siano praticamente infinite e faranno viaggiare la fantasia degli sviluppatori. Questo schermo è protetto da una sottile pellicola antigraffio.

Microfono: nel Nintendo DS è incorporato un microfono. Questo significa che in un futuro non remoto i videogiocatori dovranno semplicemente "dire" cosa fare ai personaggi. Interagire direttamente con la voce, oppure il riconoscimento di rumori, suoni e musiche. Qualcosa del genere è già stato sperimentato in passato in giochi come "Seaman" su Sega Dreamcast, ad esempio. Il software di riconoscimento vocale di Nintendo DS è in grado di distinguere ogni tipo di suono, dalla voce, al battito delle mani (intuibili gli usi in campo rhytmin' game). Sarà possibile spostare il proprio personaggio semplicemente "dirigendolo" vocalmente, senza usare altri controlli, oppure in modo che i controlli rimangano liberi per altri utilizzi. Inoltre il microfono apre nuove strade in campo "chat", ad esempio sarà possibile parlare con altri utenti durante una sessione in multiplayer online.

Wireless: chi gioca con Nintendo DS sarà in grado di connettersi con un network wireless fino a 16 giocatori. Nintendo garantisce 10 metri di raggio, ma la distanza coperta sarà tanto più ampia quanto lo permetteranno le condizioni, fino a 30 metri. I due protocolli Wireless di Nintendo DS (IEEE 802.11 ed un protocollo proprietario) assicurano sia grandi prestazioni per i giochi in real time sia un consumo basso di batterie. La tecnologia del DS inoltre è capace di una connessione wireless LAN, che teoricamente potrà permettere ad un numero infinito di giocatori di connettersi ad uno hot spot e poter giocare insieme da ogni parte del mondo.

Wireless Sharing: se il gioco lo permetterà, più utenti potranno giocare in multiplayer, anche se uno solo possiede la Card. I giocatori potranno anche continuare a giocare da soli anche senza la Card inserita, finché la connessione rimarrà attiva.

Strap: incluso nella confezione, lo "strap" viene fornito per dare una valida alternativa all'uso delle dita (che possono sporcare lo schermo e lasciare impronte). Un laccetto da indossare che termina con una piccola "protesi" di plastica nera, da applicare sopra il pollice, servirà a toccare il touch screen.

3-D: con un processore grafico completamente riscritto per l'occasione, Nintendo DS può riprodurre un rendering altamente performante e superiore a quello di Nintendo64. I giochi potranno arrivare a 60 frames al secondo costanti. Il processore grafico è capace di eseguire effetti come fogging, trasparenze, cel shading.

Sonoro: un audio a 16 canali permette un'esperienza di gioco appagante come non mai su una console portatile. Sarà possibile parlare durante il gioco, senza nessuna interruzione audio. Nintendo DS è capace di riprodurre la musica con un Virtual Surround. E' presente anche un'uscita per le cuffie stereo.

Batterie ed alimentazione: le batterie agli ioni di litio sono ricaricabili e la macchina è studiata per apportare un bassissimo consumo energetico. Sono presenti le funzioni di Sleep Mode (già vista in alcuni giochi per GBA, come Golden Sun) e di Standby. Durante lo sleep mode i giocatori potranno fare un resume veloce in qualsiasi momento lo vogliano, e se durante questa funzione di pausa riceveranno qualche messaggio proveniente da altri utenti, il DS si accenderà da solo.

Processore: l'unità di calcolo viaggia con due processori, un ARM 7 a 33Mhz (il medesimo processore del GBA, che però è cloccato a 16,8Mhz) e un ARM 9 da 67Mhz. L'ARM 7 verrà utilizzato per lo schermo tattile e per garantire la retrocompatibilità con il software GBA. La console disporrà di 4 mega di memoria RAM di sistema, 32K di RAM dedicata ai processori e 656K di VRAM. Forte importanza verrà data alla grafica tridimensionale: il DS sarà in grado di visualizzare su schermo 120.000 poligoni al secondo circa.

Storaggio: le Card dei giochi DS sono molto piccole e compatte, utilizzano un nuovo sistema di produzione di memoria su semiconduttori che permette costi molto bassi, tempi di fabbricazione molto veloci ed una capacità di storaggio di più di un gigabit.

Doppio slot: Nintendo DS permette di poter usufruire di tutta la ludoteca di Game Boy Advance grazie ad un altro slot inserito posteriormente. Questo permetterà agli sviluppatori di inventare nuovi metodi di connessione tra i giochi GBA e DS, inoltre la porta per i giochi GBA, secondo recenti dichiarazioni, potrà in futuro essere usata per espandere l'hardware, aggiungere add-on ed ancora altro.