Speciale SMAU 2004  0

Nel villaggio globale della comunicazione on line resiste la più longeva manifestazione italiana dedicata all'hi-tech, se pur quest'anno si sia un pò... ristretta!

Spostandoci di pochi metri, allo Stand Asus (l'unico che regalava delle buste maxi utilissime in questi casi... un'ottima trovata di marketing!) c'erano i più importanti titoli targati Halifax per PC quali Warhammer 40.000, Codename: Panzers, Colin McRae 2005 ed altri di cui avete già letto ampiamente qui su Multiplayer. Se siete venuti a SMAU e vi aspettavate un PES4 in anteprima per i nostri computer, sarete rimasti molto delusi come il sottoscritto... Una rapida occhiata agli applicativi di Magix per l'editing audio e video e ci ritroviamo in zona Nokia N-Gage. La casa finlandese ha fatto veramente le cose in grande per SMAU con tantissime postazioni di gioco e tanti schermi giganti per attrarre i visitatori verso la loro console portatile. Presenti tutti i titoli più importanti della line-up di questa stagione, la nostra attenzione si è rivolta soprattutto a Colin Mc Rae 2005 che ha tutte le carte in regola per presentarsi sul mercato come un racing game dalla tecnica pregevole nel campo del divertimento portatile.

La parte da leone in campo videoludico di SMAU l'ha fatta comunque Leader che presentava vari spazi espositivi per i tanti prodotti che lancerà nei prossimi mesi o già sul mercato da tempo. Così dopo aver provato il divertente tappettino di All Music Dance e aver dato una pessima prova di coordinazione, provo l'attesissimo Football Manager 2005 di Sega. La lotta con Scudetto sarà dura ma SI Games ha dalla sua un'esperienza difficilmente riscontrabile in altri team di sviluppo. Un giro con la Ferrari di Out Run 2 l'ho fatto comunque pur se gira da molte settimane nella mia XBOX e poi ci avviciniamo alle tante postazioni (sempre pienissime) del nuovo Mortal Kombat Deception che potrebbe rivelarsi uno dei titoli best seller di Natale in Italia, dopo che negli USA ha già ottenuti risultati di vendita impressionanti (un milione di pezzi dai rivenditori dopo pochissimi giorni dal momento del lancio). Di certo a SMAU era uno dei pochi giochi veramente inediti... Un occhio di riguardo a Sega Superstars, uno dei primi titoli non Sony sviluppati per l'Eye Toy che sembra finalmente rinverdire i fasti di un controller di gioco veramente divertente ma decisamente poco sfruttato (ingiustamente) fino ad oggi. Sonic e compagnia ci faranno fare le cose più assurde del mondo davanti alla telecamerina... Casomai quando giocate, non vi fate vedere troppo da altre persone altrimenti provocherete grande ilarità come è capitato in quel di SMAU...

Sviscerato il padiglione 14, ci dirigiamo all'altra zona consumer in cui il kaos è salito a livelli esponenziali. Fra gli animatori dello stand Samsung, la musica a palla di vari stand per far ballare le splendide cubiste (mai sublime quanto la standista in rosso di Sharp che purtroppo la mia macchina fotografica non ha voluto restituirmi... gosh!), ci facciamo strada nell'orda di teenager e manager che si univano in una folla enorme.

Speciale SMAU 2004
Non vi sembra perfetta questa donzella nella parte?

A fatica riusciamo comunque ad arrivare nell'immenso spazio di Saturn dove, oltre alla performance live di Max Pezzali idolatrato neppure fosse stato John Lennon, si trovavano le postazioni di Nintendo ed Electronic Arts.Niente di inedito sotto il sole, tutt'altro, però nella zona della grande N, c'era un simpatico pupazzone vivente di Mario ed una "Link femminile" (che vedete in una foto) che oltre ad essere carina, era perfetta nel suo ruolo! Bella lì! In Electronic Arts, grande spazio a Fifa 2005 in tutte le sue versioni (oltre a Burnout 3 in cui ho sfoggiato il mio grande talento ed ho sbaragliato ogni tipo di concorrenza e Sims 2) e nel 100% dei casi, i giocatori simulavano l'attesissimo derby meneghino con cori ed esultanze da stadio in caso di gol (sicuramente meglio di uno 0-0 che non serve a nessuno se non alla vecchia signora bianconera...). Mi immagino cosa sarà accaduto al momento del torneo ufficiale di sabato...

Ed in questo modo si conclude il nostro report di un venerdi passato in SMAU. Come ho detto in apertura, poche novità di rilievo e pochissimi titoli realmente inediti ma nonostante tutto, il clima di festa e di grande happenning è rimasto intatto anche quest'anno. Alle porte sempre in quel di Milano c'è il ritorno del Futurshow che ha traslocato da Bologna. Chissà nel 2005 cosa ci ritroveremo a scrivervi sulle pagine di Multiplayer...

Forse qualcuno di voi ricorderà i tempi del Sim Ives, quando ancora doveva arrivare Internet e l'appuntamento milanese rappresentava un momento assolutamente da non perdere per vedere tutte le novità nell'hi-tech e le anteprime dei videogames che avremmo giocato nei mesi a venire. Oggi con l'avvento dell'informazione on line, dei trailer quotidiani, dei demo da scaricare, si arriva a SMAU e nel 99% dei casi si vedono cose che i lettori (e i redattori) di Multiplayer hanno già provato di persona da settimane ma l'evento milansese continua ad avere un suo fascino, non solo come occasione per molti di incontro "fisico" dopo aver interagito per anni tramite forum, chat ed E-Mail ma anche perchè un appuntamento del genere offre anche una vetrina decisamente elegante e piacevole delle nostre passioni condita da una presenza femminile agli stand assolutamente "lodevole". Con questo spirito quindi mi sono preso i miei trenini e dopo un 4-5 ore di viaggio sono arrivato in Milen, proprio nel giorno dello sciopero dei trasporti ma senza trovare la metropoli in un eccessivo stato di caos e senza patemi sono arrivato a destinazione.

Speciale SMAU 2004
Microsoft, come ogni anno, era presente a SMAU in un immenso padiglione esclusivo

Prima di lanciarmi nella zona ILP (quella "nostra") ho voluto aggirarmi in ogni padiglione della fiera e la prima sensazione della visita è stata quella di una fiera ridimensionata in spazi espositivi (qualcuno mi ha parlato di 1/3 in dimensioni rispetto all'anno scorso ma non ci giurerei sopra...), con una spiccata e maggiore presenza di istituzioni politiche (ministeri, senato etc. con tanto di visita del Ministro Gasparri) e corpi militari rispetto agli anni precedenti. Sempre mastodontico invece l'intero padiglione preso da Microsoft che come al solito presentava uno spazio dedicato al mondo videoludico (su XBOX non potevano mancare varie postazioni dedicate a Fable) ed una zona dedicata alle applicazioni professionali. Da segnalare poi un numero veramente elevato di espositori che proponevano le loro soluzioni di home theather integrate grazie a Windows Media Center 2005, vera "star" di questa edizione di SMAU, una delle poche novità assolute dell'evento e che ha ricevuto molta attenzione da parte dei visitatori senza tralasciare il green bar, dove bargirls scatenate si prodigavano in cocktail-making acrobatici e le cui esibizioni venivano salutate da autentiche ovazioni da parte degli spettatori.

Dopo essermi perso come al solito nel centro fiere (ed avevo anche una guida milanese... che vergogna!!!), arrivo nel padiglione 14, sede di ILP. Il primo sguardo va subito alle 700 postazioni PC collegate in rete per dare modo di svolgimento alla ILP Cup, che ha visto confrontarsi migliaia di giocatori sui titoli più amati da noi PCisti (Call of Duty, Warcraft 3 The Frozen Throne, Couter Strike, Unreal Tournament 2004 & so on...) ma quest'anno anche la PS2 diventava la protagonista del gioco on line con varie postazioni adibite ai confronti con Ratchet & Clank 3, Killzone (di cui parleremo nel box della seconda pagina),WRC4 (assolutamente notevole sotto ogni punto di vista!), Tif 2005 ed altri. Altra novità era la possibilità di partecipare a qualche evento anche per i semplici visitatori che non si fossero iscritti ai tornei "professionali" ed anche questo tipo di competizioni ha riscosso un notevole afflusso di giocatori.

E' tempo quindi di lanciarsi negli stand delle software house e distributori che purtroppo non erano molto numerosi: cominciamo il nostro tour da Ubisoft dove abbiamo visto il Principe di SMAU, chiaramente Prince of Persia, Spirito Guerriero,(l'avete già provato il demo sulla barca nel pieno di una tempesta? Da non perdere!)

Speciale SMAU 2004
Allo stand di Ubisoft c'era il Principe di SMAU...

Di Ghost Recon 2 e Pacific Fighters abbiamo potuto apprezzare esclusivamente l'appeal grafico: due titoli così profondi vanno ampiamente giocati in tranquillità e non basta un hands on in fiera per discernere sulle loro caratteristiche strutturali. Non ci ha fatto una grande impressione Xpand Rally, a cui pronostichiamo una difficile rincorsa alla forte concorrenza già presente su PC mentre ci siamo divertiti parecchio nei panni di Apollo Creed in Rocky Legends (peccato solo che non ci sia il mitico Hulk Hogan - Labbra Tuonanti in questo secondo discreto titolo videoludico dedicato allo stallone italiano).Prima di lasciare lo stand Ubisoft un plauso alla scelta della "soldatessa" in mimetica che "pattugliava" in zona... Veramente complimenti!

Le 4 perle di SMAU
Come già ampiamente detto, a SMAU tanti dei titoli esposti sono già sul mercato da varie settimane e potete trovare le recensioni complete qui su Multiplayer. Ma c'erano 4 perle che i visitatori hanno potuto provare in anteprima...

Prince of Persia - Spirito Guerriero
Scusate il gioco di parole, ma il titolo di Ubisoft è stato il vero Principe di SMAU! Nelle due postazioni PC presenti nello stand della software house francese abbiamo potuto provare due livelli (entrambi dal dettaglio grafico elevatissimo) di gioco che ci hanno letteralmente ipnotizzato: prima sopra un vascello mastodontico in largo mare nel bel mezzo di una tempesta, poi in un classica ambientazione interna, il nostro nobile alter ego ha sfoggiato delle animazioni incredibili e notevolmente migliori rispetto al già eccellente primo episodio. I miglioramenti sono stati facilmente avvertiti anche per quanto riguarda il gameplay, soprattutto per i combattimenti (forse il punto debole di Sands of Time), meno meccanici e più intensi grazie ad un buon numero di combo facilmente memorizzabili. Grazie al look gotico-dark che allargherà il target di riferimento probabilmente sotto il profilo cronologico, Ubisoft spera di rendere Spirito Guerriero uno dei best seller di Natale. Sulla qualità mi permetto di mettere personalmente la mano sul fuoco...

Football Manager 2005
Chi avrebbe mai pensato che SI Games avrebbe dovuto sfidare il proprio "figlio virtuale" riuscito meglio? Ma il divorzio da Eidos da parte dei programmatori li ha costretti a cambiare nome alla loro nuova produzione che andrà a sfidare proprio quello Scudetto - Championship Manager che tanto successo (e sterline) ha portato sia alla software house che ai programmatori. In uscita sotto etichetta Sega, Football Manager 2005, almeno da quello che abbiamo potuto vedere, non presenterà rivoluzioni di sorta ma cercherà di ottimizzare al meglio tutto quello che già via era stato di buono nelle versioni precedenti. Aspettatevi un'interfaccia grafica molto più brillante, una migliore managevolezza per passare da una finestra all'altra, dei tempi di caricamento molto più veloci, animazioni dei giocatori nella rappresentazione in 2D molto più convincenti e piccoli tocchi di classe come il confronto mediatico a distanza, a colpi di dichiarazioni, fra gli allenatori prima di un match particolarmente importante. Aspiranti Capello, Mancini, Del Neri e Ancelotti... Preparatevi!!!

Mortal Kombat: Deception
Uno dei pochi titoli veramente inediti da poter provare a SMAU! Il nuovo capitolo dell'oramai decennale saga di casa Midway, si propone al pubblico europeo dopo aver già ottenuto incredibili vendite sul suolo americano (1 milione di copie dai rivenditori in pochi giorni!!!). Da quello che abbiamo potuto vedere, provando la versione PS2, Deception si presenta con un livello grafico discreto soprattutto grazie a delle ambientazioni semi-dinamiche e dei congegni di morte piuttosto truci da utilizzare per fare letteralmente a brandelli il nostro avversario (per non parlare della rappresentazione ultra kitsch, spero volutamente, delle decapitazioni). Se novità di rilievo non le ho percepite per quanto riguarda il sistema di combattimento (ok, ci sono nuove Fatalities, Brutalities e Hara Kiri ed alcuni nuovi personaggi ma siamo nel campo dell'estetica e non del gioco vero e proprio...), destano molta curiosità le tante modalità inedite quali un simil RPG, gli scacchi combattenti (qualcuno si ricorda ancora di Archon???) ed uno pseudo Tetris oltre alle previste possibilità di gioco on line...

Killzone
Sony fa maledettamente sul serio con Killzone e con il titolo di Guerrilla Studios (che delusione però Nam '67...) spera di trasformare la PS2 nella piattaforma regina degli FPS. Da quello che abbiamo visto a SMAU, non aspettatevi grandi innovazioni nel gameplay (a dirla tutta, non ho visto neppure alcun mezzo da guidare) o nelle modalità di gioco on line ma Killzone promette davvero bene sia per una realizzazione tecnica mai vista su PS2 in un FPS (effetti luce e meteo splendidi! ...ed un motion blur mentre corriamo che francamente ci esalta!) per quanto riguarda l'aspetto visivo, sia per un gameplay che conquista sin dal primo momento anche grazie a dei livelli all'aperto molto ampi e mappe realizzate con intelligenza. Con un arsenale di armi veramente devastante, Killzone dovrà vedersi dalla spietata concorrenza di Halo 2, Half Life 2 ed i tanti altri pretendenti al trono del miglior FPS in campo console, ma dalla sua avrà molte cartucce da sparare...