[TGS 2007] Halo 3 - Anteprima  0

A pochi giorni dall'uscita nei negozi abbiamo dato l'ultima occhiata al gioiello Bungie, direttamente dal TGS 2007.

Single+Forge

Sullo showfloor del TGS 2007 Halo era presente solo sotto forma di multiplayer tra otto postazioni collegate fra loro e vi possiamo garantire che l’afflusso è stato continuo per giocare al titolo più importante presente nello stand Microsoft. Noi abbiamo colto l’occasione e grazie a Bungie abbiamo potuto vedere anche una piccolissima parte della campagna. Quello che in realtà ci è stato mostrato riguardo al single player è un filmato preso tramite la eccezionale funzione del gioco Bungie che permette di registrare ogni nostra partita. Nello specifico la sfida memorizzata era ambientata nel livello chiamato Judgement e si è svolta in multiplayer in modalità cooperativa. Mr. Barnes ha insistito molto sul fatto che giocare ad Halo 3 deve essere una cosa di gruppo, improntata alla socializzazione, pur essendosi comunque dichiarato un grande amante della modalità in singolo. Per il produttore è fondamentale che giocando si possano mandare continui feedback agli amici collegati via Xbox live, ecco che per rispondere a questa necessità ad esempio è nata la modalità “movie” che permette di registrare le nostre partite, ma non solo visto che poi è possibile inviarle agli amici, oppure ottenere delle foto dal filmato e mandarle “in giro” a tutti i contatti della friend list. Con Halo 3 tutto questo è diventato realtà e ci immaginiamo solo quante amichevoli prese in giro nasceranno via Xbox Live. I video possono inoltre essere guardati insieme sempre tramite il servizio internet di Microsoft oppure semplicemente salvati e archiviati. I due giocatori, un Master Chief ed un Arbiter si sono subito dati da fare nel mezzo della grande battaglia in corso all’aperto, all’esterno di una base. Abbiamo potuto gustare ogni frangente della sfida mettendo in pausa il filmato, ruotando la telecamera, spostandola liberamente e stringendola sui dettagli. Nella lotta contro gli invasori alieni i due del team Bungie si sono trovati di fronte uno Scarab, una sorta di grandissimo carro armato alieno su quattro zampe. Abbiamo visto due diversi modi per abbatterlo, puntando con armi pesanti (come le torrette al plasma o le mitragliatrici) contro le giunture delle gambe meccaniche, oppure saltando sulla schiena dello Scarab distruggere la sala comandi, azzerando quindi la potenza distruttiva del mezzo dei Covenant. Una volta messo ko lo Scarab questi esploderà in centinaia di pezzi, e frame dopo frame abbiamo potuto ammirare la bontà degli effetti particellari e la polverizzazione estrema della grossa creatura meccanica aliena.

Multiplayer creativo

Una sfida ulteriore è senza dubbio data dai teschi e soprattutto dall’Iron Skull che una volta preso legherà a doppio filo la nostra energia alla vita dell’alleato, se lui verrà ferito noi di conseguenza, e pensate a cosa potrebbe succedere in caso di morte… La seconda parte della presentazione si è basata sulla modalità Forge, per chi non lo sapesse un’invenzione di Bungie che consente di modificare in tempo reale i dettagli dell’area di gioco, in pratica è possibile alterare ogni cosa, tranne i dati fisici della mappa. Entrambi i contendenti dell’uno contro uno messo in piedi per l’occasione, ci hanno fatto vedere con che facilità ed immediatezza è possibile entrare nel menu di Forge, scegliere l’elemento da posizionare e modificare così in un attimo le strategie e l’equilibrio del gioco. State perdendo di molto? Ok la soluzione è un bel carro armato Scorpion, detto fatto è questione di secondi. Ovviamente non si possono inserire oggetti all’infinito, ma tutto è sottoposto ad un accurato sistema di bilanciamento della sfida, tenendo sempre presente il contesto in cui si gioca. Una mappa piccola non potrà certamente essere riempita di veicoli. E’ possibile modificare anche gli spawn point, si potrà ad esempio far rinascere l’avversario faccia alla parete in modo da confonderlo per i secondi necessari a piazzare un’altra kill. Ci è stato mostrato anche una pazza variante nata grazie a Forge e cioè il baseball, i due giocatori armati rispettivamente con un lanciarazzi e con un martello gravitazionale si tiravano e ribattevano un razzo come fosse una palla. In Bungie sono scatenati e sanno proprio come divertire, questo è certo. Questo dal TGS è sicuramente uno degli ultimi articoli dedicati ad Halo 3 prima dell’imminente recensione, non possiamo che ribadire che la voglia di buttarsi sulla campagna in single player e sul vasto mondo multiplayer è tanta, ma proprio tanta. Manca poco al 26 settembre 2007, una data che ricorderete a lungo.

Halo 3 sarà disponibile per Xbox 360.

Nel pomeriggio abbiamo avuto modo di incontrare Jonty Barnes uno dei produttori responsabili di Halo 3. Con relativa calma, in una stanza riservata in uno degli hotel che circondano il padiglione fieristico di Tokyo, ci sono stati mostrati uno spezzone del single player e la modalità Forge, dedicata invece al multiplayer.