Still LifeVideoanteprima di Still Life 

Dopo aver letto, è il momento di vedere e ascoltare!

[VIDEO=305.310.s.s]http://www.multiplayer.it/streaming/stillife_streaming.wmv[/VIDEO]La versione in alta risoluzione (640x480, WMV) è disponibile, per tutti gli abbonati Premium Gold, a questo indirizzo.

Still Life è un titolo che non può fare a meno di attirare l’attenzione e non solo degli avventurieri più incalliti: ha lasciato il segno fin dalla sua prima apparizione ufficiale all’E3 del 2004 ed era inevitabile che suscitasse una certa curiosità, essendo nato dal matrimonio fra le squadre di sviluppo dello sfarzoso Syberia e del suo fratellino più povero e cattivo, Post Mortem. Per chi non la conoscesse (e consigliamo di rimediare subito: link), quest’ultima era un’avventura in soggettiva con visuale panoramica un po’ rétro, caratterizzata da toni molto più cupi e realizzata con mezzi molto più modesti, che ha avuto un’accoglienza immeritatamente controversa. In un certo senso, Still Life rappresenta il seguito ideale di Post Mortem, o sarebbe meglio dire uno spin off del precedente thriller interattivo di Microïds: ritroviamo infatti il detective Gus McPherson, col suo fare ammiccante e persuasivo... e il suo fidato grimaldello. Ma questa volta è in buona compagnia: mettersi nei guai sembra essere una tara di famiglia e la nipotina Victoria seguirà le sue orme, braccando uno spietato assassino che imperversa per le nebbiose strade della moderna Chicago.

Da questo suo predecessore Still Life ha ereditato le atmosfere da incubo, molto curate e d’indubbia ispirazione cinematografica - gli echi di film come Seven o Il Silenzio degli Innocenti si sprecano. Tecnicamente, però, è anche figlio di Syberia, essendo alimentato da una versione potenziata dello stesso motore grafico e animato dallo stesso impeccabile gusto estetico e una meccanica di gioco punta e clicca molto simile, almeno in superficie. Gli sviluppatori hanno assicurato di aver imparato molto dagli errori del passato, presentando Still Life come sintesi dell’esperienza acquisita con Syberia, Post Mortem e Syberia II: queste avventure si sono distinte per l’elevato valore artistico e qualitativo, ma ciò non le ha certo rese immuni da qualche piccola critica, soprattutto per quanto concerne il livello d’interattività e la natura dei puzzle. Nel corso di quest’anteprima, scopriremo insieme cosa accomuna e distingue Still Life dai suoi genitori e se l’ultimo nato di casa Microïds sta crescendo bene, facendo effettivamente tesoro delle loro debolezze...