Zone Of the EndersZone of the Enders 

Zone of the Enders Zone of the Enders

Konami rulez

Tanto per cominciare, la grafica impone un nuovo livello assoluto per I futuri titoli Ps2, tanto per l’incredibile livello dei dettagli , quanto per la solidità dei modelli 3D dei mech. Mai (per ora) visto nulla di meglio, sennò che in Metal Gear Solid 2. Forse possiamo mettere al solito livello anche Silent Hill 2, sequel del popolare gioco per PsOne. Semplicemente è sufficiente immaginare cosa può venire fuori dal miglior lavoro che Konami e Kojima possono concepire. Tornando al gioco, mentre I modelli appaiono leggermente “frastagliati” anche a causa del mancato utilizzo dell’anti alasing, la grafica è una delle più chiare e pulite mai viste: tanto da permettere di vedere molto bene i riflessi che l’ambiente produce sulle scintillanti corazze dei mech.

Zone of the Enders Zone of the Enders

United Nation Space Force

Z.O.E. si propone come il miglior gioco di mech, ma è anche pervaso da un’avvincente e drammatica storia. Tutto si svolge nel 22° secolo in cui la crescita demografica aveva costretto gli uomini a colonizzare prima la Luna e in seguito Marte. Oltre che Marte, gli uomini avevano incominciato a sviluppare attività in alter regioni del Sistema Solare come Giove, pianeta pieno di una strana energia. Fra tutte le colonie, ce n’è una chiamata "Antilla" che è collocata su un satellite di Giove, ed è qua che incontriamo la star del gioco, un ragazzetto turbolento di soli 14 anni, che risponde al nome di Leo Stenbuck; Leo, un ender (le persone che abitavano alla "End of the World" erano chiamati Ender (ecco spiegato il titolo), è costretto a causa di alcuni bulli ad entrare nella stazione della UN Space Force (UNSF) dove viene presto catturato dalle guardie.

Zone of the Enders Zone of the Enders

Di vita, di morte e di altre sciocchezze...

Mentre lui era alle prese con UNSF, un regime militare fanatico, chiamato Z.O.E. dirotta un aereo e si dirige verso Antilla con l’intento di distruggerla. Tutti I bulli che avevano spinto Leo a fare il suo gesto, vengono uccisi davanti ai suoi occhi. In Leo, non c’è più posto per il rancore, ma solo per la rabbia di non aver potuto fare nulla. Spaventato scappa e giunge in un posto dove giaciono le vere ragioni dell’attacco, la chiave per la sopravvivenza dell’umanità, "Jehuty"...

Zone of the Enders Zone of the Enders

In conclusione?

Un titolo che solo Konami ci poteva regalare, può essere un fiasco? Hideo Kojima, l’acclamato direttore di Metal Gear Solid, è sostenuto da Noriaki Okamura, famoso in Giappone per la sua simulazione di “fidanzata”: Tokimeki Memorial. E permettetemi, del gruppo fanno parte anche, Yoji Shinkawa, creatore dei modelli per MGS, questa volta alle prese con dei mech, e per concludere Nishikawa, già al lavoro con Gundam. Tanta ottima gente, vero? Aspettiamoci un gran gioco quindi!

Zone of the Enders Zone of the Enders

Zone of Enders

Mentre l’hype generato da MGS2 sta crescendo in modo esponenziale (e vi rimando al ns forum dove c’è un topic aperto da Klimandil, che ha potuto assistere alla prima di MGS2 appunto), Hideo Kojima ha un’altra freccia nel suo arco. ZOE è un adventure/action basato su futuristici mech che probabilmente diverrà un’altra pietra miliare della storia dei videogiochi. Semplicemente fantastico, e intendo fantastico l’insieme che il gioco propone; Zoe è senza dubbio uno dei primi veri ottimi giochi per ps2...