Xenophobe - c64

  • Xenophobe per Commodore 64
Uscita:
Tipologia:
Sparatutto
Piattaforme:
atr, lx, c64, nes, spe
Sviluppato:
Bally Midway Manufacturing Co.
Pubblicato:
Midway
  • 2
    Giocatori
  • Eng
    Audio
  • Eng
    Testi
  • Ita
    Manuale
  • nd+
    PEGI
  • Cassetta

Voto per Xenophobe

S.V.

Redazione

S.V.

Lettori

Il gioco

Una piccola squadra di ingegneri è stata inviata sul pianeta Xenos per combattere la minaccia degli xeno che vogliono distruggere il pianeta. All'inizio avrete come arma solo i laser, ma successivamente potrete acquistare altre pistole e bombe. Se gli Xeno riescono a conquistare tutte le basi prima che li fermiate il gioco terminerà.


Nel gioco si aveva la possibilità di scegliere il proprio alter ego tra 9 personaggi disponibili, era inoltre possibile il gioco in 2, tramite split screen, il gioco era già impostato in questa maniera qualunque cosa si facesse, anche se si giocasse da soli. I due giocatori dovevano selezionare il personaggio necessariamente da 2 squadre differenti.
Lo scopo del gioco era di eliminare gli alieni (il motto sulla spettacolare copertina del gioco, un cartonato di generose dimensioni e contenenti 2 cassette, era proprio "EXTERMINATE THE ALIENS") dai diversi avamposti spaziali, nei livelli più avanzati essi arrivavano ad enormi basi da ben 5 piani con tanto di ascensori, stanze dotate di sistemi di sicurezza e via discorrendo.
Ogni missione poteva avere 3 esiti differenti:
- gli umani riescono a debellare la minaccia aliena;
- gli alieni resistono agli attacchi degli umani e si impossessano della base;
- gli umani pur di non dare la possibilità agli alieni di impossessarsi della base ne attivano l'autodistruzione.
In ogni caso si accedeva alla meta successiva.
Tutto questo rendeva l'azione di gioco estremamente godibile e poco frustrante invogliando la rigiocabilità.

Le armi a disposizione erano numerosissime, si partiva dalla semplice pistola per poi accedere a fucili, laser, bombe a mano ed altro ancora, anche la varietà degli alieni era di tutto rispetto, si passava da piccole creaturine che fuoriuscivano dalle uova in stile "Alien", ai tentacoli che fuoriuscivano dalle pareti a mostri simili ad armadilli fino ad alieni decisamente enormi, uno dei quali poteva togliere energia vitale al giocatore con la telecinesi (bisognava evitare il suo sguardo ad ogni costo!).
Titolo graficamente molto riuscito e veloce, godeva di buone animazioni e, come già detto, di grande varietà.

Una nota particolare riguardo il caricamento, era decisamente lungo e fuori standard anche per l'epoca, infatti si doveva caricare l'intero primo lato della cassetta (nella speranza che nulla andasse storto!) per poter accedere alle seguenti schermate:
- loader del gioco;
- scelta delle opzioni (tra cui anche il livello dal quale cominciare a giocare) e numero di giocatori;
- scelta dei personaggi;
- caricamento dell'architettura di gioco.

La vera particolarità risiedeva nel fatto che dopo aver caricato tutto il primo lato si scopriva (con molto piacere) che il secondo era dedicato esclusivamente ai livelli di gioco caratterizzati da caricamenti molto brevi e che per rigiocare l'avventura in caso di game over prematuro bastava ricaricare solo quest'ultimo (fermo restando ovviamente tutte le impostazioni precedentemente selezionate).

Altra particolarità era data dal fatto che la confezione includeva una seconda cassetta, questa era infatti una audiocassetta contenente 2 differenti colonne sonore inedite tratte dal gioco. Una vera chicca per appassionati!