Gli sviluppatori di Star Command avevano fatto male i conti  9

Le spese per la produzione del gioco si sono rivelate più alte del previsto

Nonostante la loro campagna di raccolta fondi sulla piattaforma Kickstarter si sia conclusa con successo, superando ampiamente i 20mila dollari posti come obiettivo minimo (sono stati raccolti 36mila dollari e passa), gli sviluppatori di Star Command si sono resi conto di non aver considerato tutte le spese derivanti dalla produzione del gioco, cosa che li sta mettendo in grossa difficoltà.

Ecco i conti in dettaglio: dei 36.967 dollari raccolti, 2000 sono rimasti misteriosamente bloccati e non è stato possibile trasferirli, mentre Kickstarter e Amazon Payments hanno trattenuto la loro quota di 3000 dollari per l'operazione. 10mila dollari sono stati spesi per produrre gli incentivi che il team War Balloon ha promesso ai propri finanziatori, come poster e t-shirt. Dei rimanenti 22mila dollari, 6000 sono stati spesi per la realizzazione delle musiche del gioco, 4000 per il setup dell'azienda (avvocati, spese burocratiche, ecc.), 2000 per i poster, 1000 per degli iPad e 3000 per presenziare al PAX East. A questo punto sono rimasti 6000 dollari, ovvero il ricavo del team, e un terzo degli stessi sono stati versati in tasse. L'azienda ha però contratto debiti per 50mila dollari durante lo sviluppo di Star Command, il che significa che il futuro di War Balloon dipende effettivamente dal successo del gioco.

Fonte: Gamasutra

VAI ALLA SCHEDA DEL GIOCO

In digital delivery su None In digital delivery su None