Assassin's Creed IIIL'evoluzione degli NPC in Assassin's Creed III 

I personaggi non staranno più fermi, ma godranno di vita propria

In un'intervista rilasciata ad AusGamers, il creative director di Assassin's Creed III, Alex Hutchinson, ha detto che il nuovo episodio della serie vedrà una sostanziale evoluzione per quanto concerne il comportamento degli NPC, toccando nuove vette di realismo nella rappresentazione di una città.

"Uno degli elementi più significativi che abbiamo inserito riguarda la gente per strada, che ora può essere attratta verso determinate aree o punti di interazione, per poi spostarsi nuovamente e fare qualcos'altro", ha spiegato Hutchinson. "Non vedrete più persone ferme a parlare per ore. A un certo punto smetteranno di discutere e se ne andranno per la loro strada."

La presenza di un ampio scenario forestale farà rientrare anche la fauna in questo discorso. "Gli animali saranno l'equivalente della gente, quando vi sposterete verso le zone 'selvagge'. (...) I giocatori potranno cacciare gli animali, ma ciò che ci interessa è creare un certo grado di immersività per quanto concerne l'inseguimento delle prede e la disposizione di trappole per interagire con esse." Le dinamiche che regoleranno la caccia, insomma, non saranno semplicistiche ma vanteranno un certo spessore. In alcuni casi, inoltre, partecipare a queste attività consentirà a Connor di esplorare location altrimenti inaccessibili.

Fonte: VG247
L'evoluzione degli NPC in Assassin's Creed III

TI POTREBBE INTERESSARE