I motivi dietro alla svolta multiplayer del "seguito spirituale" di S.T.A.L.K.E.R.  0

Il mondo è cambiato

Come abbiamo riferito tempo addietro, purtroppo, GSC World è stata chiusa e il progetto S.T.A.L.K.E.R. 2 archiviato definitivamente.

Il nuovo gioco nato dalle cenere del team, che nel frattempo si è parzialmente ricostituito in Vostok Games, si presenta alquanto diverso nella struttura: Survarium, annunciato come il "seguito spirituale" dell'ottimo FPS-RPG a mondo aperto, è sostanzialmente un MMOFPS, uno sparatutto in soggettiva free to play essenzialmente multiplayer. "Quello che abbiamo capito, mentre ci preoccupavamo di sviluppare titoli single player uno dopo l'altro, è che il mondo è cambiato e siamo cambiati anche noi", ha detto il project manager Ruslan Didenko a Gamasutra, "pertanto, abbiamo deciso di prendere una drastica decisione e dirigerci verso l'online".

L'ambientazione sarà la medesima, post-apocalittica dei giochi precedenti, forse con qualche variazione in termini di caratterizzazione e soprattutto con un'area esplorabile più piccola rispetto al vasto mondo di S.T.A.L.K.E.R.: "abbiamo lavorato su giochi post-apocalittici per così tanto tempo che è diventato difficile per noi creare qualcosa di completamente diverso per il prossimo futuro. Inoltre, abbiamo ancora una quantità colossale di idee al riguardo che non possiamo proprio seppellire. Consideriamo Survarium un erede di S.T.A.L.K.E.R. Come abbiamo fatto con quella serie, vogliamo sempre dedicare molta attenzione all'atmosfera e all'aspetto grafico".

Fonte: Kotaku