Due membri di LulzSec hanno ammesso gli attacchi a Sony e altre società  18

Si tratta di due ragazzi inglesi

Due membri di LulzSec, il gruppo di "hacktivist" confluito in Anonymous, hanno ammesso davanti alla Southwark Crown Court di aver portato degli attacchi DDoS (distributed denial of service) contro Sony e altre compagnie come Nintendo, 20th Century Fox, NHS e così via. Si tratta di Ryan Cleary di venti anni e Jake Davis di diciannove anni.

Cleary ha ammesso sei degli otto capi d'imputazione a suo carico, mentre Davis ha ammesso due su quattro capi d'imputazione a suo carico. Cleary è stato chiamato a giudizio anche dal grand jury federale di Los Angeles, ma i suoi avvocati si opporranno all'estradizione in America.

Altri due ragazzi, Ryan Ackroyd e un diciassettenne rimasto anonimo per via dell'età, si sono dichiarati non colpevoli per quattro capi d'imputazione contestatigli, ovvero hanno negato gli attacchi ai siti di Sony, Eve Online, Nintendo e altri. Hanno anche negato di aver rubato e messo online dei dati sensibili ottenuti tramite hacking.

Fonte: Games Industry