NVIDIAPer il CEO di Nvidia ci vorranno vent'anni prima che la realtà virtuale si affermi 

La tecnologia per adesso è limitata e molto rozza

La realtà virtuale è il futuro? Sì, quello remoto stando al CEO di Nvida, nonostante i grossi investimenti nel settore e i continui annunci di novità. Jen-Hsun Huang, ha infatti dichiarato, nel corso della conferenza tenuta al Computex di quest'anno, che ci vorranno almeno vent'anni prima che la tecnologia sia matura, dato che quella di oggi è davvero limitata.

Secondo lui uno dei problemi principali è la risoluzione, troppo bassa al confronto con quella dei moderni monitor. L'arrivo degli smartphone con schermi 4k potrebbe migliorare la situazione, ma il carico di lavoro che dovrebbero fare per gestire la realtà virtuale ad almeno 800 ppi potrebbe essere eccessivo.

Tra gli altri limiti indicati, c'è anche una certa rozzezza dei visori attuali, pieni di cavi e fili vari che rappresentano un grosso intralcio all'immersività. Insomma, non è davvero convinto di vedere svolte di mercato a breve termine. Certo, fare previsioni di così lungo termine in un ambiente come quello tecnologico è un po' un azzardo. Tra vent'anni chissà quale sarà la situazione effettiva del mercato. Per leggere un resoconto più ampio dell'intervento di Huang, cliccate qui.