Summer LessonSummer Lesson è partito dagli esperimenti in realtà virtuale fatti con Tekken 

"Chi avrebbe voluto stare faccia a faccia con Kazuya?" Così da Tekken in realtà virtuale si è passati a Summer Lesson

Il producer della serie Tekken, Katsuhiro Harada, ha raccontato a Siliconera qualcosa sulle origini di Summer Lesson, il nuovo titolo per realtà virtuale annunciato per PlayStation VR.

A quanto pare, il progetto è partito dai primi esperimenti effettuati su Tekken in realtà virtuale: quando il sito ha chiesto a Harada se l'esperienza fatta con Summer Lesson potrà riflettersi in applicazioni del genere su Tekken, lo sviluppatore ha risposto che "è effettivamente il contrario. Prima di Summer Lesson sono stati fatti vari test con i personaggi di Tekken in realtà virtuale, stavamo cercando un modo di reinventare il gameplay di base in modo da avere i giocatori più coinvolti emotivamente con i personaggi", ha spiegato.

"Tuttavia, chi avrebbe voluto stare faccia a faccia con un karateka, un pro-wrestler o con Kazuya?" ha aggiunto, cosa che ha portato a un netto cambiamento nella formula e nell'ambientazione, trasformando tutto il progetto in Summer Lesson. Il gioco in questione è atteso per il 13 ottobre su PlayStation 4 e consente di intessere una relazione ravvicinata con varie ragazze virtuali all'interno di uno spazio in realtà virtuale.

TI POTREBBE INTERESSARE