EA ingaggia lo scrittore Richard Morgan  0

Al lavoro su tre misteriosi giochi di fantascienza

Electronic Arts ha ingaggiato lo scrittore britannico Richard K. Morgan, vincitore di vari riconoscimenti in ambito internazionale, per la supervisione delle storie su tre nuovi progetti attualmente in lavorazione presso gli studi interni del colosso di Redwood City.

Morgan è specializzato in narrativa di fantascienza, per la quale ha scritto racconti come "Altered Carbon" ("Bay City" in Italia, vincitore del Philip K. Dick Award) e "Black Man" (Arthur C. Clarke Award), pertanto, come era logico attendersi, starà dietro a storie riguardanti proprio tale genere letterario/videoludico. "Il videogioco è l'unica cosa nella mia vita che potrei qualificare come una dipendenza", ha scritto Morgan sul suo blog personale, dimostrando di essere un giocatore alquanto incallito, capace di giocare a pochi (ma buoni) titoli fino allo sfinimento. Lo scrittore paragona il lavoro che sta facendo (e quello generico degli sceneggiatori all'opera sui videogiochi) come quello dei primi autori impegnati nei film degli anni 20 a Hollywood, "l'unica differenza", dice ancora, "è che il tasso di evoluzione nelle tecniche per la produzione di videogiochi sta andando a una velocità superiore di una dozzina di volte rispetto a quella che ha contraddistinto le tecniche cinematografiche, cosa che rende il campo aperto e il potenziale immenso e questo, in termini di storia, è solo l'inizio". Insomma, "per uno scrittore, è una definizione alquanto calzante di paradiso", conclude Morgan.

Resta da capire quali siano questi tre giochi in sviluppo, sui cui lo scrittore non si è sbottonato. Tra i titoli fantascientifici in lavorazione presso EA vengono in mente Dead Space, Command & Conquer, Rage, Mass Effect o il misterioso Project RedLime di Starbreeze, sebbene sia possibile che si tratti anche di titoli sconosciuti e da annunciare.