Software HouseAncora su Pandemic: non chiude, ma viene assorbita 

Qualcuno ricorda i Borg?

Nelle ultime ore si sono accavallate notizie e preoccupazioni per la sorte di Pandemic e dei suoi titoli, dopo l'annuncio non ufficiale della chiusura degli studios interni ad EA. Erano seguiti puoi nuovi dettagli sulla vicenda che parlano di una forte riduzione del personale e dei dirigenti dello sviluppatore. Nuove informazioni, giunte direttamente da Electronic Arts, spiegano che si tratti solo del risultato della riduzione della forza lavoro di Pandemic e del suo riallocamento, compresi i suoi franchise, nelle strutture di EA Los Angeles. Un nucleo centrale dello staff di sviluppo di Pandemic continuerà a lavorare ai suoi giochi come ha sempre fatto finora, ma dagli studi di EALA, concentrandosi su qualità, gestione dei costi e rispetto dei tempi previsti. Pandemic non è più, viva Pandemic.

TI POTREBBE INTERESSARE