Aliens Vs PredatorAliens vs Predator non passa in Australia 

Troppo violento

La famigerata Classification Board australiana colpisce ancora: questa volta è Aliens vs Predator che non riesce a passare attraverso le strette maglie della classificazione multimediale.

Nella sua attuale versione, dunque, l'FPS fantascientifico di Sega e Rebellion non arriverà sugli scaffali dei negozi in Australia, poiché tra le altre cose "mostra scene con personaggi umani soggetti a vari tipi di violenza, incluse esplicite decapitazioni e smembramenti di vario tipo, oltre a ferite precise come accoltellamenti al petto, alla bocca, alla gola o agli occhi", come sostiene il report dell'ente preposto alla classificazione.

Tuttavia Sega sembra avere intenzione di trovare una soluzione: "continueremo ad investigare tutte le opzioni possibili, inclusa la possibilità di ricorrere in qualche modo". Il publisher potrebbe al limite decidere di distribuire una versione censurata del gioco per tale mercato, anche se la strada non sembra piacere molto a Sega che si è già direttamente rifiutata di distribuire una versione censurata in Germania, preferendo evitare di uscire su tale mercato.
Aliens vs Predator non passa in Australia