Guitar Hero 5I capi di Harmonix e Neversoft sul futuro dei rhythm game 

I contenuti personalizzati sono il futuro

La "crisi" che ha investito gli ultimi capitoli delle serie Guitar Hero e Rock Band può spiegarsi in una certa saturazione del mercato e in idee che necessariamente non hanno più la freschezza delle origini, sebbene non si possa parlare propriamente di crisi trattando di titoli che hanno comunque venduto milioni di copie.

Il fondatore di Harmonix e creatore di entrambe le serie e il project director di Neversoft dicono la loro a Edge sulla situazione attuale del genere. Alex Rigopulos e Brian Bright sono infatti piuttosto concordi nel considerare i rhythm game lungi dall'essere in declino e i contenuti generati dagli utenti come "assolutamente fondamentali per il futuro successo del genere", o "la chiave di volta per l'evoluzione".

Ovviamente, entrambi gli studi si stanno attrezzando per l'evenienza, con Rigopulos che ha già messo su il Rock Band Network e Bright che invece sta ancora valutando precisamente come organizzarsi sulla questione.
I capi di Harmonix e Neversoft sul futuro dei rhythm game

TI POTREBBE INTERESSARE