PoliticaÈ penale la vendita di giochi violenti in Venezuela 

Messi bene...

Ci sono popolazioni intere che d'ora in poi non potranno più godere di un'ampia fascia di prodotti videoludici. Uno di questi è il Venezuela, per il quale è appena entrata in vigore una normativa piuttosto pesante proprio studiata per i videogiochi. Si tratta di una limitazione molto precisa, che ostacola pesantemente l'importazione, la fabbricazione, la vendita, l'affitto, o la distribuzione di titoli che istigano o propongono dinamiche considerate violente. La pena non è da meno, ossia il carcere con un minimo di tre anni e un massimo di cinque. Pare che uno dei titoli che abbiano avviato questo tipo di contromisura sia stato Mercernaries 2: World in Flames, che proprio al governo in questione (e in particolare al presidente Hugo Chávez) sembra non sia proprio piaciuto. Insomma, tempi davvero duri per i videogiocatori venezuelani.
È penale la vendita di giochi violenti in Venezuela