Approdare su Mac è l'evento più importante nella storia di Steam  38

Così dice John Cook di Valve

Si potrebbe pensare che Valve, da team di sviluppo da sempre affine al mondo PC (e marginalmente Xbox 360), non considerasse granché l'utenza Apple.

Da questo punto di vista, il recente annuncio sul prossimo arrivo della piattaforma online Steam su Mac si poteva leggere come una conveniente manovra per avvicinare ai propri prodotti una fetta d'utenza che ormai non può più essere ignorata. Eppure, John Cook di Valve vuole dare all'evento un rilievo ancora maggiore: "lo consideriamo il risultato più grande nella storia di Steam da quando il servizio è stato lanciato", ha affermato a Joystiq, "ci sono molte persone coinvolte, dal team dedicato all'interfaccia che sta operando su Mac agli ingegneri del comparto grafico che si dedicano sia al client che ai giochi, è un grande sforzo collettivo".

Se non altro, si tratta dunque dell'evento più grande proprio in termini di portata del lavoro e quantità di persone coinvolte: "stiamo discutendo con tutti i 1000 publisher e sviluppatori che sono collegati a Steam e speriamo che molti di questi, se non tutto, accettino di portare delle versioni Mac dei propri giochi sul mercato". Gli altri dettagli riguardanti l'operazione non sono ancora stati diffusi, come l'eventuale prezzo dei giochi e quali dei numerosi titoli presenti saranno messi a disposizione per primi nella versione Mac di Steam, in ogni caso il servizio base, come per la versione PC, sarà gratuito. I giochi Valve in versione Mac verranno sviluppati nativamente su Mac.