Michael PachterI videogiochi non passeranno presto al digitale, secondo Pachter 

Troppi utenti console non ancora connessi

Nel suo show personale "Pach Attack", Michael Pachter ha detto la sua sul futuro dei supporti per i videogiochi, ribaltando la visione più progressista che vuole i videogiochi in corso di digitalizzazione presto.

Secondo Pachter, non ci sono possibilità concrete che il passaggio al digital delivery esclusivo possa avvenire in tempi brevi. "Non potremo avere un download obbligatorio finché non ci sarà la certezza che qualsiasi dispositivo possa essere collegato a internet". Per quanto riguarda i PC infatti la percentuale di collegamento online è molto alta, ma le console sono ancora indietro da questo punto di vista.

Eliminare il supporto fisico potrebbe tagliare fuori il 35% degli utenti Xbox 360 che non sono regolarmente connessi, percentuale che può salire addirittura al 65% per quanto riguarda Wii. Per questo, secondo Pachter, i dischi continueranno ad esistere almeno finché il 90% degli utenti console non risulteranno connessi a internet, ma è una condizione che si raggiungerà forse intorno al "2020".
I videogiochi non passeranno presto al digitale, secondo Pachter