Qualche informazione sul nuovo Neverwinter  0

Interessanti indizi

Dal COO di Cryptic Jack Emmert arrivano alcune informazioni sul nuovo Neverwinter, l'RPG in lavorazione presso il suo team.

L'idea di creare un RPG "old school" dalla tradizione occidentale era già chiara in Cryptic anche prima dell'acquisizione da parte di Atari, avvenuta la quale il lavoro si è spostato in maniera quasi naturale sul brand Neverwinter. Le fonti di ispirazione sono Oblivion e Dragon Age in quanto ad ambientazione e capacità di coinvolgere i giocatori. Non si tratta di un'impostazione a turni o isometrica, ma è comunque una struttura da vecchia scuola, nello spirito.

La creazione dei personaggi e le regole alla base di questi si fondano sulla quarta edizione di Dungeons & Dragons e il mondo di gioco è sostanzialmente un misto tra un RPG di cooperativo e un MMORPG a mondo persistente, ma soltanto alcune zone avranno caratteristiche da online persistente. Una certa evoluzione è stata imposta anche nella creazione dei contenuti da parte degli utenti, con un sistema che ricorda il Mission Architect di City of Heroes ma con una complessità tecnica maggiore, simile a quella dei toolset di Dragon Age. Per questo motivo non si può ascrivere pienamente al genere degli MMO, Neverwinter è di fatto un RPG alquanto classico con caratteristiche multiplayer online, di cui alcune persistenti. E' un "OMG", come lo chiama in maniera abbastanza esilarante Emmert, ovvero un Online Multiplayer Game, definizione alquanto generica che sta a significare un'esperienza di gioco da RPG classico occidentale con elementi di multiplayer cooperativo, in certi casi allargato quasi a diventare un MMO e in altri casi con aree caratterizzate da un online persistente.