Il "DOTA" di Blizzard sarà una mod più grande del normale  11

Com'è giusto che sia

Tra le novità presentate al BlizzCon 2010, ci sono le "mappe custom" per StarCraft II, ovvero delle vere e proprie mod di dimensioni piuttosto generose ma create dallo stesso team di sviluppo responsabile del gioco.

Tra queste è presente un certo "Blizzard DOTA", con ovvio riferimento al famoso DOTA, acronimo con cui ci si riferisce alla mod "Defence of the Ancients" di WarCraft III. Secondo quanto affermato da Chris Sagaty di Blizzard, questo sarà un progetto di più ampio respiro rispetto alle normali mod, dotato di un'estensione maggiore e di un supporto continuativo anche dopo il rilascio.

Per questo motivo, "Blizzard DOTA" verrà rilasciato su Battle.net solo in un secondo momento rispetto alle altre mappe custom. Da notare come il nome compaia anche tra le nuove produzioni Valve: come riferito qualche giorno fa, la casa di Half-Life ha recentemente reclutato lo sviluppatore "IceFrost" per lavorare ad un ancora misterioso DOTA 2.