MotoGP 10/11MotoGP 10/11 - Contest e guida alla configurazione 

La demo non è stata compresa a pieno

Direttamente dagli sviluppatori di MotoGP 10/11 arriva un documento che vuole sottolineare il ruolo della "...feature Rider Assist che secondo noi non è stata pienamente compresa dagli utenti." Dai feedback relativi alla demo infatti Monumental Games ha ottenuto pareri discordanti con critiche sulla difficoltà eccessiva da parte di appassionati di titoli arcade e lamentele sulla troppa semplicità da parte dei giocatori prezzolati e amanti della simulazione.
In seguito a questi pareri gli sviluppatori hanno voluto chiarire la questione dei settaggi che in MotoGP 10/11 possono modificare radicalmente l'esperienza di gioco. Il titolo è infatti sviluppato proprio con l'intento di essere adattato ai gusti di ogni giocatore in modo da incontrare tutte le necessità del vastissimo popolo di amanti della Moto GP.
Il consiglio dello sviluppatore, che ha anche lanciato un contest per portare gli utenti a ritentare la demo con un'ottica differente, è ovviamente quello di partire dal basso modificando via via i parametri della moto come farebbe un pilota in carne e ossa.
Ma per facilitare le cose i ragazzi di Monumental Games hanno fornito delle linee guida per tre diversi modelli di guida che vanno dall'Arcade al Professionale.
Di seguito trovate i parametri e i consigli per affrontare al meglio il circuito dimostrativo (il Mugello) e in calce alla notizia ci sono i due link del contest che da la possibilità, ai giocatori che pubblicheranno i loro tempi nella demo, di vincere un kit del Moto GP per il raffreddamento delle lattine.

OPZIONI DI GUIDA:

Arcade

Controllo trazione SI
Controllo freno anteriore SI
Controllo freno posteriore SI
Anti-impennata NO
Frenata automatica SI
Accucciarsi automatico SI
Spostamento automatico peso SI
Cambio Automatico

Medio

Controllo trazione SI
Controllo freno anteriore SI
Controllo freno posteriore SI
Anti-impennata NO
Frenata automatica NO
Accucciarsi automatico SI
Spostamento automatico peso SI
Cambio Manuale

Professionale

Controllo trazione NO
Controllo freno anteriore NO
Controllo freno posteriore SI
Anti-impennata NO
Frenata automatica NO
Accucciarsi automatico NO
Spostamento automatico peso SI
Cambio Manuale


PARAMETRI DELLA MOTO:

Arcade

Cambio:
standard

Sospensioni:
Smorzamento in compressione anteriore 2375
Smorzamento del rimbalzo anteriore 2350
Durezza della molla anteriore 24.230
Smorzamento in compressione posteriore 1980
Smorzamento del rimbalzo posteriore 1980
Durezza della molla posteriore 19.780
Lunghezza dell'interasse 1520


Medio

Cambio:
standard

Sospensioni:
Smorzamento in compressione anteriore 2075
Smorzamento del rimbalzo anteriore 2500
Durezza della molla anteriore 25.100
Smorzamento in compressione posteriore 2100
Smorzamento del rimbalzo posteriore 2500
Durezza della molla posteriore 21.900
Lunghezza dell'interasse 1490


Professionale

Cambio:
Rapporto differenziale 4.65
Prima 3.35
Seconda 2.20
Terza 1.85
Quarta 1.58
Quinta 1.42
Sesta 1.25


Sospensioni:
Smorzamento in compressione anteriore 1890
Smorzamento del rimbalzo anteriore 2190
Durezza della molla anteriore 27.000
Smorzamento in compressione posteriore 2050
Smorzamento del rimbalzo posteriore 2225
Durezza della molla posteriore 27.000
Lunghezza dell'interasse 1450


CONSIGLI DELLO SVILUPPATORE PER AFFRONTARE IL MUGELLO (DEMO):

"E per finire, ancora qualche dritta su come affrontare il Mugello, il circuito presente nella demo del gioco. Lanciati oltre i 320 Km/h troviamo subito una delle staccate più pericolose di tutto il mondiale, infatti la prima curva (San Donato) si affronta in seconda marcia a circa 110 km/h, bisogna uscire molto stretti per buttarsi dentro la curva due in percorrenza ed impostare subito il cambio di direzione per uscire dalla curva tre (tutto in seconda marcia). Breve rettilineo e impostiamo la moto nuovamente per affrontare la chicane Borgo San Lorenzo sempre in seconda marcia, si sfiora l'erba in uscita quindi prestate attenzione, non facciamo in tempo a scaricare la terza marcia che dobbiamo buttarci giù in discesa per le curve casanova, queste vanno affrontate di terza a 145 km/h, successivamente possiamo impostare la nostra Honda per le arrabbiate, sono due curve estremamente pericolose, vanno affrontate in terza marcia per garantire una traiettoria lineare. Uscendo da Arrabbiata 2 state attenti all'erba ed alle impennate improvvise provocate dal manto stradale sconnesso. Arriviamo quindi alle curve dieci ed undici che ci sparano sul tornante Correntaio, curva bellissima che si affronta in seconda marcia a circa 100 orari, importantissimo uscire stretti al cordolo per poter inserire la terza marcia e buttarsi dentro le Biondetti, occhio in uscita a non aprire troppo presto il gas, altrimenti vi insabbiate. Si arriva dunque all'ultima curva (Bucine), grosso tornante in discesa verso sinistra da affrontare quasi a manetta in seconda e terza marcia per poter uscire a cannone e completare il giro di questa stupenda pista!"

Link:

Contest demo PS3

Contest demo Xbox 360

TI POTREBBE INTERESSARE