Battlefield 3DICE: l'obiettivo di Battlefield 3 non sono le controversie 

Niente scontri politici o religiosi

Il producer di DICE, Patrick Bach, responsabile di Battlefield 3, ha affermato di non voler avere a che fare con le controversie per quanto riguarda il nuovo sparatutto bellico di EA.

"Non stiamo cercando di basare il gioco su un conflitto politico o religioso - la controversia forse è un buon strumento di marketing, ma noi facciamo giochi", ha dichiarato Bach a Edge, "il nostro obiettivo non sono le controversie, non voglio che ci siano sentimenti negativi mentre si gioca".

"Il nostro obiettivo", ha continuato il producer DICE, "è creare un'esperienza che sia divertente e coinvolgente. Dunque stiamo cercando di allontanarci da elementi troppo legati alla realtà - il realismo e la realtà delle cose non sono sempre sovrapponibili". Dunque, non ci saranno "supervillain" noti, ma saranno comunque chiare le motivazioni che spingono i protagonisti. Battlefield 3 è atteso per il 27 ottobre su PC, PlayStation 3 e Xbox 360.