XCOM non è cambiato ma si è evoluto  18

Ed è finito nel limbo, sospeso tra l'immortale classico e la necessità di cambiare formula

2K ha risposto alle critiche dell'utenza, delusa dai cambiamenti mostrati da XCOM durante l'E3 2011. Il titolo, secondo Jonathan Pelling, non si è trasformato radicalmente ma si è evoluto e la demo portata quest'anno a Los Angeles era mirata a mostrare il lato tattico che contraddistingue l'azione del titolo.

La demo del 2010 mostrava il lato "sparatutto" mentre quest'anno il team ha voluto sottolineare l'aspetto del ragionamento. Quale che sia la verità le parole di Pelling hanno ovviamente senso. D'altronde ciò che ha reso famoso XCOM è la sua complessità tattica. Ma molte critiche non sono state rivolte alla possibilità di reclutare e gestire una squadra, bensì alla banalizzazione dei nemici e del combattimento.

D'altronde nessuno vuole una copia di Mass Effect e le meccaniche di investigazione e i blob della prima demo avevano fatto pensare a qualcosa di radicalmente differente nonostante le meccaniche shooter classiche. In ogni caso l'obiettivo di riportare in vita la formula narrativa del primo capitolo, con un sistema di gioco e un setting differenti, potrebbe regalarci un titolo molto interessante.

Fonte: Gamespot