Ubisoft scopre l'importanza dei titoli freemium e casual  23

Il 40% dei ricavi della casa francese nel 2010 proviene proprio da questi filoni

Nel 2010, ben il 40% dei ricavi per Ubisoft sono scaturiti dalle vendite dei titoli casual e dei freemium. La rivelazione è stata fatta dall'executive director Alain Corre nel corso della Gamescom, durante un'intervista come GamesIndustry.

"Nel lungo termine è possibile che il mercato casual superi quello hardcore, visto che sempre più persone sono interessate a questo genere di prodotti", ha aggiunto il CEO Yves Guillemot. "I Puffi sono stati capaci di vendere 4,2 milioni di copie senza neanche bisogno del marketing, in due settimane."

Guillemot si è anche espresso in modo entusiastico circa i free-to-play, che a suo avviso infliggono un forte colpo alla pirateria. "Si tratta di una vera e propria rivoluzione, estremamente positiva per l'industria dei videogame perché consente di espandere i propri brand verso un pubblico molto più vasto."

Fonte: VG247

Ubisoft scopre l'importanza dei titoli freemium e casual
"Ezio, ti trovo invecchiato. E blu. Ah, non si tratta di Revelations?"