Software HouseTecmo Koei riconosce la scissione tra sviluppatori giapponesi e occidentali 

Diverse concezioni

Peter Garza, producer di Tecmo Koei specializzato in ambito di localizzazione dei prodotti, ha detto la sua sulle differenze nello sviluppo dei giochi tra Giappone e occidente, sostanzialmente ribadendo quello che in diversi altri hanno affermato in precedenza.

Garza vede una scissione totale nella stessa concezione del business per quanto riguarda i videogiochi tra Giappone e gli altri mercati: "i videogiochi in Giappone esistono in uno spazio differente dell'intrattenimento rispetto all'occidente", ha affermato Garza a GamesIndustry.biz, "i giochi in occidente vanno invece verso l'esperienza cinematografica, mentre in Giappone sono praticamente parificati ai giocattoli, passatempi più semplicemente ludici".

Il producer di Tecmo Koei sostiene che gli sviluppatori nipponici del suo publisher giocano regolarmente ai titoli occidentali e si rendono conto delle differenze intrinseche, "hanno giocato Dead Space, Portal e Portal 2", apprezzano sicuramente le caratteristiche di tali giochi ma non è facile avvicinare le diverse concezioni dei videogiochi che si hanno agli antipodi del mercato.

Fonte: GamesIndustry.biz

TI POTREBBE INTERESSARE