ArchivioBlizzard chiude la divisione North e accentra tutti i team di sviluppo 

Blizzard chiude la divisione North e accentra tutti i team di sviluppo

Quest'oggi Blizzard ha ufficialmente annunciato di aver chiuso i battenti di Blizzard North, la famosa divisione della mitica software house che diede i natali al franchise di Diablo localizzata nella Baia di Irvine dopo mesi di morte apparente (ma diciamo pure stato comatoso) dovuti alla costante dipartita di moltissime figure chiave che contribuirono alla nascita del famoso RPG di Blizzard.
Il presidente e fondatore della compagnia ha assicurato che questa chiusura migliorerà sensibilmente l'efficienza della software house e consentirà ai diversi team di lavorare più a stretto contatto e avere quindi un input negli altri progetti in via di sviluppo. Inoltre a tutti i dipendenti della sede North è stato offerto un pacchetto di trasferimento verso la sede madre di Blizzard, situata in California, per continuare il lavoro su un progetto non ancora annunciato e che per molti potrebbe essere l'attesissimo Diablo 3.
Vi ricordo brevemente che Blizzard North fu fondata nel 1993 da David Brevik e dai fratelli Erich e Max Schaefer; inizialmente conosciuta con il nome Condor, realizzo e vendette Diablo a Blizzard che, tre anni più tardi, acquistò l'intero studio rinominandolo per l'appunto in Blizzard North.
In merito invece alle dipartite di cui vi parlavo in apertura di notizia, i membri storici della divisione North contribuirono a creare tre diverse software house: ArenaNet, formata nel 2000 da O'Brien, Wyatt e Strain (oggi parte di NCSoft) e responsabile di Guild Wars, Flagship Studios, fondata nel 2003 da Brevik, i fratelli Schaefer e Roper e al lavoro su Hellgate London e infine Castaway Entertainment anche questa aperta nel 2003 dai fratelli Scandizzo, attualmente concentrata sullo sviluppo di un titolo non ancora annunciato e ormai parte di Electronic Arts.

TI POTREBBE INTERESSARE