Nintendo punta al controllo di Bandai  0

Nintendo punta al controllo di Bandai

Nonostante le smentite di entrambe le parti in seguito all'acquisto, da parte di Nintendo, di 1.280.000 azioni Bandai (il 2.6%) il 16 settembre scorso, pare proprio che il publisher di Kyoto punti al controllo del colosso dei giocattoli nipponico.
A dare la notizia è il quotidiano nipponico Sentaku, molto affidabile su tutte le questioni di alta finanza, che ha intervistato il figlio del fondatore di Bandai, Makoto Yamashina, che fa parte del consiglio di amministrazione di Bandai. Senza scendere troppo nei dettagli, ci sono forti contrasti all'interno del CDA Bandai, soprattutto tra Yamashina e l'attuale CEO e Presidente della società Takeo Takasu, e Nintendo, con l'appoggio di Takasu e della banca UFJ Bank, che già aveva organizzato l'acquisizione del 2,6% di Bandai da parte di Nintendo, potrebbe tentare il colpo di mano e assumere la quota di maggioranza. Le azioni Bandai sono molto frazionate, quindi a Nintendo basta acquisire poco più del 5% della società per poter controllare Bandai. Attualmente la UFJ Bank e la UFJ Trust Bank possiedono il 6% di Bandai, una percentuale che unita al 2,6% in mano a Nintendo assicurerebbe alla società di Kyoto il totale controllo di Bandai.