Grand Theft Auto: Chinatown WarsPachter: Chinatown Wars vende poco per via del target di DS 

Secondo Micheal Pachter ha espresso la sua opinione circa le vendite non propriamente ingenti di Grand Theft Auto: Chiantown Wars per DS. Secondo l'analista di mercato la ragione è da ricercarsi nella fascia di età che rappresente il target principale della portatile Nintendo e che vedrebbe solamente un 10% degli utenti di sesso maschile essere compresi nella fascia di età fra i 18 ed i 30 anni. Insomma: poca audience matura che possa essere attratta dal prodotto in questione. "Possono anche esserci una grande quantità di adulti che possiedono un DS, ma guardate gli ad: America Ferrera, Liv Tyler, Beyonce, e Carrie Underwood sono tutti diretti a ragazze o donne. E' chiaro che la fascia demografica più anziana sia largamente femminile e che gioca a Brain Training, Nintendogs e Rhythm Heaven, non a GTA: Chinatown Wars". Questo non significa che il mercato sia stanco della serie, aggiunge Pachter, ma solamente che il pubblico preferisca giocarlo su console casalinghe. "Non c'è ragione di fare un gioco per un audience che non c'è", conclude, anche se fortunatamente Take-Two sembra discordare.

TI POTREBBE INTERESSARE