Dino Stalker: Gun Survivor 3Recensione Dino Stalker: Gun Survivor 3 

Recensione Dino Stalker: Gun Survivor 3

Una delle pochissime macchie nell'eccellente curriculum videoludico di CAPtive COMmunication è sicuramente costituita dalla saga di Gun Survivor, nata per sottomettere brand del calibro di House Of The Dead di Sega o Time Crisis di Namco, ma coadiuvata da una realizzazione tecnica così scarsa e da un gameplay mediocre, tali da spegnere ogni entusiasmo. Dopo i primi 2 episodi ambientati nell'universo di Bio Hazard/Resident Evil, Capcom ci porta tra i dinosauri di Dino Crisis, promettendo una libertà d'azione inedita ed un ottima cosmesi. Stefano Russo, Guncon 2 alla mano, è pronto per il suo resoconto.

Recensione Dino Stalker: Gun Survivor 3

TI POTREBBE INTERESSARE