Hardware oldReport dall'evento hardware di Microsoft 

Report dall'evento hardware di Microsoft Report dall'evento hardware di Microsoft

In aggiunta al rinnovato impegno di Microsoft sul fronte delle periferiche di gioco, non sono mancate le novità per le scrivanie degli uffici, con nuove versioni dei suoi consueti, ottimi, mouse e tastiere, una nuova tastiera multimediale compatta con funzionalità di Media Center e caricabatterie integrato per il mouse senza fili.
"Protagonista" della serata il nuovo Mobile Memory Mouse 8000, classico topino wireless molto compatto, che si distingue per alcune curiose caratteristiche. La prima - più reclamizzata - é la doppia funzionalità del suo ricevitore RF USB, che contiene anche un 1 GB di memoria flash per l'archivio di dati. Potremmo dibattere per ore sull'effettiva utilità di una chiavetta USB che non può essere scollegata dal proprio PC e passata a un collega (o peggio smarrita!) senza che il mouse smetta di funzionare... per fortuna il Memory Mouse funziona anche in modalità Bluetooth.

Report dall'evento hardware di Microsoft

Più interessante il fatto di poterlo collegare fisicamente al ricevitore tramite un cavo a connettori magnetici, in modo da ricaricare la batteria inclusa durante l'uso, di fatto risolvendo uno degli svantaggi più evidenti dei mouse wireless portatili: l'imbarazzo di non avere mai pile di riserva.
Piccole ma significative innovazioni che contribuiscono (assieme alla graziosa custodia in neoprene con tanto di logo in stile Prada) a giustificare un prezzo non trascurabile: a 89,90 euro il Memory Mouse é evidentemente l'esponente di lusso della categoria e non mancano alternative economiche, anche in seno allo stesso catalogo Microsoft.

Report dall'evento hardware di Microsoft Report dall'evento hardware di Microsoft

La divisione Hardware di Microsoft (responsabile del suo portafoglio di mouse e tastiere, nonché unica delle sue tante escursioni nell'elettronica di consumo ad aver avuto successo), festeggia quest'anno il suo venticinquesimo anniversario e l'azienda giustamente pensato di celebrare la ricorrenza e contemporaneamente presentare una corposa line-up per la stagione 2007-2008. Quest'ultima, oltre a offrire il consueto revamp di accessori per l'ufficio e per la comunicazione (molto carine le due nuove Lifecam VX-7000 e NX-3000), segna, dopo anni, un ritorno di interesse per il segmento gaming su PC.< br> Se infatti la linea di pad degli anni '90 appartiene definitivamente al passato (quello dell'Xbox 360 risponde abbondantemente alle necessità e chi ha bisogno di un joystick, ormai?) il marchio Sidewinder é stato resuscitato nella forma di un mouse dalla forma inusuale, che porta all'estremo l'approccio di massima personalizzazione già esplorato da Logitech con i prodotti omologhi.
Con la possibilità di cambiare i piedini del mouse (fra tre differenti scelte con diversi coefficienti di attrito), il peso (grazie a masse innestabili da 30 grammi) e la risoluzione (modificabile in tempo reale fino a 2000 dpi e indicata da un minuscolo display LCD), il Sidewinder sembra offrire tutte le potenzialità di configurazione umanamente desiderabili da qualsiasi categoria di utente. Il target di riferimento é comunque invariabilmente il videogiocatore hardcore come testimoniato anche dalla presenza del filo, che accomuna il Sidewinder alla linea pro- gaming della Razer.
Forse non vincerà premi per un design particolarmente accattivante, ma look e colori aggressivi giocano a suo favore e la qualità di materiali e assemblaggio é fuori discussione. Un buon affare per un mouse da 69,90 euro, sensibilmente più economico del G9 Logitech.

TI POTREBBE INTERESSARE