8.0

Redazione

6.1

Lettori (11)


  • 4
  • 1
  • 6
  • 0
  • Data di uscita: 26 aprile 2012
  • Piattaforme: ipad, iphone
  • Tipologia di gioco: Action

Ski SafariCome neve 6

Il nuovo endless runner "verticale" sviluppato da Defiant Development ci mette nei panni di uno sciatore sorpreso da una slavina che spazza via il suo cottage. Riuscirà a salvarsi?

Quando un prodotto appartenente a un determinato genere fa il botto, com'è accaduto in tempi recenti a Jetpack Joyride, subito decine di team di sviluppo cercano di cavalcare l'onda di quel successo realizzando, in fretta e furia, il clone di turno. Talvolta l'esperimento va a buon fine, consegnandoci un risultato tutt'altro che originale ma godibile, ma arriva il punto in cui diventa davvero difficile trovare quella variazione sul tema capace di conferire un minimo di significato al proprio progetto. Con Ski Safari i ragazzi di Defiant Development hanno provato a cambiare prospettiva, puntando su di uno sviluppo verticale (anzi, diciamo "obliquo") dell'azione piuttosto che orizzontale. Come neve Per mettere in pratica tale intenzione è bastato ambientare il gioco su di una sconfinata montagna, fornendo un incipit piuttosto chiaro: una valanga coglie di sorpresa un esperto sciatore, spazzando via la sua bella casetta di legno, e così il personaggio si trova a doversi lanciare a tutta velocità sulla neve per non finire sepolto anche lui. Il movimento dell'omino avviene in modo automatico, seguendo le leggi di gravità, ma il percorso che dobbiamo seguire per evitare la slavina è pieno zeppo di pericolosi ostacoli, nella fattispecie rocce sporgenti di varie dimensioni, lastre di ghiaccio e sporgenze che possiamo sfruttare per inanellare qualche manovra acrobatica e incrementare la nostra velocità, a patto di effettuare un atterraggio morbido al termine del salto. Nella parte alta dello schermo si trova un moltiplicatore di punteggio che memorizza appunto le nostre evoluzioni aeree ma che, però, si resetta non appena sbagliamo qualcosa.

Chi non scia in compagnia...

Il gameplay di Ski Safari segue le logiche della tradizionale formula "survival" che da sempre caratterizza i running game, ovvero ogni partita fa storia a sé e bisogna, di volta in volta, cercare di arrivare il più lontano possibile. È stato però fatto un certo tipo di lavoro in termini di bilanciamento, infatti ci si accorge subito che la discesa sulle prime è tutt'altro che difficile e viene dunque dato al giocatore un po' di tempo per "riscaldarsi" prima di mettergli di fronte le situazioni più complesse. Come neve Per aumentare la varietà, inoltre, sono stati inseriti alcuni oggetti con cui il personaggio può interagire per guadagnare spunto o aumentare la propria resistenza agli urti: pinguini che scivolano sulla pancia, yeti da "cavalcare", motoslitte e finanche uccelli che possono farci planare rapidissimamente verso i piedi della montagna. Ognuno di questi "veicoli" può subire un paio di colpi prima di lasciarci di nuovo ai nostri sci, ed è importante notare che un atterraggio di testa o l'urto con un ostacolo in Ski Safari non si traducono automaticamente nel game over: tutto dipende dalla distanza a cui ci troviamo dalla valanga, perché con rapidi tocchi del touch screen avremo comunque modo di rialzarci e riprendere la corsa. Andiamo quindi ad analizzare il sistema di controllo, che si presenta in una veste incredibilmente semplice e funziona tramite un unico tocco sullo schermo, che aziona lo slancio per il salto e, tenendolo premuto, ci consente di effettuare le rotazioni aeree di cui si parlava in precedenza. La reattività e la precisione sono eccellenti e non capita davvero mai di sbagliare qualcosa per colpa dei controlli, che vengono coadiuvati da un comparto tecnico gradevolissimo e perfettamente funzionale all'azione, grazie alla bella grafica e a un tema musicale molto simpatico.
Ski Safari - Trailer Ski Safari - Trailer

Pur senza uscire dalla tradizione degli endless runner, Ski Safari applica con successo un piccolo cambiamento nella prospettiva dell'azione e lo supporta efficacemente, grazie a un sistema di controllo touch perfetto e davvero immediato. Le variazioni sul tema, intese come oggetti con cui il personaggio può interagire per ottenere maggiore velocità e resistenza, non sono numerose e spettacolari come quelle presenti nel blockbuster Jetpack Joyride, ma bastano per tenere alto il coinvolgimento e spingerci a fare "ancora una partita", confrontando poi i nostri punteggi con quelli degli amici via Game Center. Non una pietra miliare del genere, in definitiva, ma un prodotto realizzato con competenza e stile da un team indubbiamente talentuoso. Per 79 centesimi vale sicuramente la pena di acquistarlo.

Tommaso Pugliese

Pro

  • Terribilmente immediato
  • Controlli touch perfetti
  • Bello stile per grafica e sonoro

Contro

  • Nessuna novità sostanziale
  • Un po' limitato in termini di varietà