Blood & Glory: LegendAl mio via... scatenate l’inferno! 

GLU porta su App Store e Google Play la storia di un eroe decaduto che cerca di perseguire la propria vendetta celando la propria identità dietro la maschera di un gladiatore. Vi ricorda qualcosa?

Blood & Glory: Legend per iPad
In digital delivery su None
In digital delivery su None

Il Gioco Gratis della Settimana è l'appuntamento di Multiplayer.it che, ogni sabato, mette sotto i riflettori un'app per iPhone scaricabile a costo zero. Non necessariamente titoli nuovi né di etichette di primo piano ma piuttosto, semplicemente, prodotti che meritano di essere presi in considerazione. A maggior ragione se non si deve sborsare nemmeno un centesimo.

"Avrò la mia vendetta, in questa vita o nell'altra", proclamava Russel Crowe ne "Il Gladiatore", e non si può certo dire che il nuovo titolo freemium di GLU non si ispiri a tale storia, visto che ci mette nei panni di un ex comandante imperiale che viene tradito e sconfitto, e che quindi cerca la propria vendetta combattendo nelle arene con il volto coperto da una maschera, nell'attesa di poter mettere le mani sulle persone che lo hanno ingannato. Blood & Glory: Legend parte dunque da una trama niente affatto originale e ci propone, peraltro, un gameplay fortemente ispirato a quello di Infinity Blade. Al mio via... scatenate l’inferno! Bisogna però dire che svolge il proprio lavoro con competenza, offrendo ai giocatori meccaniche estremamente solide ed efficaci, sia per quanto concerne il sistema di combattimento che per il corposo contorno, caratterizzato da una struttura a livelli in cui si cresce man mano che si portano a termine i combattimenti e si impiegano i punti guadagnati per migliorare le abilità del personaggio, mentre con la tradizionale doppia valuta (monete e cristalli) è possibile acquistare armi ed equipaggiamento migliori oppure potenziare ciò che è in nostro possesso. Ad accompagnarci in ogni scontro ci sono poi anche varie pozioni, da quella che ripristina l'energia vitale a quella che ci offre un bonus d'attacco, e così via.

Via dolorosa

Una delle differenze sostanziali fra Blood & Glory: Legend e il primo capitolo della serie risiede appunto nella presenza di una trama e di meccanismi ancora più complessi e sfaccettati per quanto riguarda i combattimenti. Certo, le basi del genere action "gestuale" sono sempre quelle, con il nostro guerriero che può schivare i colpi dell'avversario verso destra o verso sinistra agendo sui relativi pulsanti ai lati del touch screen, utilizzare eventualmente la parata (l'unico modo per non subire le mosse speciali) e colpire a sua volta "disegnando" i fendenti sullo schermo. Al mio via... scatenate l’inferno! Una volta messo a segno qualche colpo, potremo non solo ricorrere alle pozioni (disponibili altrimenti prima dell'inizio del confronto) ma anche eseguire manovre potenti, capaci di spezzare momentaneamente la guardia del nemico. La campagna è composta da ben dieci tornei, ognuno costituito da un certo numero di combattimenti singoli, e già a un terzo del completamento si nota un incremento della difficoltà, per via di avversari che riescono a celare le proprie intenzioni fino a un attimo prima dell'affondo. In caso di sconfitta è possibile continuare utilizzando due cristalli, oppure semplicemente soccombere e ritentare il duello da zero. Ad ogni modo, le microtransazioni non appaiono essenziali per poter procedere con successo nel gioco, e la loro incidenza può essere sostituita dalla semplice perseveranza. Qualche parola anche per il comparto tecnico, che si concentra sui modelli poligonali dei guerrieri in barba a tutto il resto, ma lo fa davvero bene, consegnandoci personaggi ben caratterizzati, dettagliati e animati. Discreto il sonoro, dotato di effetti plausibili, di buona qualità.

Clicca per votare!
8.0

Redazione

6.9

Lettori (6)

Blood & Glory: Legend legittima la formula del primo episodio, aggiungendo un certo grado di personalità al prodotto grazie all'inserimento di una trama e di meccaniche ancora più evolute. Che tale processo escluda del tutto l'originalità è un altro paio di maniche, e in base alla vostra sensibilità potreste essere più o meno infastiditi dalla cosa. Certo è che il gameplay risulta molto ben collaudato (anche se i comandi touch in determinati casi non si rivelano abbastanza reattivi) e la struttura appare corposa e ricca di spessore, visto l'approccio ai punti esperienza e le numerosissime armi che è possibile acquistare e potenziare. Fa infine piacere che gli in-app purchase non abbiano un peso eccessivo, concedendoci la possibilità di giocare senza problemi a costo zero.

Tommaso Pugliese

Pro

  • Gameplay collaudato
  • Tecnicamente ottimo
  • Sfaccettato e impegnativo...

Contro

  • ...talvolta pure troppo
  • Tutt'altro che originale
  • Comandi touch non sempre precisi

TI POTREBBE INTERESSARE