Warhammer QuestOrchi e buoi dei paesi tuoi 

Dopo i due ottimi episodi di Hunters, gli sviluppatori di Rodeo Games si cimentano con la licenza di Warhammer

Warhammer Quest per iPhone
In digital delivery su None

L'universo di Warhammer debutta sui dispositivi iOS con uno strategico a turni ricco di elementi RPG e dotato di una componente narrativa gradevolissima, in linea con le produzioni cartacee che hanno reso celebre il franchise di Games Workshop. Orchi e buoi dei paesi tuoi A realizzarlo sono gli inglesi di Rodeo Games, che fanno il salto di qualità dedicandosi a una licenza famosa dopo i due episodi di Hunters, uno strategico a turni la cui struttura viene in questo caso "permutata", sostituendo mercenari futuristici armati di fucili con guerrieri, nani, maghi ed elfi che brandiscono pesanti martelli da guerra, spade magiche, asce bipenne e bastoni mistici. Chi ha già avuto modo di apprezzare il lavoro di questo team di sviluppo non avrà dunque problemi a confrontarsi con un sistema di controllo touch piuttosto semplice e intuitivo, che ci consente di muovere e/o attaccare con le nostre unità durante un turno per poi cedere l'iniziativa alle truppe nemiche; il tutto all'interno di numerose quest (stiamo parlando di oltre venti ore di gameplay) che si sbloccano man mano sulla mappa, mentre il nostro team si sposta da un villaggio all'altro in cerca di avventure, e che si svolgono nel buio di dungeon pieni di creature ostili e potenti: dai ragni giganti ai pipistrelli, dai topi agli orchi, passando per enormi troll e avversari ancora più scaltri e potenti.

L'allegra brigata

I quattro personaggi inizialmente a nostra disposizione in Warhammer Quest sono un predone, un nano, un elfo e un mago grigio. Come da tradizione, ognuno di loro può equipaggiare solo oggetti pensati per la classe di appartenenza, e in ogni città visitata un ricco mercato consente di acquistare appunto questo genere di armi o armature, nonché vendere ciò che invece non ci serve più. Orchi e buoi dei paesi tuoi In tale frangente, purtroppo, non si notano particolari passi in avanti rispetto a quanto fatto da Rodeo Games con Hunters, anzi ci si imbatte nei medesimi problemi: all'atto di comprare un'arma non è infatti possibile visualizzare contestualmente il nostro equipaggiamento per capire se quello che stiamo per prendere sia uno strumento più efficace di ciò di cui disponiamo. Il pur interessante espediente di inclinare l'iPhone in verticale per gestire in modo diretto gli oggetti, dunque, lascia un po' il tempo che trova e non riesce a migliorare un aspetto comunque importante dell'esperienza. Un altro elemento di pregio di questa produzione, ma ugualmente "problematico", è rappresentato dalla componente narrativa. Rifacendosi alla natura stessa di Warhammer, le storie su cui si basano le varie quest sono molto gradevoli da leggere, ma la scelta di un font microscopico rende onestamente ardua tale operazione. A ciò bisogna inoltre aggiungere qualche problema tecnico di gioventù, come il blocco del gioco durante il caricamento di un'incursione nemica oppure la perdita dei progressi recenti in seguito alla chiusura dell'applicazione. Niente che un aggiornamento non possa risolvere, e siamo certi che accadrà, ma l'impressione iniziale non è delle migliori. Per fortuna c'è molto di cui essere contenti: la già citata corposità della campagna; la presenza di numerosissimi oggetti fra armi, armature, pozioni, anelli e pergamene; un impianto di gioco non originale (è praticamente lo stesso di Hunters) ma efficace e ricco di spessore strategico; un comparto tecnico che, nei limiti della visuale dall'alto (che non aiuta per niente in termini di spettacolarità, anzi), sa farsi valere.

Clicca per votare!
8.0

Redazione

6.5

Lettori (4)

Il debutto di Warhammer sui dispositivi iOS non poteva essere affidato a mani migliori, se l'obiettivo era quello di realizzare uno strategico con elementi RPG capace di catturare l'atmosfera della licenza Games Workshop e proporre una serie di quest coinvolgenti, ben supportate dal punto di vista narrativo e dal gameplay solido. La struttura su cui si basavano i due episodi di Hunters si rivela sufficientemente duttile da consentire il sostanziale cambio di ambientazione senza particolari problemi, ma bisogna dire che gli sviluppatori non hanno ancora imparato a gestire al meglio alcuni aspetti dell'interfaccia: in particolare andava usato un carattere di dimensioni maggiori per i testi a schermo, che in questo modo su iPhone diventano quasi illeggibili tanto sono piccoli. Al di là di queste mancanze, Warhammer Quest si pone senza dubbio come un acquisto obbligato per i fan del franchise.

Tommaso Pugliese

Pro

  • Oltre venti ore di gameplay
  • Struttura solida e appagante
  • Ricco di spessore, anche sul fronte narrativo...

Contro

  • ...ma i testi a schermo sono microscopici su iPhone
  • I personaggi extra vanno acquistati a parte
  • Interfaccia carente su alcuni fronti

A parte qualche spigolo, Warhammer Quest si pone senza dubbio come un must per i fan del franchise

TI POTREBBE INTERESSARE