Just Cause 3: Sky FortressDove osano i Rodriguez 

È un uccello? Un aereo? No, è Rico Rodriguez!

Per decidere se fare vostro o meno Sky Fortress dovete prima chiedervi che tipo di giocatori di Just Cause siete. Vi interessano principalmente la storia, le missioni strutturate e i siparietti narrativi o siete dei pazzi malati di adrenalina, a cui piace sfogare liberamente le proprie pulsioni estreme, che in confronto Bodhi di Point Break pare il protagonista di un film muto melodrammatico? Noi per primi non crediamo nelle divisioni categoriche, specie per quanto riguarda proposte come la serie di Avalanche Studios, che i due orientamenti spesso e volentieri sa abbracciarli contemporaneamente, senza cesure, nel nome di una scoppiettante libertà sandbox. Se propendete più verso il primo, allora probabilmente questo DLC non fa per voi. Se invece non aspettavate altro che qualche buona ragione per tornare a mettere il mondo a ferro e fuoco nel nome del trinomio rampino/paracadute/tuta alare, Sky Fortress potrebbe essere il pane che i vostri denti stavano bramando, sebbene la farcitura non sia delle più abbondanti, al punto che, come potrete esservi anticipati scrollando la pagina fino in fondo, è un contenuto aggiuntivo che in senso assoluto non ci sentiamo di consigliare.

La nostra recensione di Sky Fortress, la prima mini-espansione di Just Cause 3

Super-sonico

Sky Fortress mette Rico contro la eDEN Corporation, una spietata multinazionale che dopo alcune tragedie avvenute anni addietro sembrava sparita per sempre e invece torna a minacciare Medici con il suo esercito di droni e l'intenzione di non guardare in faccia nessuno per raggiungere i suoi fini, anche se si dovesse trattare di causare un disastro ecologico. Dove osano i Rodriguez Dove osano i Rodriguez A provare a tenerci testa, quantomeno verbalmente, è la sua amministratrice delegata, Eden Callagher, che pur incarnando al 100% il cliché della donna in carriera con vocazioni dittatoriali sentita e risentita decine di volte sa comunque intrattenere con Rodriguez dei botta e risposta adeguatamente frizzanti, rappresentando una gradevole presenza di sottofondo all'azione. Il centro operativo di questo impero del male è un enorme elivelivolo, la Sky Fortress che dà il nome all'espansione, raggiungibile grazie a quella che è l'indiscussa protagonista della vicenda: la Tuta Alare al Bavarium, messa a punto dalla solita Dimah. Un gadget capace di riscrivere la sintassi della formula del gioco base, rendendo più sfumato il confine tra le meccaniche delle traversate, quelle di combattimento e quelle mediante cui esprimere creatività, sia acrobatica che distruttiva. Questo particolare tipo di winguist è dotato innanzitutto di un sistema di propulsione, grazie a cui decollare direttamente da terra, in qualsiasi momento, e compiere poderose accelerazioni per effetto delle quali continuare a mantenersi in volo, potenzialmente all'infinito. A controbilanciare è previsto un aereo-freno, tramite cui effettuare virate morbide e atterrare come sul velluto. Non solo: Rico può anche sparare dei missili a ricerca e servirsi di una mitragliatrice gatling. Le conseguenze sono facilmente immaginabili: di fatto ci si trova al controllo di un personaggio che ormai trascende quasi l'umano, assomigliando a un caccia da combattimento vivente. E in questo senso la possibilità di evitare i missili, schivando, con tanto di notifica dell'agganciamento del nemico, quasi si fosse al controllo dell'F-14 di Afterburner, appare come la ciliegina sulla torta. Da gente che mastica il gameplay emergente da eoni per risputarlo tirato all'estremo, Avalanche ha saputo realizzare una declinazione a tema "arioso" di Just Cause che funziona davvero: inebria come non mai e rinfresca al punto giusto. E ha saputo costruirci attorno un campo giochi, la Sky Fortress, che ne esalta le caratteristiche, come avevamo già esposto dettagliatamente in fase di preview, risultando divertente anche se affrontata una seconda volta, come nel caso di chi scrive.

Requisiti di Sistema PC

  • Configurazione di Prova
  • Processore: Intel Core i5 2500K@4.4 GHz
  • Scheda video: NVIDIA GeForce GTX 970 OC
  • Memoria: 8 GB DDR3 1600MHz
  • Sistema operativo: Windows 10 64 bit
  • Requisiti Minimi
  • Processore: Intel i5 2500K 3.3 GHz/AMD Phenom II X6 1075T 3.0 GHz 
  • Scheda Video: Nvidia GeForce GTX 670/AMD Radeon HD 7870
  • Memoria: 8 GB
  • Spazio su disco: 54 GB
  • Sistema operativo: Windows Vista SP2/ 7.1 SP1/8.1 64 bit
  • Requisiti Consigliati
  • Processore: Intel Core i7-3770 3.4 GHz/AMD FX 8350 4.0 GHz
  • Scheda Video: Nvidia GeForce GTX 780/AMD R9 290 
  • Memoria: 8 GB
  • Spazio su disco: 54 GB
  • Sistema operativo: Windows Vista SP2/ 7.1 SP1/8.1 64 bit

Prendere? Forse è meglio lasciare…

Purtroppo, però, il mirabolante volo di Rico finisce per assomigliare a quello di Icaro, conoscendo il suo apice prematuramente, proprio con le primissime missioni dell'espansione, che di lì a poco come se non bastasse volge a conclusione. Rispetto a quanto provato in fase di anteprima, dove ci chiedevamo quali potessero essere gli altri contenuti attraverso cui si sarebbe potuto avere un'idea del quadro complessivo, è presente un solo incarico principale, che peraltro appare unicamente dopo essere tornati a terra a spazzolare un paio di avamposti generici, gonfiando le cose con un po' di backtracking. In altre parole: nel giro di tre orette scarse si è fatto tutto quello che Sky Fortress ha da offrire. Tutt'al più, se si intende potenziare la Tuta al Bavarium a dovere si può computare del tempo extra (una quarantina di minuti per noi, che ci siamo accontentati di prendere sette Mod su dieci). E qui ci riallacciamo al punto di partenza dell'articolo: se sono la proposta story-driven e le situazioni di gioco studiate in maniera specifica a stuzzicarvi di più questa mini-espansione secondo noi non vale gli 11,99 euro richiesti. Probabilmente avrà più senso che consideriate l'acquisto dell'intero Expansion Pass, quando il progetto Air, Land & Sea sarà completo, nel caso in cui dimostri una certa organicità (e il modo con cui si conclude la storia, tutt'altro che originale ma stuzzicante, lascia ben sperare in questo senso). Se invece siete tipi da perdere la testa appresso alle classifiche o vi gongola l'idea di poter usare la winguist al Bavarium e un altro paio di gadget anche nel gioco base, spassandovela in giro per Medici sentendovi Tony Stark, fate pure come se qui sotto ci sia un bollino verde anziché uno rosso.

Sconsigliato

8.4

Lettori (2)

Pro

  • I nuovi gadget, Tuta al Bavarium in primis, danno una bella botta di adrenalina
  • La base volante è cucita davvero attorno alle nuove possibilità di gameplay...

Contro

  • ...ma è anche un apice irripetuto
  • Dura veramente poco