7 MagesI magnifici sette 

Napoleon Games porta sui dispositivi mobile un dungeon crawler coinvolgente e ricco di sostanza

Quando la leggendaria Roven Island viene assediata da creature demoniache, i suoi abitanti decidono di ingaggiare sette potenti maghi per proteggerli: è questo l'incipit di 7 Mages, il nuovo titolo sviluppato da Napoleon Games per iOS, Android e PC, in tal caso disponibile in Accesso Anticipato su Steam. I magnifici sette Si tratta di un dungeon crawler dai tratti tradizionali, caratterizzato invero da una partenza molto lenta e da una curva d'apprendimento poco adatta alla consueta immediatezza del mobile gaming, senza suggerimenti o indicazioni sull'interfaccia, cosa che potrebbe mettere in crisi soprattutto i videogiocatori occasionali. Superato tale scoglio, però, vengono introdotte alcune interessanti variazioni sul tema, in particolare la possibilità di controllare fino a sette personaggi in luogo dell'unico mago iniziale, il che conferisce al gameplay un substrato strategico non indifferente. Il gioco ci catapulta subito nell'azione, cominciando dal primo dei quattordici scenari disponibili nell'ottica di una campagna piuttosto lunga e impegnativa, man mano più complessa. L'approccio adottato dagli sviluppatori in tal senso ci è sembrato il migliore possibile: si può giocare fino alla quarta ambientazione in modo completamente gratuito, quindi decidere se acquistare i nuovi livelli singolarmente per 99 centesimi oppure sbloccare l'intera esperienza al prezzo di 6,99 euro. Arrivati a quel punto, potete starne certi, avrete un quadro ben preciso del prodotto e potrete decidere se investire o meno i vostri soldi per goderne in maniera completa.

7 Mages è un ottimo esponente per il genere dei dungeon crawler, un titolo interessante e impegnativo

Sottoterra

7 Mages dispone di due configurazioni per i controlli touch: quella di default funziona a gesti e permette di avanzare, retrocedere, girarsi o scartare di lato disegnando con le dita delle linee nelle rispettive direzioni, mentre una seconda opzione presenta pulsanti virtuali per una maggiore precisione. Durante i nostri test abbiamo trovato entrambe le soluzioni valide. I magnifici sette Le icone presenti nella parte bassa dello schermo trovano una funzione durante la "modalità combattimento", che si attiva appena un nemico appare all'orizzonte. Quando sarà a tiro potremo colpirlo con armi convenzionali oppure utilizzare la magia, tenendo però sempre d'occhio i valori di vitalità ed energia mistica, ripristinabili assumendo pozioni oppure, semplicemente, schiacciando un pisolino qualora sia possibile. Il combat system funziona a turni e, come già detto, lo spessore strategico del gioco assume connotati differenti man mano che si procede, si sbloccano nuovi personaggi e abilità, si raccolgono oggetti per arricchire il proprio equipaggiamento e così via. Sulle prime, anche in questo caso, la situazione risulta un po' desolata, lenta e noiosa, e lo stesso discorso andrebbe fatto per gli enigmi ambientali: molto spesso aprire porte e attivare meccanismi richiede ragionamenti un po' oscuri, dunque potrebbe capitarvi di rimanere bloccati perché non comprendete come risolvere un puzzle, e tale fattore aumenterà artificiosamente la durata dell'avventura. Bisogna però anche dire che la funzione di spostamento veloce, una volta richiamata la mappa, riesce a smussare gli angoli di un'esperienza che con meno accortezza avrebbe anche potuto diventare tediosa per via dell'eccessivo backtracking. Sul fronte della realizzazione tecnica Napoleon Games ha fatto un ottimo lavoro, con ambientazioni certamente ripetitive nei loro elementi (vedi le trame sui muri), ma dotate di una precisa personalità e capaci di creare una grande atmosfera. Merito anche di un accompagnamento sonoro funzionale e azzeccato.

Clicca per votare!
8.0

Redazione

10

Lettori (2)

7 Mages è un ottimo esponente per il genere dei dungeon crawler, con qualche idea interessante, una grande atmosfera e una campagna lunga e impegnativa. Abbiamo apprezzato il modello scelto dagli sviluppatori, privo di qualsiasi acquisto in-app che non sia quello per sbloccare i singoli livelli dopo il quarto o l'intera esperienza. Certo, parliamo di un filone particolare, che può piacere o non piacere, e che in questo caso specifico non fa sconti a chi cerca di approcciarlo per la prima volta, complice una fase iniziale lenta, macchinosa e a tratti oscura: una sorta di prova del fuoco per comprendere se questo gioco fa per voi o meno.

Tommaso Pugliese

Pro

  • Gameplay solido, con qualche spunto notevole
  • Tecnicamente molto ben realizzato
  • Campagna lunga e impegnativa...

Contro

  • ...ma le fasi iniziali sono inclementi
  • Enigmi talvolta oscuri
  • Per apprezzarlo dovete davvero amare il genere

TI POTREBBE INTERESSARE