Active Soccer 2 DXCalcino d'altri tempi 

Active Soccer 2 DX incarna il buon vecchio calcio arcade?

Che fine ha fatto il calcino? Non parliamo della simulazione di calcio, quella ovviamente è ormai ben coperta ogni anno dai due giganti che si contendono il mercato con le uscite regolari di FIFA e Pro Evolution Soccer (uno più gigante dell'altro a dirla tutta, almeno per quanto riguarda le copie piazzate), ma del buon vecchio "calcino", con il suo approccio veloce e prettamente arcade, la sua produzione quasi amatoriale rispetto alle maxi-raccolte di licenze milionarie moderne. Calcino d'altri tempi E soprattutto c'è ancora spazio per giochi di calcio fatti in quel modo? Ha ancora senso un'interpretazione del calcio così difforme dalla realtà e tutta impostata sulla giocabilità immediata nel mercato moderno, al di là della semplice rievocazione nostalgica? Questi sono i pensieri che emergono giocando ad Active Soccer 2 DX, o meglio tra una partita e l'altra, visto che nei brevi minuti che trascorrono sul campo non c'è effettivamente molto tempo per pensare, data la velocità dell'azione. Un tempo molte software house, principalmente europee e giapponesi, provavano a dire la loro sull'argomento tirando fuori il proprio immancabile Soccer e ne venivano fuori sperimentazioni interessanti, a volte anche titoli in grado di dare il via a serie di culto, tutte immancabilmente cadute nell'oblio con il passare degli anni. In un panorama dominato da un'unica visione di questo sport (sebbene in due varianti stilistiche differenti) viene da accogliere con gioia un gioco come questo del team italiano The Fox Software, se non altro per la ventata d'aria fresca che sembra portare, ma il dubbio sull'effettivo valore di un'operazione del genere è legittimo, a prescindere poi da alcuni difetti oggettivi del gioco. L'idea è dunque che Active Soccer 2 DX possa essere un gioco apprezzabile da tutti soprattutto per la sua capacità di rompere gli schemi, e dai giocatori più esperti e attempati in particolare per la sua evidente volontà di omaggiare i capolavori del passato, in particolare Sensible Soccer e Kick Off.

Active Soccer 2 DX tenta di rinverdire i fasti del calcio arcade sulle console moderne

Calcio sensibile

Il riferimento a Sensibile Soccer in particolare è palese, a partire dalla musichetta introduttiva cantata sullo stile di quella storica di SWOS e peraltro foriera di un'incredibile sorpresa: stando ai credits, l'autore della canzone sarebbe nientemeno che il leggendario Chris Huelsbeck in persona, tanto per rimanere in ambito di rievocazione dell'epoca Amiga. La sensazione si rafforza poi a vedere i menù, che sembrano estrapolati direttamente dallo storico titolo Sensible, con tanto di nomi opportunamente modificati per ricordare quelli reali ma cambiando le vocali in modo da non incappare in problemi di licenza. Infine il gioco è chiaramente derivato dall'impostazione dell'epoca, con il campo inquadrato dall'alto, i giocatori piccoli sullo schermo e un'estrema velocità e semplicità dell'azione. Calcino d'altri tempi Scordatevi tattiche e combinazioni di tasti articolate: in Active Soccer 2 DX quello che conta è la rapidità e un tasto per il passaggio corto, uno per il passaggio lungo (o cross), uno per il tiro e uno per lo scatto. Nelle impostazioni standard non è prevista nemmeno la pressione di un tasto per il pressing (comunque modificabile nelle opzioni), visto che si ruba la palla semplicemente andando incontro e contrastando il giocatore avversario, oppure con la classica scivolata, ma basta poco per entrare nel meccanismo e apprezzare il gameplay immediato offerto dal gioco. A differenza di Sensibile Soccer, qui la palla resta attaccata ai piedi dei giocatori, cosa che semplifica ulteriormente l'azione ma costringe comunque a giocare con continui passaggi e pochi tocchi a causa della semplicità con cui gli avversari possono rubare palla intercettando o contrastando. Il passaggio è semi-automatico in base alla direzione impartita e il tiro ha il sistema di controllo della traiettoria derivato anch'esso dai vecchi classici, anche se sembra dotato di una maggiore casualità visti i risultati strani che possono emergere dopo aver calciato verso la porta. Le opzioni di gioco consentono di effettuare una partita singola o prendere parte a tornei e campionati, che possono essere creati e personalizzati a piacere dal giocatore. Il multiplayer è previsto solo in forma offline sulla stessa console, dunque è escluso qualsiasi tipo di online, di fatto azzoppando in maniera notevole il potenziale del gioco. Presente anche la modalità Carriera che consente sia di giocare le partite che di gestire i vari aspetti della propria squadra, dal calciomercato a successive acquisizioni, vendite, trasferimenti e gestione del bilancio, fondendo dunque azione arcade a profondità manageriale come nel classico Sensibile World of Soccer.

Obiettivi Xbox One

Active Soccer 2 DX contiene soltanto 10 obiettivi sbloccabili, di conseguenza ognuno di questi porta con sé un bel bottino di 100 punti per il gamerscore. A parte quelli legati alla Carriera, che richiedono ovviamente un po' di tempo e applicazione, gli altri sono facilmente raggiungibili dopo un po' di partite.

Guarda tutti gli obiettivi

Il dodicesimo uomo

I problemi maggiori di Active Soccer 2 DX derivano dall'evidente mancanza di test che deve aver caratterizzato il suo sviluppo, vista la presenza di svariati bug e sviste strutturali che vanno dall'incertezza di alcune risposte ai controlli alla misteriosa interpretazione di alcune regole basilari del calcio, come il fuorigioco o la gestione della palla da calcio d'angolo, ma anche da un'interfaccia veramente troppo spartana e disorganizzata. Calcino d'altri tempi Quest'ultima può sembrare un elemento marginale e volutamente semplificato per omaggiare le fonti d'ispirazione ma diventa un problema soprattutto se ci si impegna nella modalità Carriera, che costringe a passare diverso tempo di fronte a queste schermate piuttosto anonime e disorganizzate, che sicuramente non favoriscono l'immersione nel gioco. È chiaro che un gioco nato con l'intento di omaggiare alcuni classici del passato debba apparire derivativo per forza di cose, così come il taglio originale semplice e umoristico, tipicamente britannico, sia difficilmente recuperabile in un contesto così diverso. C'è comunque una notevole coerenza d'insieme in tutta la rappresentazione di Active Soccer 2 DX sul campo da gioco, dove si respira effettivamente una bella atmosfera di calcio vissuto, grazie anche alla rappresentazione del pubblico e ai cori che sembrano registrati direttamente allo stadio, oltre a una bella vivacità generale tra animazioni e colori, il tutto ravvivato dall'applicazione di alcuni tocchi di classe come le condizioni meteorologiche variabili. La mestizia dei menù viene dunque controbilanciata da una buona realizzazione che emerge nel vivo dell'azione, con una rappresentazione sempre molto semplice ma efficace, con tanto di inquadrature diverse da utilizzare con vari livelli di zoom e scrolling verticale o orizzontale. Si nota il lavoro di raffinamento effettuato rispetto alla versione mobile da cui questa edizione DX deriva, anche se nel complesso il prezzo di 15 euro applicato al gioco risulta un po' alto rispetto al costo dell'originale.

Clicca per votare!
6.0

Redazione

7.0

Lettori (7)

Lo stesso John Hare ha tentato il rilancio della formula con il suo Sensible Soccer 2006 ma già all'epoca, e nonostante tutti i crismi dell'autorialità, l'operazione ha suscitato più dubbi che altro, figuriamoci dunque la difficoltà di affermazione per un vero e proprio clone così tardivo. L'idea è che ci sia stato un tempo in cui questo tipo di gioco era semplicemente il calcio e non solo un simpatico divertissement a tema calcistico, e quel tempo è ormai inesorabilmente passato, cristallizzando il canone esclusivamente su quei titoli storici e irripetibili. Senza nemmeno prendere in considerazione i difetti oggettivi di Active Soccer 2 DX è probabilmente questo il problema di base del progetto, che si salva parzialmente grazie alla sua ottima e immediata giocabilità. Come digressione arcade del calcio resta una scelta valida, anche perché sostanzialmente unica possibile, in attesa magari che torni disponibile in retrocompatibilità il vecchio Sensibile World of Soccer per Live Arcade.

Giorgio Melani

Pro

  • Gameplay immediato e godibile
  • Bella atmosfera in campo
  • Ottimo in multiplayer

Contro

  • Presenza di bug e imperfezioni
  • Pesante assenza del multiplayer online
  • Piuttosto grezzo negli elementi di contorno e nella Carriera