The Sims 4: Vita in CittàSims in the city... again! 

Vediamo insieme cosa combinano i nostri Sims nella nuova espansione del quarto capito, Vita in città

Con l'uscita dell'ultimo expansion pack di The Sims 4, Vita in città, gli sviluppatori confermano ancora una volta la volontà di proporre contenuti meno canonici rispetto ai classici visti nelle espansioni dei precedenti capitoli, come quelle dedicate a vacanze o animali domestici, e sempre più paralleli alla vita di tutti i giorni... in puro stile Sims, ovviamente! Abbiamo provato la nuova espansione e, dopo qualche ora di gioco, siamo pronti a esprimere il nostro parere su questo atteso contenuto.

Vediamo quali sono le novità di Vita in città, ultima espansione di The Sims 4

Città cosmopolita

Non ci stuferemo mai di dirlo ma più andiamo avanti più ci rendiamo conto che le espansioni di The Sims 4 pescano a piene mani dai precedenti capitoli per console, andando a migliorare meccaniche già viste ma ai tempi ancora in stato embrionale. Il titolo di Vità in città parla da sé e introduce appartamenti e quartieri dalle diverse entità; non è la prima volta che vediamo i nostri "Sims in the city" e Vita in città rappresenta chiaramente un'evoluzione di ciò che abbiamo visto in The Urbz, decisamente più credibile, ricca e dettagliata. All'interno del nuovo scenario San Myshuno troveremo quattro quartieri diversi: i quartieri alti, il quartieri della moda, delle arti e il mercato delle spezie, dove ognuno ha una sua precisa identità e ospita rispettivamente diversi festival. Sims in the city... again! I festival sono nuovi eventi sociali che si svolgono nelle piazze dei quartieri dove i nostri Sim possono partecipare, interagendo con amici e portando a termine azioni inedite a seconda del festival: al mercatino delle pulci si possono acquistare oggetti introvabili mentre ad un evento come lo Smanet Show si possono sfidare altri amici in sfide di hacking. Un'idea anche qui ripresa da the Urbs, dove ogni quartiere aveva una sua identità, interazioni sociali e lavori diversi... tipo allevare furetti sui tetti del Solarium! Parliamo però di un gioco per console abbastanza vecchiotto e svantaggiato dalle limitazioni del tempo: la sensazione era quella di non vivere nella stessa città ma di visitare tanti piccoli quartieri avulsi dal contesto mentre San Myshuno è una località vibrante e cosmopolita, dove i suoi abitanti interagiscono tra loro e visitano i vari luoghi a seconda del gusto e del momento. I festival costituiscono quindi un momento in cui è possibile vedere il flusso unico della città e percepirne l'attività... se ne sente quasi il profumo! Perché non c'è elemento che rende più unica e riconoscibile una località se non il suo street food: nei quartieri di San Myshuno è possibile fermarsi a gustare deliziose prelibatezze presso chioschi e food track per un totale di 27 nuove pietanze. È stato introdotto per altro il tratto della personalità "vegetariano" ma non preoccupatevi perché i menù offrono una vasta scelta di piatti sia a base di carne che completamente veg... attenti, però, a non far mangiare la carne al vostro Sim vegetariano o questo si sentirà male e diventerà triste.

Questa casa ha personalità

Continuiamo l'analisi del gioco stringendo il focus e passando dal macro al micro, ovvero la dimensione abitativa. Un nuovo aspetto di Vita in città è la rivoluzione della dimensione domestica e i lotti quadrati e rettangolari di prato diventano appartamenti e loft, tutti muniti rispettivamente di ascensore, cassetta della posta e scivolo per i rifiuti. Sims in the city... again! Sims in the city... again! Per quanto riguarda la personalizzazione degli appartamenti è possibile cambiare la piantina a piacimento purché si rispettino i limiti della proprietà: alcuni appartamenti infatti condividono ascensore e pianerottolo con altri quindi è impossibile apportare modifiche all'estero della zona posseduta, ovviamente il problema non si pone se possedete un attico dove si possono costruite vere e proprie case in cima a grattacieli, con tanto di giardino, piscina e campo da basket indoor. Ciò che ci ha colpito di più però è che alcuni appartamenti posseggono delle caratteristiche, proprio come i tratti caratteriali dei nostri Sim: spetterà a noi scegliere la casa giusta per i nostri amici e fare combaciare le loro attitudini con i tratti della casa, come ad esempio scegliere un appartamento vicino alle scuole pubbliche nel caso la nostra famiglia includesse dei simmini piccoli. Si dice poi che le case vecchie hanno una loro personalità, una verità confermata anche in The Sims. Le case più malandate infatti possono avere diversi problemi come quadri elettrici sgangherati o tubature birichine, per non parlare di simpatici inquilini extra come insetti, topi e fantasmi! Toccherà quindi rimboccarsi le maniche e acquisire buoni doti tecniche per effettuare le riparazioni, risparmiando così un po' di Simoleon; in alternativa se non volete sporcarvi le mani potete contattare l'amministratore di condominio e chiedere aiuto a lui ma ricordate che non potrete avanzare richieste simili se non sarete dei buoni inquilini che pagano l'affitto.

Vicinato e telelavoro

A proposito di inquilini... come dicevamo, in Vità in città le soluzioni abitative sono molteplici e potrete scegliere se fare la bella vita in un loft o arrangiarvi in un monolocale sgangherato ma non dovrete mai farlo da soli se non vorrete. Ovviamente anche qui c'è la possibilità di vivere in appartamento con dei coinquilini, che sia il vostro migliore amico a cui avete regalato la chiave di casa vostra o uno sconosciuto che vi aiuta a pagare l'affitto. Ogni appartamento influisce poi sull'umore dei Sim e sulla loro convivenza quindi è necessario mantenere gli spazi condivisi in ordine e puliti, altrimenti il litigio è dietro l'angolo. Non sarebbe davvero The Sims se non ci fosse qualcosa di pazzerello, come la vostra sexy vicina di casa che flirta con voi in accappatoio con la scusa di scroccarvi una doccia calda! È importante mantenere comunque buoni rapporti di vicinato, specie se condividete il pianerottolo con altri Sim. Sims in the city... again! Altra novità tra le azioni singole e di gruppo è il canto: molti Sim adorano cantare, allenandosi da soli tra le mura domestiche o cantando con altri amici durante una festa. Vita in città introduce nuovi oggetti per migliorare il talento canoro dei Sim, come la macchina del karaoke, ma il canto non è un'attività fine a se stessa. Certo, i vostri Sim miglioreranno e canteranno benissimo sotto la doccia ma potranno anche esibirsi pubblicamente per le strade della città, fare una serenata romantica al proprio partner o concedere in licenza testi scritti per strumenti come chitarra e pianoforte. Rimanendo nell'ambito personale dei Sim va segnalata la possibilità di lavorare da casa, opzione inedita utilizzabile per le carriere di politico, social media e critico. Questo permette di guadagnare punti esperienza e progredire nell'avanzamento della carriera senza dover uscire di casa, quindi non giocare con il Sim durante l'orario di lavoro o recarsi presso un negozio, alla centrale di polizia o all'ospedale nel caso di possieda l'espansione "Al Lavoro!" Una volta selezionata la professione mezz'ora prima dell'orario d'inizio del lavoro suonerà un sveglia sopra la miniatura del nostro Sim: a quel punto potremo scegliere se andare al lavoro, lavorare da casa o prenderci una giornata di ferie. È possibile pianificare un giornata lavorativa anche attraverso lo smartphone del nostro Sim nel caso sapessimo già che abbiamo un impegno o un luogo da visitare. Se dovessimo decidere di lavorare da casa ci verranno proposti due compiti e saremo noi a decidere con che ordine portarli a termine; eseguendo gli incarichi prima della fine della giornata lavorativa successiva acquisteremo punti esperienza e la paga ci verrà addebitata sul nostro conto. È possibile poi che il nostro Sim per motivi di lavoro debba per forza uscire di casa ma senza recarsi in ufficio, magari per partecipare ad una protesta o visitare un mostra. Un modo senz'altro interessante per spingere i giocatori a visitare le piazze di San Myshuno.

Clicca per votare!
8.0

Redazione

4.0

Lettori (2)

Vità in città conferma ancora una volta la voglia da parte del team di sviluppo di distaccarsi dal passato creando espansioni inedite e basate su attività più giovani e fresche. Questo non significa per forza che le idee proposte siano nuove, in questo expansion pack più che mai si vede il passato della saga e le meccaniche appena abbozzate di The Urbz emergere, ma in questo caso sono state filtrate ed arricchite. Un cambio di rotta a nostro giudizio necessario per la serie che rende i suoi contenuti sempre più diversificati ed accessibili, anche se ci mettiamo nei panni dei vecchi giocatori che faticano ancora a stare al passo con il cambio di rotta e che alla terza espansione avrebbero gradito un'esperienza più classica come quelle dedicate alle vacanze o agli animali domestici.

Giordana Moroni

Pro

  • Gameplay positivamente arricchito
  • Idea non inedita ma ben sviluppata
  • Freschezza e semplicità di fondo

Contro

  • Comincia a sentirsi la mancanza dei Pets
  • Poche scelta di carriere per il lavoro da casa