Squali, alieni e giochi di luce: la recensione di Pinball FX3  6

Ci siamo misurati con il seguito del titolo che per sette anni è stato il punto di riferimento per gli amanti dei flipper digitali

Digital Delivery
Steam, PlayStation Store, Xbox Store
Prezzo
Gratis

Pinball FX3 evoca un immaginario fatto di molle che scattano, schiocchi rumorosi, luci a profusione, colpi di bacino e punteggi astronomici raggiunti tra le urla della folla. Folla non da film, s'intende, ma da sala giochi o da bar estivo, radunata intorno a quei rumorosi cassoni che hanno vissuto attimi di gloria e momenti di buio, per finire la corsa nel dimenticatoio, almeno come divertimento di massa, al pari dei coin op. In qualche locale, però, quei grossi quadrupedi si trovano ancora, sospesi nel tempo e legati a una dimensione fisica che sfugge al videogioco. Perché tra difetti, acciacchi, inclinazione e trucchi ogni flipper è una storia unica che comprende persino gestori disposti o meno a perdonare qualche spintone di troppo. Tutto questo ha fatto parte per un trentennio della storia del flipper e si diluisce nella trasposizione digitale, laddove i tavoli sono uguali per tutti e l'imprevisto, almeno per ora, è sempre previsto. Ma da Pinball Dreams in poi li abbiamo comunque giocati per migliaia di ore, consolati della perdita della dimensione fisica dalla possibilità di avere sempre a portata di mano un flipper con buona fisica, diversi tavoli, partite infinite e, come nel caso di Pinball FX, un sacco di animazioni e di extra che sono possibili solo grazie alla dimensione digitale.

Stesse fondamenta, nuove possibilità

Pinball FX3 è il sequel di quello che per sette anni è stato un punto di riferimento per gli amanti del flipper digitale e ne rifinisce ulteriormente la formula rinnovando parte del look e velocizzando i caricamenti. Tutti cambiamenti che possono essere toccati gratuitamente con mano sul tavolo Sorcerer's Lair grazie al quale è possibile affondare i denti in tutte le novità: esse comprendono speciali sfide che prevedono match basati sull'uso di una sola pallina, partite dalla durata prestabilita di cinque minuti e una sfida di sopravvivenza. E con queste regole come base l'ovvio obiettivo principale è quello di macinare il maggior numero di punti possibile in modo da sbloccare un totale di quarantacinque stelle per ogni tavolo. Non mancano inoltre multiplayer in locale, sfide online dirette con tanto di ranking, tornei e classifiche, tutto magnificato dall'essere condiviso tra tutte le piattaforme e potenziato da nuove meccaniche basate su power-up e abilità che salgono di livello influenzando sensibilmente il gameplay.

Purtroppo non tutti hanno accolto con favore questa aggiunta, vista l'influenza netta di bonus capaci di rallentare il tempo e moltiplicare il punteggio, ma l'introduzione di una componente evolutiva è senza dubbio interessante. Dobbiamo tra l'altro considerare che non siamo obbligati ad attivare le skill, ma al contempo è necessario tenere conto del fatto che queste permeano il tessuto di gioco, multigiocatore incluso, con tutto quello che ne consegue. E non rappresentano di certo contenuti dal peso qualitativo trascendentale per un titolo piuttosto parco in quanto a novità, incluso il tavolo gratuito che era già presente in Pinball FX2. Riproposto in Pinball FX3 non è altro che una demo funzionale a mostrarci i nuovi effetti luminosi e le varie rifiniture tecniche che non stravolgono nulla, ma ci regalano un colpo d'occhio migliore e un'azione più leggibile. Un'azione che poggia su solide fondamenta anche se la fisica non risulta perfettamente realistica, forse per la necessità di piegare il motore a variazioni sensibili del gameplay, ma è coerente, senza dubbio credibile e funziona alla grande.

I vantaggi del flipper digitale

Motore grafico leggero e framerate bloccato permettono di giocare senza problemi con una vasta gamma di configurazioni, ma in alcuni casi i nuovi tavoli sembrano causare cali di frame che in un gioco di questo tipo possono essere distruttivi. Non influenzano invece il gameplay i cambiamenti apportati all'interfaccia ed è un bene che sia così visto che i nuovi menù sono più veloci ma meno intuitivi. L'ostacolo, comunque, è di poco conto e una volta superato è un vero piacere affrontare nuovi tavoli targati Universal che tra personaggi riconoscibili e dialoghi per lo più simili agli originali risultano estremamente godibili, pur costringendoci ad ascoltare versioni non troppo fedeli delle relative colonne sonore, grazie anche alla carica iconica di pellicole come Lo Squalo, E.T. L'Extraterrestre e Ritorno al Futuro.

Parliamo di tre pietre miliari, tutti protagonisti di tavoli che tra giochi di luce, meccaniche e animazioni complesse evidenziano come la dimensione digitale possa regalare qualcosa al mondo dei flipper mettendoci ci fronte a piccoli capolavori design, al pari dei tavoli Zen Originals e di quelli di Guerre Stellari, che combinano lo spettacolo visivo con dinamiche di gioco raffinate e capaci di esaltare le abilità dei giocatori più esperti. Il risultato è un gioco curato e ricco, un nuovo punto di riferimento per la comunità di Pinball FX che mette a disposizione oltre 60 tavoli quasi tutti contraddistinti da un lavoro di design interessante. Ma il gioco di Zen Studios ha un problema ed è quello di essere poco più di un aggiornamento che può risultare addirittura ingombrante, vista l'introduzione delle abilità. Il tutto, tra l'altro, di fronte a prezzi che vanno dai più che abbordabili 2,99 euro per il flipper di Portal fino a quelli decisamente meno popolari come i 10,99 dei tavoli Bethesda. Ma chi è interessato alle novità e possiede il capitolo precedente può contare su un grosso incentivo, tale da rendere il passaggio quasi indolore. Pinball FX3, infatti, permette di utilizzare i tavoli di Pinball FX2 per cui Zen Studios ha mantenuto le licenze, a patto di averli acquistati sulla stessa piattaforma. Inoltre bastano pochi tavoli per poter contare su decine di ore di sfida e sullo spettacolare contorno artistico di quello che resta il punto di riferimento per i flipper digitali. Ma questo non toglie che ci saremmo aspettati qualcosa in più, se non altro dal punto di vista dei contenuti inediti e dell'evoluzione tecnica.

SCARICA VIDEO ( Attendi l'avvio del video per scaricarlo )

Requisiti di Sistema PC

Configurazione di Prova
  • Processore Ryzen 5 1600X
  • 16 GB di RAM
  • Scheda video NVIDIA GeForce GTX 1080
  • Sistema operativo Windows 10
Requisiti minimi
  • Sistema operativo Windows 7/8/10
  • Processore dual core 1.6GHz
  • 4 GB di RAM
  • Scheda video NVIDIA GeForce GTS 450 o equivalente
  • 6 GB di spazio su Hard Disk
Multiplayer.it

7.5

Lettori (1)

3.5

Il tuo voto

Pinball FX3 ci mette a disposizione un tavolo a titolo gratuito e può contare su miglioramenti tecnici tutt'altro che radicali ma evidenti. Non mancano inoltre alcune novità come sfide e abilità che aggiungono una dinamica di progressione diversa dall'ovvia ricerca del miglior punteggio possibile. Ma le ombre non mancano tra minigiochi non sempre ispirati, tre soli tavoli inediti, retrocompatibilità parziale e novità tutt'altro che trascendentali che, almeno nel caso dei power-up, sono destinate a irritare più di un purista.

PRO

  • Un tavolo gratuito che permette di accedere a tutte le nuove dinamiche
  • Un punto di riferimento del flipper digitale che si arricchisce ulteriormente con sfide e abilità
  • I tre nuovi tavoli targati Universal sono di ottima qualità

CONTRO

  • Poco più di un aggiornamento che rischia di irritare i puristi a causa delle abilità
  • I nuovi tavoli hanno bisogno di maggiore ottimizzazione e l'interfaccia è meno intuitiva
  • La retrocompatibilità non include tutti i tavoli acquistati per Pinball FX2