AccessoriNitho - Charge 4 27

Un pad con la batteria scarica costituisce un problema: Nitho ci presenta la sua soluzione.

I Pad wireless delle moderne console sono indiscutibilmente liberatori, almeno finchè l'esaurirsi delle batterie non causa la momentanea ricomparsa del dannato filo, circostanza che può causare più di qualche perplessità logistica (per non parlare dei moti di pigrizia). Bastano pochi metri di distanza dalla TV per mettere in imbarazzo il notoriamente corto cavetto allegato alla PS3, per non parlare della peculiare e avventurosa ricerca delle sue porte USB, annidate nei recessi di un profilo arcigno e intimidatorio. Nitho - Charge 4 Pur davanti a simili impedimenti, il vero videogiocatore non si scoraggia, ma giustamente si guarda attorno, consapevole che al mondo esiste sicuramente un qualche gadget in grado di risolvere il suo cruciale problema. Questa volta a rispondere al nostro grido d'aiuto è l'italiana Nitho, azienda specializzata nella produzione e vendita di periferiche, addendum e appendici varie per console e PC, che dal puramente triviale allo strettamente funzionale, coprono un ampio spettro di esigenze, senza mai perdere di vista la convenienza.

Le Alternative

Di fatto qualsiasi hub USB di qualità decente può tranquillamente risolvere il problema della ricarica dei pad, almeno dal punto di vista strettamente funzionale (la gestione dell'antiestetico groviglio di fili risultante, è un'altra questione).
Fra i prodotti disegnati specificatamente per il salotto, una delle poche alternative che potreste troverete sul territorio italiano le propongono Datel e Joytech (piuttosto misere in realtà).
Di livello superiore l'offerta di Nyko e Wildcharge, anche se assimilabili per caratteristiche al prodotto Nitho, e senza dubbio difficili da reperire.

Caratteristiche

Le docking station per Sixaxis/Dual Shock 3 rappresentano una nicchia relativamente piccola di prodotti dall'uso molto specifico che competono principalmente sul prezzo, ma dove il Charge 4 della Nitho spicca sia per design che per versatilità. Esteticamente il prodotto si presenta molto bene, con una forma affusolata e plastiche nere lucide e trasparenti che si posano bene con il design della Ps3.
Anche l'assemblaggio è di buona qualità, risultando in un articolo solido e senza scricchiolii anche se l'operazione di innestare i pad nei due alloggiamenti con spinotto mini-USB, richiede comunque un po' di attenzione. Il peso è forse un po' scarso, il che porta il Charge 4 ad essere un po' 'ballerino' sui ripiani più affollati, anche se l'opportuno strato di gomma sotto all'ampia base aiuta a ridurre l'inconveniente. Un paio di LED colorati forniscono indicazioni sullo stato delle batterie in fase di caricamento e in generale il Charge 4 è una bella vista da vedere all'opera, quasi un complemento d'arredo per il salotto di un videogiocatore (all'opposto della maggior parte dei suoi omologhi plasticosi disponibili presso altre marche). Particolarmente apprezzabile è poi la dotazione di due porte USB standard su un lato e della possibilità di alimentarlo da una presa di corrente standard tramite Nitho - Charge 4 il trasformatore allegato. In questo modo, se collegato alla Ps3, il Cherge 4 funge egregiamente da prolunga e hub USB, consentendo di utilizzare in gioco due pad scarichi mentre se ne ricaricano altri due negli alloggi convenzionali o collegare mouse/tastiere (o il loro ricevitore RF per quelle wireless). Altrimenti potete sempre collegare il Charge 4 alla presa di corrente e avere ancora maggiore libertà sul dove piazzarlo. L'unico consiglio è di non lasciarlo proprio di fianco al televisore. I LED sono piuttosto visibili e se amate giocare con le luci abbassate, sarà difficile non notarlo.
Nitho - Charge 4

Nitho non ha certo reinventato la ruota con il Charge4, ma per quel che concerne la scarsamente affollata nicchia di prodotti che va ad occupare, lascia ben poco al caso.
La qualità è adeguata al prezzo e pur non essendo un gadget per tutte le tasche (potreste preferire di investire i 30 euro richiesti nella prossima nuova uscita videoludica, dopotutto...) è al tempo stesso ben lungi dall'essere il gadget più caro disponibile per Ps3. E in quanto a inutilia si può fare ben di più!
Procuratevelo se il disordine sotto alla TV inizia a farsi insostenibile.

Matteo Caccialanza
 

Pro

  • Versatile: si collega alla Ps3 o alla presa di corrente
  • Due porte USB aggiuntive ne fanno un buon hub
  • Ben assemblato e dal design piacevole

Contro

  • LED un po' troppo luminosi
  • Plastiche leggerine...